La spazzolatura o dry brushing: a cosa serve e come si pratica

Spazzolatura o dry brushing

Che cosa è la spazzolatura

Il “dry brushing” e cioè la spazzolatura a secco, è una tecnica molto antica che ha ritrovato largo impiego negli ultimi anni, tecnica introdotta dal celebre medico  Sebastian Kneipp, padre dell’idroterapia.

La spazzolatura Kneipp è un antico rituale che armonizza viso e corpo, basato sul trattare la parte con uno speciale tipo di spazzola, che attraverso l’azione delle sue setole e del massaggio meccanico che si viene a creare, può donare molti benefici.

La spazzolatura del corpo è utilizzata in molte SPA o centri benessere all’interno dei  rituali di preparazione ai bagni d’erba o di fieno. Diffusa nelle aree del Veneto o Trentino Alto Adige e con la recente possibilità di conservare, mettere sottovuoto e di poter trasportare il fieno, anche nel resto d’Italia.

Da sempre utilizzata  nel nostro istituto,  per preparare i tessuti ad alcuni trattamenti, in particolare legati alla fieno terapia e non solo.

Recentemente la spazzolatura a secco della pelle, è diventata molto nota per l’uso anche da parte di molte stars e per i numerosi effetti positivi.

Entra a far parte di una buona e piacevole beauty routine sia per quanto riguarda  il viso che il corpo con molti risultati anche in breve tempo.

I benefici della spazzolatura

Possono essere numerosi gli effetti derivanti dalla spazzolatura e si possono conoscere solo dopo averla sperimentata.

La spazzolatura del corpo con setole naturali vegetali, non rilascia alcuna sostanza e non ne richiede alcun utilizzo, quindi adatta in gravidanza.

Diventa così una nuova alleata di bellezza.

Spazzolatura a secco cellulite

Durante la gravidanza compaiono o peggiorano alcuni inestetismi come la cellulite, la ritenzione idrica, i  gonfiori, le smagliature, le macchie e la pelle secca.

Alcuni  trattamenti estetici in gravidanza, sono vietati o controindicati.

Pensiamo alla quasi totalità dell’applicazione  di metodiche legate all’impiego di apparecchiature  per l’utilizzo di microcorrenti, onde acustiche, ultrasuoni o radiofrequenza, da rimandare inevitabilmente, a dopo il parto.

Molti  prodotti cosmetici sono da utilizzare con cautela e nel caso di derivati marini, termali o con la presenza di allergeni, olii essenziali o derivati chimici, meglio non utilizzarli proprio.

Con questo semplice e direi anche molto economico trattamento, (15-20 euro per spazzola) in cui ci si dedica a spazzolare il corpo,  la pelle risulterà molto liscia e vellutata, sin da subito.

Spazzolatura  corpo:

  • induce una delicata rigenerazione della pelle, attraverso un peeling meccanico che viene esercitato proprio dalle setole
  • favorisce un’azione levigante per una pelle più luminosa
  • favorisce la penetrazione dei cosmetici applicati successivamente
  • favorisce idratazione e nutrimento della pelle
  • riattiva la  circolazione sanguigna e linfatica del corpo e quindi un’azione drenante dei liquidi, con riduzione dei gonfiori e della cellulite
  • riducendo l’ispessimento cutaneo, aiuta le problematiche legate a peli incarniti e follicoliti
  • migliora il tono muscolare e può avere  un ottimo effetto anti-stress.

Molto consigliata anche prima dell’attività fisica per preparare la muscolatura all’allenamento ed in seguito per aiutare l’eliminazione dell’acido lattico.

Spazzolatura  viso:

  • favorisce la circolazione sanguigna e quindi rivitalizza i tessuti
  • favorisce la rigenerazione cutanea
  • favorisce  il microcircolo potenziando l’azione dei cosmetici applicati in seguito (sieri, creme)
  • favorisce l’ossigenazione dei tessuti e quindi sostanze come il collagene e l’elastina.
  • fornisce ottimi risultati in termini di luminosità, tono e idratazione.

La nostra pelle è ricca di terminazioni nervose e stimolarle con la spazzolatura significa stimolare anche il sistema nervoso.

Le caratteristiche della spazzola

La spazzola per essere adeguata deve possedere alcune  caratteristiche particolari:

  • deve avere per il corpo, setole naturali, molto in uso, quelle vegetali di “tampico” conosciuta anche con il nome di ixtle, estratta da alcune varietà di agave, in particolare dalle foglie dell’Agave Messicana.
  • deve avere  per il viso, setole più morbide, che possono essere di origine vegetale ma anche animale ( capretto, pony)

Le setole di tutte le spazzole, devono essere resistenti, ma nello stesso tempo elastiche, per poter riuscire a svolgere correttamente le sue azioni.

Il  legno in cui sono accolte le setole e cioè l’impugnatura, deve essere di un materiale meno predisposto alla proliferazione batterica o di funghi come bamboo, teak o faggio.

La spazzola deve essere  mantenuta pulita e sempre asciutta.

Si può detergere con detergente delicato e fatta asciugare con le setole verso il basso.

Con l’utilizzo anche le setole perdono la loro azione e quindi ogni 4-6 mesi la spazzola va sostituita.

Per un discorso igienico, è fondamentale che  la spazzola sia personale e che non venga utilizzata in maniera promiscua con altre persone in famiglia.

Come si pratica la spazzolatura per il corpo

Una volta acquistata la spazzola adatta, si può praticare anche a casa da sole, con un unico pericolo, non se ne potrà più fare a meno.

La spazzolatura a secco della pelle  va praticata sul corpo  asciutto, almeno una volta al giorno, per tutti i giorni.

Se si è un pò pigre meglio adottare la mia regola 5X5 e cioè spazzolare il corpo, per almeno 5 minuti al giorno per 5 giorni alla settimana.

Bastano veramente 5 minuti che devono essere però dedicati con costanza e i risultati non tarderanno ad arrivare.

Si possono utilizzare una o due spazzole per intensificare il trattamento.

Le setole della spazzola devono avere un’azione di stimolo sui tessuti, ma non devono essere troppo aggressive, per cui la spazzola va utilizzata con dei movimenti, precisi, ritmici e ordinati, con le setole a “taglio”, tenendo la spazzola inclinata e sempre con delicatezza.

Le setole devono sfiorare ruotando e completare il movimento sempre di taglio.

Vanno praticati dei movimenti circolari dal basso verso l’alto.

Dalla periferia verso il cuore. Quindi dal piede a salire e dalla mano verso il collo.

Non vanno tralasciati  i palmi e le dita, tutto deve essere spazzolato con vigore, prima la gamba destra, poi la sinistra, braccio destro e braccio sinistro.

Per la schiena saranno indicati movimenti dalla colonna verso l’esterno.

Per le spalle saranno molto utili e piacevoli, movimenti dal collo verso la spalla.

Sull’addome si possono eseguire movimenti circolatori tenendo la spazzola in verticale e facendole compiere dei semicerchi.

Durante e dopo la spazzolatura potrebbero comparire  manifestazioni di rossore e anche di formicolio o prurito, sono dei segni normalissimi che confermano la riattivazione di tutti i meccanismi circolatori e quindi che la spazzolatura è stata efficace.

In generale è meglio dedicarsi alla pratica della spazzolatura,  prima della doccia, che con il passaggio dell’acqua  aiuterà l’eliminazione delle impurità e delle cellule morte.

Asciugatevi ma non del tutto, la pelle riceve meglio se non completamente asciutta.

Consiglio di proseguire poi con l’applicazione di  un buon prodotto idratante ed emolliente per la pelle.

Dopo un trattamento come questo, anche se molto semplice, ci si sentirà molto bene, con una sensazione di vigore e benessere se praticato il mattino e di relax e serenità se praticato la sera.

Come si pratica la spazzolatura per il viso

Le spazzole impiegate  per il trattamento del viso,  sono  più piccole, con setole più delicate e adatte alle aree del volto anche più sensibili.

Ne esistono di diverse tipologie, vanno utilizzate dopo la detersione, ma sempre su pelle asciutta.

Si procede con movimenti con setole inclinate sempre a “taglio”,  dall’area del décolleté, dal basso fino alla base del collo.

Si tratta il collo e poi il viso con movimenti delicati dal centro verso l’esterno per la fronte, le guance e il mento e circolari per il contorno degli occhi e per la bocca.

Dopo la spazzolatura, potrebbero comparire delle aree di lieve rossore anche accompagnate da una sensazione di calore al volto, che non hanno un significato negativo, anzi sono il segno che si è riattivata la circolazione sanguigna e con essa l’ossigenazione.

In questa fase la pelle è molto ricettiva a qualsiasi trattamento come una maschera o l’applicazione di un cosmetico.

A volte si consiglia proprio di passare la spazzola al posto di un peeling o uno scrub meccanico, per rendere più efficaci i prodotti previsti dalla beauty routine personale.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito