Ombelico scuro in gravidanza: cos’è e perché si scurisce?

ombelico scuro in gravidanza
Linda Tosoni

 

Ostetrica

e Beauty Specialist

 

Consulenza Online 

con LINDA TOSONI 

Novità a soli 57€ 

Durante la gravidanza l’ombelico della donna tende a modificare la sua forma, la dimensione e il colore.

A volte si verifica un cambiamento di colore e l’ombelico scuro in gravidanza, diventa evidente e può causare un po’ di fastidio.

Tuttavia, è bene sapere che nella maggior parte dei casi non c’è da preoccuparsi e che l’ombelico tende a ritornare alla normalità qualche tempo dopo il parto.

Dolore all’ombelico in gravidanza: perché succede

Il dolore all’ombelico gravidanza è un fastidio che si può verificare soprattutto tra il secondo e terzo trimestre, a volte senza una causa specifica.

L’ombelico in gravidanza è molto importante perché è il punto da dove in origine, il feto prende tutti i nutrienti, tra cui il sangue e l’ossigeno ed è una sorta di collegamento con la propria mamma, soprattutto simbolico.

Molto spesso l’ombelico in gravidanza può dare fastidio, ma si tratta di una condizione transitoria e non così grave da richiedere l’intervento di un esperto. Tuttavia, è comunque giusto indagare le cause che possono segnalare qualche problema e prendersi cura di sé.

Nella maggior parte dei casi, il dolore all’ombelico tende a scomparire naturalmente dopo la nascita del bambino, ma durante i nove mesi di gestazione ci sono alcune condizioni che possono scatenare questo fastidio.

Ad esempio, l’aumento della pressione sull’addome dovuto all’utero che aumenta di volume e che, negli ultimi mesi, arriva anche nella parte inferiore delle coste.

A volte, a causare il fastidio all’ombelico è invece la posizione del bambino oppure la pelle e i muscoli che si allungano e “tirano” provocando una spiacevole sensazione che porta anche prurito intorno all’ombelico.

Un dolore all’ombelico può essere presente anche a causa di un’ernia ombelicale che cresce e viene spinta dalle maggiori dimensioni dell’utero: in questo modo, la zona si infiamma e provoca dolore.

Ombelico scuro in gravidanza: cos'è e perché si scurisce? 1

Crema corpo in gravidanza lenitiva H12

Sensazione di prurito o fastidio della pelle anche in presenza di arrossamenti?

Potrai risolverle rapidamente le tue problematiche applicando questa straordinaria EMULSIONE dalla fragranza fresca e delicata. (profumo ipoallergenico)

Ideale per il periodo della GRAVIDANZA

Regala un delicato effetto rinfrescante anche alla cute dell’addome e del seno

 

Se è l’ernia a provocare dolore all’ombelico, solitamente il chirurgo non interviene durante la gestazione e consiglia l’operazione sono nel caso in cui ci sia il rischio di “strozzamento dell’ernia”.

Se si tratta solo di un fastidio, basta idratare la zona dell’ombelico o posizionare un cerotto per limitare lo sfregamento dei tessuti su questa parte, mentre in caso di dolore di maggiore entità è bene richiedere il parere del medico. 

Ombelico scuro gravidanza: come e perché cambia il colore

Durante la gravidanza capita spesso che sulla pancia si presenti una riga scura, detta linea nigra, che segue praticamente il percorso della linea alba, ovvero la zona che si estende verticalmente dallo sterno al pube passando per l’ombelico.

Questa linea più scura si evidenzia a partire dal quarto mese di gravidanza, ma non è detto che si possa notare in tutte le donne.

Infatti, la causa dell’ombelico nero e di una maggiore pigmentazione della pelle è dovuta a una super produzione di estrogeni che stimolano la melanina.

Inoltre, anche altri fattori come il tipo di pelle, la frequenza e le abitudini di esposizione al sole possono influire su far apparire l’ombelico scuro in gravidanza. 

Avere l’ombelico scuro in gravidanza, quindi, può essere considerato un fenomeno del tutto normale, ma a volte ciò è dovuto anche alla pelle che tirandosi fa comparire leggeri lividi a causa della rottura di piccoli capillari sottocutanei. 

Addirittura, si può avere l’ombelico nero in gravidanza o vedere comparire la linea nigra su tutto l’addome, dal petto al pube.

In realtà, l’aumentata produzione di melanina, il pigmento della pelle che è responsabile della colorazione, determina spesso la comparsa di macchie anche sul viso o su altre parti del corpo, come ai lati del naso, intorno al  labbro superiore, alle guance e alla fronte, oltre che nelle parti intime e nell’interno coscia, un fenomeno chiamato cloasma gravidico.

Ombelico in gravidanza, quando ritorna alla normalità?

Il cambiamento di colore di questa zona, comunque, non è un sintomo di patologie, ma anzi è qualcosa di completamente naturale e tutto tende a ritornare alla normalità qualche settimana dopo il parto. 

Infatti, se ti stai chiedendo se l’ombelico è scuro o modificato nella sua forma torna normale dopo la gravidana, sappi che la risposta è sì. L’ombelico recupererà la sua forma e la posizione normale dopo il parto.

Tuttavia, potrebbe restare leggermente allungato o un po’ modificato, come se avesse i bordi allentati.

Questo si verifica soprattutto se si è in presenza di diastasi addominale, ovvero si verifica l’allontanamento dei muscoli retti dell’addome che, causando la creazione di uno spazio, non supporta pienamente l’ombelico.

Se invece si vuole evitare la comparsa della linea nigra, è bene limitare l’esposizione ai raggi solari che non fa altro che accentuare questo fenomeno temporaneo.

olio-gravidanza-elasticizzante

Olio gravidanza Elast-oil

Olio elasticizzante per la prevenzione di smagliature, pelle secca o che prude

Solitamente, l’ombelico scuro tende a ritrovare la sua colorazione dopo 2-3 mesi dal parto senza utilizzare creme o altri trattamenti.

Solo in alcuni casi, però, la lineanigra e l’ombelico nero può resistere anche dopo nascita del bambino: se questo avviene, si può individuare con il medico il trattamento adatto.

Inoltre, bisogna tranquillizzarsi sapendo che, anche se l’ombelico ha un’importanza simbolica che evidenzia il collegamento tra la mamma e il bambino, non si tratta di qualcosa di fisico.

Infatti, l’ombelico non è direttamente collegato all’utero, alla placenta o a quello del bimbo che è nella pancia, come si potrebbe erroneamente pensare.

L’ombelico è solo ciò che resta del nostro cordone ombelicale e anche negli adulti non c’è un vero e proprio collegamento con organi o parti del corpo.  

Una credenza popolare affermava che era possibile stabilire il sesso del nascituro guardando la linea alba e la sua lunghezza: se questa interessava solo la parte bassa, ovvero dall’ombelico al pube.

Allora sarebbe nato un maschietto mentre se la linea alba si estendeva maggiormente verso la parte superiore dell’addome il bambino sarebbe stato probabilmente una femmina. 

Ovviamente, si tratta solo di credenze popolari che non hanno nessuna valenza scientifica. Avere l’ombelico scuro in gravidanza è una condizione del tutto fisiologica ed eventuali fastidi possono essere risolti senza troppi problemi con rimedi semplici e pratici.

Solo nel caso in cui si dovesse sperimentare un dolore all’ombelico o la pigmentazione scura non dovesse andare via qualche mese dopo il parto, allora è meglio rivolgersi a uno specialista.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per il benessere, dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita