Gravidanza: il freddo e la tua bellezza

Gravidanza in inverno

Gravidanza in inverno, come il freddo può influenzare la tua bellezza

Tra le mille preoccupazioni che possono colpire una donna in gravidanza, ciò che riguarda la bellezza rappresenta sicuramente un piccolo problema o qualcosa di trascurabile.

Proprio perché non è bene aumentare i pensieri, per vivere una gravidanza serena, è meglio conoscere come affrontare le piccole questioni estetiche. Inevitabilmente durante i 9 mesi ci si può scontrare.

In inverno, il freddo, il vento e gli agenti atmosferici possono favorire alcune problematiche anche a carico della pelle.

Vediamo come proteggerla, cosa fare per preservarla, per mantenerla in uno stato di salute ottimale e per evitare che possa subite dei danni.

Come il freddo può agire sulla pelle in inverno

Se durante l’estate per il caldo eccessivo si verificano problematiche come: gonfiori, ritenzione idrica o disturbi del sonno, l’arrivo della stagione invernale, diventa quasi piacevole.

Aspettare un bambino durante la stagione fredda, se si pensa all’abbassamento delle temperature, al vento, alla pioggia e in alcuni casi alla nebbia e all’umidità, potrebbe dare un senso di disagio e preoccupazione maggiore.

L’incertezza climatica, per la percorribilità della strada, il ghiaccio, il timore di scivolare su una struttura sdrucciolosa, di non raggiungere l’ospedale in tempo, sono preoccupazioni spesso presenti. 

L’inverno e il freddo possono agire negativamente sul nostro umore, ma anche sulla pelle e in particolare di viso e mani, che risultano le parti più esposte.

In gravidanza per gli sbalzi ormonali, la pelle diventa ancora più reattiva agli agenti atmosferici e al freddo.

Basse temperature, vento, umidità possono agire sulla pelle rendendola più sensibile, possono seccarla e renderla più delicata e vulnerabile.

All’interno degli strati della nostra pelle sono presenti dei capillari che portano attraverso il sangue, i nutrimenti che le servono.

Se la temperatura è molto bassa, questi capillari subiscono un restringimento, come se si chiudessero attraverso un fenomeno che si chiama vasocostrizione , il quale impedisce che la pelle possa essere ossigenata adeguatamente.

Bisogna porre attenzione agli shock termici freddo-caldo, cioè agli sbalzi termici troppo forti, durante i quali i capillari devono rispondere adeguandosi attraverso una loro costrizione o dilatazione eccessiva. Questo per esempio avviene con i bruschi cambi di temperatura tra esterno e interno.

Un consiglio che posso dare è quello di scaldarsi le guance se si viene dall’esterno, prima di entrare in un luogo chiuso, proprio per dare la possibilità alla pelle di adattarsi.

L’aria fredda favorisce secchezza e screpolature, la pelle, tende ad arrossarsi, a perdere componenti lipidiche, cioè di grasso, che potrebbe difenderla dal freddo e invece in questo modo tende a seccarsi.

Con il freddo perde acqua, che la porta a disidratarsi, con il rischio di possibili danni anche più gravi come il manifestarsi di piccole lesioni come taglietti, in particolare alle labbra.

Cosa succede alla pelle in gravidanza

Durante la gravidanza, avvengono numerose modificazioni a carico di tutti gli organi, l’organismo intero, è coinvolto in questo evento.

Tutti gli organi vanno incontro dapprima a cambiamenti anatomici e di conseguenza a cambiamenti fisiologici cioè relativi al loro funzionamento.

La regolazione di tutto avviene attraverso alcune sostanze molto particolari e cioè gli ormoni.

Ormone, dal greco significa “mettere in movimento”, rappresenta un messaggero che porta l’informazione ai vari organi perché questi possano conoscere cosa fare ed attivarsi per farlo.

Gli ormoni, regolano una serie di reazioni così ben organizzate, da dare origine alla formazione, alla crescita ed alla maturazione del feto.

All’interno del corpo si sta’ realizzando un progetto molto speciale: quello di una nuova vita.

Queste sostanze viaggiano all’interno del nostro sangue mantenendo questa funzione anche dopo la gravidanza, ma in questo caso hanno nuove e diverse informazioni da consegnare.

Durante la gravidanza si manifestano molti cambiamenti e anche il nostro organo più esteso cioè la pelle, ne viene interessato.

L’insieme delle modificazioni ormonali in generale migliorano la pelle dal punto di vista estetico, ma essa può diventare più sensibile e delicata.

La pelle appare più luminosa, più rosea, più viva, la donna in gravidanza è più bella.

Si nota tendenzialmente un miglioramento, come quello che avviene anche per i capelli.

Si sente a volte la frase: “hai qualcosa di diverso, hai l’occhio da gravida”, proprio facendo riferimento ad un miglioramento generale della persona, con una luce particolare negli occhi.

Quali sono le conseguenze per la pelle se non viene difesa adeguatamente dal freddo

Come abbiamo visto la pelle in gravidanza subisce alcune alterazioni, tende a disidratarsi più facilmente ed a essere più delicata.

Per il corpo, con l’aumento del peso e dei volumi -in particolare della pancia- si assiste ad una sovra distensione dei tessuti mettendo la pelle a rischio di smagliature, mancanza di elasticità e disidratazione.

In certi casi un semplice prurito che può evolvere in irritazioni e alterazione dell’integrità della pelle stessa.

Per le sue azioni sulla pelle il freddo, favorisce sicuramente un suo stato di vulnerabilità.

Se la pelle non è adeguatamente protetta e riparata, il freddo può metterla in condizioni di non essere in grado di rispondere alle sollecitazioni meccaniche ed elastiche. Questo scatena una con una predisposizione naturale alla smagliatura.

Sono numerosi gli aspetti che possono portare alla formazione delle smagliature, non necessariamente e non solo il freddo, ma una pelle disidratata, secca ed irritata, sicuramente è maggiormente predisposta.

A livello del volto, come parte sempre esposta, si possono creare aree di secchezza, pelle ruvida o ispessita, con comparsa di screpolature, soprattutto ai lati del naso e alle labbra.

Se si possiede una pelle per natura sensibile o con couperose, il danno potrebbe essere più grande.

Diciamo che è molto raro che in gravidanza non compaiano mai irritazioni o arrossamenti proprio per una certa predisposizione.

Come proteggere e prevenire eventuali danni alla pelle in particolare del viso

La pelle del viso, va sempre protetta in ogni stagione e in modo specifico.

Se nei mesi estivi ci si è dovuti riparare dai raggi ultravioletti e dall’azione ossidante del sole, in inverno gli agenti atmosferici non sono da meno, per cui la pelle si mantiene in uno stato di salute che la rende più resistente, agendo a 360 gradi.

Ideale è seguire un corretto stile di vita che comprenda alimentazione, attività fisica e beauty routine.

Alimentazione

  • Un’alimentazione sana, equilibrata può aiutare a difendersi da molte problematiche.
  • Preferire pasti che prevedano molta frutta e verdura, ricche di vitamine e fibre, è consigliabile una buona dose d’acqua, anche se con il freddo si ha meno voglia di bere.
  • Uno stratagemma potrebbe essere quello di assumere, come io li definisco “liquidi scalda cuore e anima”, attraverso centrifugati, minestre o tisane calde, aiuteranno un buono stato di salute e benessere.
  • Integrare con della frutta secca per garantire alcuni acidi grassi essenziali, come noci, mandorle, anacardi, senza esagerare perché molto calorica, anche se qualche caloria in più con il freddo non guasta.

Attività fisica

Durante l’inverno è più facile essere pigre e svogliate, il freddo di certo non aiuta. Ci si rintana facilmente in casa, magari davanti al camino in tuta.

  • Le passeggiate non attraggono, ma il movimento va comunque favorito per mantenersi in forma e ridurre alcuni disturbi legati, per esempio, alla circolazione sanguigna o alla postura, che in gravidanza non si fanno attendere.
  • Yoga, ginnastica dolce e attività in palestra, di cui esiste una vasta proposta, possono essere un giusto compromesso se non si è troppo temerarie per attività all’aperto.

Abbigliamento

Cercare di proteggersi al meglio dal freddo, dall’aria e dall’eventuale pioggia con

  • Abiti comodi, magari impermeabili o idrorepellenti, ma che mantengano materiali e tessuti a contatto con la pelle di tipo naturale.
  • Preferire lana, seta, cachemire ed evitare quei materiali sintetici poco affini alla nostra pelle.
  • Sotto i vestiti è possibile indossare dei leggins di lana, comodissimi e caldissimi.
  • Vestirsi con il metodo a cipolla, che consente di mettere e togliere indumenti a seconda di quanto si ha freddo.
  • Proteggersi quando si esce indossando sempre copricapo, sciarpa e guanti. Stare al caldo e respirare attraverso una sciarpa, proteggerà da molte malattie che invece trovano un ambiente favorevole al freddo e consentirà di non esporre la pelle all’azione diretta esterna.

Quali sono i cosmetici più adatti al viso durante l’inverno se sei in gravidanza

Molto spesso si tende a sottovalutare il ruolo del freddo e della stagione invernale nei confronti del nostro organismo e della nostra pelle, ma abbiamo visto come e quanto possano influire.

La pelle va assolutamente difesa per evitare l’invecchiamento precoce e che venga segnata in maniera irreversibile dai danni causati dagli agenti atmosferici.

È consigliabile una buona routine quotidiana di bellezza, svolta mattino e sera utilizzando cosmetici adatti e alcuni passaggi.

Detersione

  • La detersione deve avvenire mattina e sera con un prodotto detergente molto delicato che non contenga agenti lavanti troppo aggressivi, che rispetti l’integrità del film idrolipidico e ne rispetti la naturale barriera protettiva.
  • Esistono detergenti che non richiedono il passaggio dell’acqua per la rimozione, oppure acque micellari, gel o mousse. Non importa sotto quale forma si trovino, l’importante è che contengano sostanze in grado di consentire un’azione detergente, ma in maniera delicata.
  • Meglio utilizzare acqua non troppo calda per non stressare troppo i capillari.

Idratazione

    • Dopo la detersione la pelle è maggiormente ricettiva all’azione di idratazione e nutrimento e quindi questo è un momento in cui approfittare per dissetare e nutrire la pelle con composti a base di olii, burri vegetali, componenti rivolte al ripristino e alla protezione della pelle.
    • Una pelle arrossata, disidratata, irritata e magari desquamata, gradirà sieri e creme, ricche di componenti emollienti, riparatrici, idratanti e lenitive.
    • La cute delle labbra, che per la delicatezza spesso presenta numerose screpolature, necessita di burri o balsami specifici, che oltre ad idratare possano loro stessi creare una barriera di difesa.
    • In inverno, il sole non è detto che non ci sia e quindi è fondamentale proteggersi con schermi solari dei quali, preferire il tipo fisico rispetto a quelli di tipo chimico (differenza-tra-filtri-solari-fisici-e-chimici-pro-e-contro) con fattore di protezione medio-alto 30 spf.
    • Se si va in montagna, l’altitudine espone maggiormente ai raggi solari ed al freddo, quindi le attenzioni per la pelle richiedono cure aggiuntive.
    • Favorire ricche applicazioni di prodotto, specialmente la notte, per garantirne una maggiore efficacia.

Quali sono i cosmetici che è meglio evitare in gravidanza, soprattutto in inverno

Durante la gravidanza, i prodotti che vengono applicati sulla pelle, possono essere assorbiti e raggiungere, attraverso il circuito sanguigno, il distretto placentare.

Per tale ragione è importante effettuare un’attenta valutazione di tutte le sostanze con cui si verrà in contatto e i cosmetici, in quanto applicati sulla pelle, devono essere scelti con attenzione.

I prodotto di bellezza adatti in gravidanza non devono contenere in maniera assoluta, sostanze di origine sintetica, derivati minerali, conservanti come i parabeni e sostanze potenzialmente allergizzanti.

Soprattutto non devono essere presenti sostanze come le paraffine o i petrolati, che già con una pelle in difficoltà per la stagione, rischierebbe di seccarsi maggiormente.

Riuscire a leggere gli ingredienti di un cosmetico, non è semplice, molti termini sono espressi in latino o in inglese, per questo è importante farsi consigliare da un professionista che conosca perfettamente gli aspetti legati ad un cosmetico, in particolare se rivolti ad una donna in gravidanza.

Esistono numerose proposte tra creme, olii, detergenti sul mercato ma per una maggiore sicurezza del risultato sconsiglio il fai da te.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito