Smagliature: soluzioni efficaci e sicure che puoi adottare in gravidanza

Smagliature pancia

Scopri come è possibile prevenire, trattare o ridurre le smagliature, che rappresentano un inestetismo cutaneo molto diffuso.

Durante il periodo della gravidanza è possibile che compaiano delle striature a livello del corpo, in particolare: pancia, fianchi, seno, braccia, cosce o polpacci.
Queste lesioni possono essere già presenti o comparire per la prima volta e possono dipendere da molti fattori come:

  • la predisposizione genetica,
  • l’aumento del peso,
  • l’assunzione di farmaci,
  • le variazioni ormonali.

In gravidanza molti di questi fattori sono presenti, considerati normali, ma mettono la donna a rischio della comparsa di smagliature.

Il mancato adattamento della pelle, ai cambiamenti gravidici permette che si crei una sorta di piccola ferita.Un vero e proprio danno simile a quello che avviene, su un collant che si smaglia, e che noi donne conosciamo bene.
Possiamo cercare di camuffarlo, ma il tessuto delle calze non si potrà riparare.

La pelle è composta da tre strati, quello intermedio e cioè il derma, è costituita da strutture molto particolari, un’insieme di fibre che formano la trama e l’ordito del tessuto stesso.
I filamenti che lo compongono rendono la pelle, resistente, elastica e tonica.

Nell’area di formazione delle smagliature, la pelle viene così sovra distesa, da provocare delle lacerazioni, dando origine ad una sorta di ferita.
Queste lesioni hanno una forma lineare di lunghezza e larghezza variabili.

Inizialmente sono di colore rosso-viola e con il passare del tempo subendo un processo di cicatrizzazione, diventano di un colore bianco-madreperla.
Quando sono nuove è possibile trattarle, quindi bisogna intervenire precocemente perché se ne possano limitare i danni, quando il loro colore cambierà non sarà possibile cancellarle, ma solo attenuarle.

Le smagliature si possono contrastare efficacemente soprattutto attraverso la prevenzione. La salute e l’idratazione della pelle sono alla base di una maggior elasticità e capacità di adattamento alle modificazioni del corpo e quindi anche nei confronti delle smagliature.

Utilizzare prodotti cosmetici specifici che possono garantire una buona azione idratante, antiossidante, elasticizzante ed emolliente.

Utili abbondanti applicazioni sulla pelle di tutto il corpo di creme, olii, burri vegetali, tra cui molto indicati l’olio di mandorle o il burro puro di karitè.

Mantenere un costante turnover del tessuto con prodotti esfolianti, tipo scrub granulari, che consentano una delicata ma costante rigenerazione del tessuto.

Proteggere dall’ossidazione e dai danni del sole, con adeguate protezioni solari, sempre molto elevate.

Da qualche anno si è ritrovato un rimedio antico: la spazzolatura, che consente di riattivare la circolazione sanguigna, il rinnovamento tessutale e l’eliminazione delle tossine.

La spazzola, è costituita da setole naturali, di solito tampico (fibre vegetali d’agave), con
un’ impugnatura in legno dalle proprietà antibatteriche.
Si esegue a secco, su tutto il corpo con dei movimenti delicati nella direzione dal piede verso l’alto e dalla mano verso il cuore.
E’ una tecnica molto piacevole e distensiva. Assolutamente da provare e da mantenere come trattamento nel quotidiano.

Non si consigliano trattamenti aggressivi tipo peeling profondi o utilizzo di apparecchiature con finalità abrasive o rigeneranti durante la gravidanza, ma semmai da rinviare al dopo parto.

Se questo articolo ti è piaciuto o lo ritieni interessante condividilo e potrà essere utile a qualcun’altro.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito