Ombelico in gravidanza: dolori e problematiche più comuni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

 

Beauty Specialist ed Ostetrica

Consulenza personalizzata con LINDA TOSONI

Novità a partire da soli 37€

Durante la gravidanza stai avvertendo del dolore all’ombelico e ti stai domandando quali siano le cause di questa condizione?

Ebbene, sappi che il dolore all’ombelico in gravidanza è piuttosto comune, e che ben noti sono i fattori che possono contribuire a scatenare questa condizione.

In questo approfondimento cercherò di fare il punto su tale argomento, in una sorta di mini-guida ad un argomento così ricercato!

Dolore all’ombelico in gravidanza, c’è da preoccuparsi?

Il primo passo che vogliamo fare insieme a te per poter scoprire tutto ciò che devi sapere sul dolore all’ombelico in gravidanza è legato al fatto che molte donne in gravidanza soffrono di questo fastidio durante il secondo e terzo trimestre, senza però saperne bene i motivi.

Sono tante le donne che avvertono questo tipo di disagio, e sono altrettante le donne che scelgono di sottovalutarlo, poiché non ritenuto particolarmente pregiudizievole per il proprio benessere, e perché di norma transitorio e momentaneo.

Ebbene, proprio questa breve introduzione dovrebbe fungere da rassicurazione: quando parliamo di dolore all’ombelico durante la gravidanza generalmente parliamo infatti di una condizione non molto fastidiosa e, dunque, nella maggior parte dei casi largamente trascurabile.

Detto ciò, questo non significa che possiamo far finta di niente. D’altronde, l’ombelico è il punto di attacco della placenta nell’utero, di quando ci stavamo formando ed eravamo a nostra volta nella pancia della mamma. In questo momento non ha più una sua funzione, ma è corretto dedicare la le giuste attenzioni.

In sintesi, anche se la maggior parte delle cause del dolore all’ombelico sono innocue e scompariranno alla nascita del bambino, in questo articolo ho comunque cercato di fare il punto su questo argomento, discutendo di alcune delle potenziali cause di dolore, e dei principali rimedi naturali che potrebbero esserti di aiuto per poter alleviare il disagio manifestato.

Dolore all’ombelico gravidanza: le cause

Tra le possibili cause di dolore all’ombelico durante la gravidanza vi sono le seguenti, che ho preferito schematizzare per permetterti una migliore comprensione di questo fenomeno. Scopriamole insieme.

Pressione uterina

Il dolore all’ombelico è un’esperienza piuttosto comune in gravidanza perché, man mano che il feto cresce, l’utero si espande oltre la sua posizione abituale per accoglierlo. Questo movimento genera una evidente pressione sull’addome, compreso l’ombelico.

Tieni poi conto che durante il secondo trimestre l’utero non risulta più essere “inserito” all’interno del bacino, ma si trova proprio tra l’ombelico e il seno. Nel terzo trimestre, invece, l’utero si estende dalla zona pubica fino alla parte inferiore delle coste.

Insomma, la crescita dell’utero, e la contemporanea “nuova” posizione del bambino nel grembo materno, può esercitare una pressione sull’ombelico che potrebbe scaturire in fastidi e dolori di diversa entità, perché con il tempo, e con i fattori di cui sopra, viene aumentata la pressione su questa parte del corpo.

Stiramento della pelle

L’aumento del peso e lo spostamento degli organi durante la gravidanza tende ad allungare la pelle e i muscoli intorno alla pancia. Questo comportamento da parte di pelle e muscoli può a volte sfociare in una condizione di diastasi, quando i muscoli retti addominali si “separano” in una metà destra e una metà sinistra.

La diastasi non causa direttamente dolore all’ombelico, ma riduce la quantità di tessuto tra l’utero e l’ombelico, che può aumentare la sensibilità nella zona. Inoltre, generalmente lo stiramento della pelle può causare un certo dolore localizzato e prurito su e intorno all’ombelico.

Ernia ombelicale

Anche se un’ernia può sembrare pericolosa, soprattutto in gravidanza, giova sottolineare come in genere una simile situazione non crea dei pregiudizi né per la donna incinta né per il feto. Ma che cosa si intende esattamente per ernia ombelicale? E come riconoscere i sintomi di questa condizione?

In sintesi, un’ernia ombelicale si verifica nel momento in cui la pressione esercitata dall’utero spinge l’intestino nella cavità ombelicale. Qui può rimanere teoricamente “intrappolata”, diventando infiammata e dolorosa.

A meno che non stia causando sintomi significativi, e dunque i fastidi siano ritenuti non sopportabili dalla donna in gravidanza, i medici tendono a raccomandare di aspettare piuttosto che eseguire un intervento chirurgico sull’ernia. Tuttavia, se c’è il rischio di “strozzamento dell’ernia” (che si verifica quando una parte dell’intestino non riceve abbastanza sangue, con il rischio di morte dei tessuti e altre complicazioni), il medico potrà procedere con l’intervento chirurgico.

L’intervento chirurgico presenta un piccolo rischio per la donna incinta e il feto. Tuttavia, con un’attenta pianificazione dell’operazione, e ricorrendo alle cautele del caso, il rischio è ritenuto relativamente basso.

Piercing all’ombelico

Se una donna ha un piercing all’ombelico, potrebbe essere consigliabile rimuoverlo prima della gravidanza. Se infatti il piercing finirà con il tirare la pelle già tesa, c’è la concreta possibilità che si strappi. A sua volta, un piercing all’ombelico strappato, con la zona lesionata, aumenta il rischio di infezione.

Come rimediare al dolore all’ombelico in gravidanza

Fin qui abbiamo cercato di fare il punto su cosa sia il dolore all’ombelico in gravidanza, e abbiamo notato che le determinanti che potrebbero influenzare questa condizione sono davvero tantissime. Ma come possiamo rimediare al dolore all’ombelico in gravidanza? C’è qualche cosa che possiamo concretamente fare per poter eliminare ogni fastidio e trovare il giusto benessere?

Naturalmente, sono numerosi i rimedi che potresti adottare fin da subito per poter trovare un congruo ristoro alle tue difficoltà e ai tuoi problemi.

È evidente che, in questo ambito, sarà il tuo medico di riferimento a costituire un punto saldo nella valutazione delle tue condizioni e, di conseguenza, alla scelta delle soluzioni che ti permetteranno di giungere a un definitivo ripristino di uno scenario di serenità.

Tuttavia, nelle prossime righe ho comunque voluto cercare di introdurre insieme a te alcuni rimedi casalinghi di norma piuttosto efficaci, e che ti consentiranno di lenire una buona parte dei fastidi.

In primo luogo, ti segnalo che la lozione all’aloe vera può aiutare ad alleviare il dolore della pelle in maniera piuttosto delicata ed efficace, così come l’applicazione di impacchi caldi o freddi sulla zona che avverte prurito o dolore: una simile abitudine può alleviare il disagio e può prevenirlo per il prossimo futuro.

In ogni caso, ti consiglio anche di evitare l’uso di impacchi molto caldi o impacchi di ghiaccio non avvolti in un asciugamano, in quanto possono causare ustioni e aumentare la sensibilità dell’ombelico.

Oltre all’azione di aloe vera e impacchi, se il dolore non è dovuto a un’ernia ombelicale, anche un massaggio delicato, specifico per la gravidanza, può aiutare ad alleviare il dolore lombare e pelvico.

Ombelico in gravidanza: dolori e problematiche più comuni 1

Crema corpo in gravidanza lenitiva H12

Sensazione di prurito o fastidio della pelle anche in presenza di arrossamenti?

Potrai risolverle rapidamente le tue problematiche applicando questa straordinaria EMULSIONE dalla fragranza fresca e delicata. (profumo ipoallergenico)

Ideale per il periodo della GRAVIDANZA

Regala un delicato effetto rinfrescante anche alla cute dell’addome e del seno

 


Quando bisogna preoccuparsi

Come ho diverse volte sottolineato in questo approfondimento, il dolore all’ombelico in gravidanza è una condizione piuttosto diffusa nelle donne che sperimentano la  gestazione, e non dovrebbe destare alcuna preoccupazione.

Come sopra riportato, la maggior parte delle determinanti di questa condizione sono infatti ascrivibili  ai cambiamenti che il tuo organismo sta attraversando, e che finiranno con l’impattare in misura più o meno significativa su questa parte del corpo, così esposta al “pancione” tipico della dolce attesa.

Tuttavia, come tutti i cambiamenti che avvengono in gravidanza, anche quelli che riguardano il tuo ombelico non devono certamente essere sottovalutati e, in caso di dubbi o di persistente fastidio, è il caso di parlarne con il tuo medico di riferimento.

In dettaglio, ti suggerisco di rompere ogni indugio e di parlare con il tuo medico soprattutto se la pelle è infiammata, è arrossata o è screpolata, o ancora se il dolore che stai avvertendo è forte o acuto. In questi casi, non esitare a contattare il tuo medico e domandare lui una consulenza specifica, perché il dolore all’ombelico potrebbe essere un sintomo di un problema più serio, che necessita di un trattamento evidentemente più mirato.

Detto ciò, ricorda anche che la maggior parte delle cause del dolore all’ombelico durante la gravidanza non porterà a complicazioni durature e che i rimedi casalinghi che ho avuto modo di presentarti nelle scorse righe dovrebbero permetterti di trovare un pronto sollievo.


Maggiori informazioni

Se vuoi saperne di più su questi o altri temi, ti invito naturalmente a contattarmi ai recapiti che trovi in questa pagina e nelle altre pagine di questo sito.

Se invece vuoi leggere qualche altro articolo che potrebbe essere di interesse, ti segnalo questo mio approfondimento sul mantenimento del piercing all’ombelico in gravidanza, nel quale vedremo che non esistono delle regole precise e specifiche su questo ambito, sebbene sia sempre consigliabile – per evitare ogni sorta di pregiudizio – rimuovere il piercing prima della crescita delle dimensioni del pancione.

Ti segnalo anche un approfondimento sulle macchie e sul cloasma gravidico, un’altra delle conseguenze possibili della gravidanza. Scopriremo insieme come riconoscere queste situazioni, quali siano le loro caratteristiche e come poter porre rimedio o prevenzione.

Buona lettura!

NOVITA'

Ombelico in gravidanza: dolori e problematiche più comuni 2

Consulenza Generica 30 min.

Risolvi le tue principali problematiche, chiedendo ciò di cui hai bisogno, sugli argomenti che desideri.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita