Stress in gravidanza, come può influire sulla bellezza e sul benessere

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
stress-in-gravidanza

Cosa provoca lo stress

Una esposizione allo stress intensa e prolungata nel tempo può spingere l’organismo in uno stato di esaurimento fisico e psichico, tale da rendere l’organismo più debole è più vulnerabile.
Diversi studi confermano che lo stress continuativo, cioè cronico potrebbe portare a disturbi del sonno, ansia, depressione e agitazione in genere, con un coinvolgimento fisico del sistema circolatorio, gastrico ecc. Una prolungata esposizione ad alti livelli di stress rende il nostro organismo più vulnerabile.

Lo stress in gravidanza quindi, andrebbe contrastato il più possibile per il benessere di mamma e bambino.

Le possibili conseguenze dello stress in gravidanza

Il feto cresce all’interno del corpo della donna, ne divide il calore, l’energia, il nutrimento e in base alla salute ed al benessere della madre il piccolo si forma, si sviluppa e quando è maturo inizia una vita propria con quel momento così particolare della nascita, attraverso il parto.
Si riporta spesso l’importanza in gravidanza dell’alimentazione, dell’attività fisica e dello stato di salute della madre, ma il ruolo dello stress in gravidanza tende a non essere considerarlo come dovrebbe.
Numerosi studi scientifici come quelli sullo stress in gravidanza  invece, mettono in rilievo come l’azione di questa condizione e tutto ciò che la può creare, può interferire sui processi biochimici della mamma e quindi anche del feto, soprattutto se questa fonte è prolungata nel tempo.

È possibile misurare gli effetti dello stress?

È possibile misurare gli effetti che lo stress può provocare e in particolare in gravidanza?
Credo che la risposta sia no, se si intende un effetto o un eventuale danno misurabile con certezza.

È tuttavia misurabile una sostanza prodotta all’interno del nostro organismo prodotta sotto l’azione dello stress e cioè il cortisolo.
Quando si viene sottoposti ad una situazione di stress, in maniera continuativa, all’interno del nostro corpo non solo si prova un’emozione e una risposta psicologia a questa situazione, ma bensì anche fisica producendo alcune sostanze come Il cortisolo vero ormone dello stress.
Questa sostanza una volta prodotta e presente nell’organismo della mamma, può arrivare al liquido amniotico e quindi al feto.

I livelli di ormoni dello stress sono presenti a livello del feto solo quando l’evento o la causa è continuativa, in altre parole se la situazione che produce stress, perdura per molto tempo.

I livelli elevati di cortisolo, secondo alcuni studi, se risultano in eccesso anche nel liquido amniotico, sembrerebbe possano influenzare i meccanismi di crescita fetale.

Valutare e misurare realmente come è quanto gli ormoni dello stress possano influenzare il benessere del feto non è semplice, si possono solo ipotizzare gli effetti.
Nel dubbio meglio che la donna influenzata da una situazione di questo tipo cerchi di modificare l’ambiente in cui vive e cerchi di sviluppare e alimentare una vita ricca di situazioni ed esperienze antistress.

Cosa fare e cosa adottare contro lo stress in gravidanza

Bisogna cercare di ridurre, contenere o combattere lo stress con ogni pratica che possa dare relax, pace e possa ridurre le numerose preoccupazioni che anche in gravidanza non mancano.

Tra gli ottimi antistress troviamo:
-un buono stile di vita
-la regolarità alimentare
-l’attività fisica
-le passeggiate all’aria aperta
-la meditazione
-lo yoga
-gli hobbies
-tutto ciò che può rilassare e far star bene può far ridurre sensibilmente gli ormoni dello stress.

È bene cercare di interrompere tutto ciò che potrebbe alimentare lo stress e cercare di sperimentare situazioni che regalano benessere e facciano stare bene.

Trattamenti benessere antistress

Possono essere numerosi i trattamenti benessere in cui ottenere un effetto antistress, tra i più semplici da ricevere e sicuramente tra i più efficaci sicuramente troviamo il massaggio.
Il massaggio in assoluto, credo che sia tra i trattamenti benessere, uno dei più piacevoli, utili in tutte le condizioni e per diverse ragioni.

Il massaggio come trattamento anti-stress

In gravidanza oltre a tutti i benefici fisici che può donare il massaggio:
-per l’indolenzimento conseguente agli adattamenti del peso e della nuova nuova postura
-per i gonfiori di gambe e piedi
-per la ritenzione idrica
-per favorire la circolazione sanguigna e linfatica che si possono rallentare
-per la riduzione delle tensioni
-per favorire il rilassamento
-per riequilibrare il sistema ormonale
-per il miglioramento del benessere e dello stato emotivo
Per i numerosi effetti positivi il massaggio trova un ruolo principe, come trattamento antistress.

Si possono trarre numerose proprietà su mente e psiche.

Quando stiamo bene e proviamo piacere, gli ormoni che si producono sono le endorfine che possono rappresentare un vero antagonista chimico del cortisolo.

Mentre si riceve un massaggio all’interno dell’organismo si possono produrre buoni livelli di endorfine che saranno in grado di svolgere un’azione antistress.
Senza entrare in tecnicismi troppo complicati, quando siamo stressati si produce una sostanza che può interferire sul nostro organismo, quando viviamo esperienze che ci fanno star bene, queste contrastano le precedenti riducendo lo stress.
Consiglio la pratica del massaggio con una frequenza, se possibile di almeno una volta alla settimana per trarne i benefici massimi, rispettando alcune cautele:
-la scelta dell’operatore che deve essere adeguatamente formato per il trattamento alla donna in dolce attesa e
-la scelta dei prodotti cosmetici utilizzati per l’esecuzione del massaggio, che devono essere consentiti per questo particolare periodo.

Conclusioni

Quando facciamo o per esempio: viviamo esperienze piacevoli, ridiamo, ci divertiamo, svolgiamo attività all’aperto sicuramente il nostro corpo produce endorfine ed a cascata altre sostanze sempre del benessere.
Ricordo che queste esperienze possono essere condivise con il bimbo che cresce all’interno della mamma, per aumentare e permettere una buona relazione materno-fetale.
La relazione con il bimbo inizia in fase prenatale e dopo la nascita si consoliderà un rapporto già iniziato con il concepimento.
Durante un massaggio, il relax e il benessere che verranno prodotti doneranno pace e benessere ed indirettamente bellezza.
Nervosismo, stress e ansia in gravidanza quindi, è possibile combatterli con una semplice e antichissima arte: il massaggio, un’ottimo aiuto per una gravidanza serena, sana e senza stress.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito