Come fare camminate in sicurezza in gravidanza

Camminate e gravidanza

Come fare camminate in sicurezza in gravidanza

Durante la gravidanza una moderata attività fisica può essere salutare per il benessere della donna e del nascituro.

Tuttavia, non solo è bene non eccedere con gli sforzi, ma è altresì bene limitarsi a quelle sole attività fisiche che possono generare un effettivo beneficio per la donna in completa sicurezza, evitando cioè tutte quelle tensioni che potrebbero apportare un pregiudizio al proprio percorso di “dolce attesa”.

In tal senso, la camminata è sicuramente una delle attività più consigliabili. Ma come farla? Come fare camminate in sicurezza in gravidanza?

Cerchiamo di fare il punto, condividendo perché sia bene camminare in gravidanza e come dovresti farlo con la dovuta consapevolezza.

Camminare in gravidanza: la giusta attività fisica è importante

Iniziamo subito con il ricordare che l’attività fisica è un’abitudine estremamente importante per il nostro benessere, e che mantenere un corretto stile di vita, accompagnato dalla giusta alimentazione, ci può mettere al riparo da una lunga serie di fastidi, acciacchi e malesseri.

Purtroppo, nonostante sia un’abitudine così benefica, sono tante (troppe!) le persone che trascurano questo aspetto della propria vita, finendo con l’appiattirsi verso una vita poco movimentata, fatta di continui passaggi tra il letto, la scrivania dell’ufficio e il divano per un riposo serale.

Gli effetti negativi di un simile comportamento sono più che evidenti. Oltre a problemi di postura e di obesità, a soffrire è anche il nostro umore.

Ebbene, se quanto sopra vale per la generalità delle persone, vale anche per le donne in gravidanza!

Contrariamente a quanto si potesse pensare qualche decennio fa, quando si era soliti pensare alla donna in gravidanza come a una persona in costante e continuo riposo, oggi giorno anche la futura mamma può ben praticare della moderata attività fisica in condizioni di completa sicurezza, scegliendo ad esempio se camminare in salita o no.

In particolare, tra le attività fisiche più consigliate durante la gravidanza non può che esserci soprattutto una pacifica camminata, un’attività semplice, che si può fare ovunque (dentro e fuori casa), e che non richiede nemmeno una specifica preparazione.

Tutto quello che ci occorre per camminare è infatti un bel paio di scarpe adatte ai nostri piedi, e un po’ di volontà. Per il resto, non ci sono prescrizioni particolari e, salvo che il proprio medico non abbia indicato un riposo assoluto (ma difficilmente lo avrà fatto, salvo che tu non abbia delle patologie particolari!), tutto lascia intendere che anche in gravidanza potrai fare delle piacevoli camminate, sia per puro piacere, sia perché magari devi sbrigare delle piccole faccende quotidiane non troppo distanti da casa, e preferisci farlo raggiungendo il luogo di destinazione a piedi.

E’ inoltre bene ricordare, infine, che camminare col pancione è un’attività che si può fare da sole o in compagnia! Fare una bella camminata in sicurezza in gravidanza è infatti un’attività sociale, che puoi fare con le tue amiche o con il tuo partner. E, quando avrai a disposizione la piacevole compagnia di un bebè, potrai anche farlo con un passeggino davanti a te!

Camminare in sicurezza in gravidanza: fa bene o no?

A questo punto non possiamo che spingerci un po’ più in avanti in questo nostro breve approfondimento, e cercare di capire se camminare in gravidanza fa bene o no.

In realtà, se hai letto con attenzione le righe che sopra abbiamo avuto già modo di condividere con te, dovresti avere sotto mano la risposta: camminare in gravidanza fa bene, anzi, benissimo!

Certo, è necessario che – come vedremo – questa attività sia fatta nella massima sicurezza, e che non ci siano dunque dei potenziali pericoli per il benessere della mamma o del nascituro.

Se tuttavia non ci sono particolari prescrizioni da parte del medico e tu sia in grado di svolgere questa attività in piena consapevolezza e sicurezza, sono davvero numerosissimi i benefici che puoi ottenere con una bella camminata.

Qualche esempio?

Con una frequente camminata, anche in gravidanza, puoi:

  • rafforzare il cuore e i muscoli;
  • bruciare tutte le calorie in eccesso;
  • ridurre il rischio di un parto prima del termine naturale;
  • prevenire il diabete gestazionale e l’aumento di peso;
  • migliorare l’umore, scaricare la tensione e dare energia psichica extra!

Insomma, tantissimi vantaggi che sono a portata di mano. Anzi, di piede!

Consigli per camminare in sicurezza in gravidanza

Giunto a questo punto del nostro approfondimento, non possiamo che fare un ulteriore passo in avanti e condividere alcune riflessioni che ti permetteranno di camminare in sicurezza in gravidanza senza alcun rischio.

La prima cosa che ti consigliamo di fare è camminare in gravidanza secondo i tuoi ritmi e i tuoi gusti. Evita pertanto di seguire delle tabelle di marcia, dei percorsi di allenamento specifico o di seguire le abitudini che avevi prima. Non è una corsa contro il tempo e non è un allenamento competitivo: cerca invece di trovare tutto il piacere di una bella camminata in sicurezza, godendoti il tempo libero, una bella giornata all’aria aperta e la tua “nuova” condizione.

Nel fare una bella camminata in gravidanza, cerca di trovare il tuo equilibrio posturale. Dovrai probabilmente prestare attenzione al baricentro del tuo corpo, che sarà cambiato con il passare dei mesi e con la crescita del pancione.

Evita poi di camminare in gravidanza nelle ore più calde della giornata, e soprattutto stando troppo tempo esponendosi al sole. Meglio invece ritagliarsi del tempo utile per poter camminare al mattino presto, o nel tardo pomeriggio, quando il clima è più fresco e andrai incontro a minori rischi legati all’incremento della temperatura, e alla sudorazione.

Il buon senso, insomma, dovrebbe farla da padrone, anche e soprattutto se vuoi viaggiare senza rischi in gravidanza!

Nell’effettuare la tua camminata in sicurezza in gravidanza, ricorda di ascoltare il tuo corpo, e di percepire ogni segnale che il fisico ti sta mandando, come ad esempio potrebbe accadere nelle ipotesi di mal di schiena in gravidanza, o con le gambe e piedi gonfi in gravidanza.

Se per esempio stai sentendo dei dolori e dei fastidi “anomali”, che non hai mai percepito prima, o che pensi che possano rendere poco piacevole la prosecuzione della camminata, fermati e riposati. Potrai pur sempre riprendere la camminata in un altro momento o in un altro giorno.

Lo stesso può ben dirsi quanto ti senti stanca o fiacca. Anche se camminare in gravidanza è utile, nessuno ti obbliga. E, se un giorno non hai voglia o non ti senti particolarmente in forma, non c’è niente di meglio che metterti un po’ in stand-by: potrai pur sempre riprendere a godere di tutti i piaceri di una bella camminata più tardi.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
copertina guida gratuita