Luce pulsata in gravidanza: perché è meglio evitarla

Luce pulsata
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

Ostetrica ed Estetista

Consulenze fisiologiche e di estetica in gravidanza
Al prezzo di 80€ 47€

Molte donne si domandano se la luce pulsata in gravidanza possa essere una pratica effettivamente percorribile o se invece sia meglio dimenticarsi di tale trattamento per i periodi della dolce attesa o per quelli dell’allattamento.

Ebbene, cominciamo subito con… le conclusioni: la luce pulsata in gravidanza non determina alcun rischio per il feto, ma è comunque meglio evitare che la mamma si sottoponga a questo genere di trattamento.

In questo approfondimento cercherò di spiegare per quale motivo sia bene giungere immediatamente a tale valutazione, e quali sono le caratteristiche di questa procedura che non sono compatibili con la gravidanza. Insomma, come gestire i peli in gravidanza?

Luce pulsata in gravidanza: è sicura o no?

Iniziamo subito con il condividere in queste righe che la luce pulsata, o epilazione a luce pulsata, è un trattamento che elimina in maniera definitiva o progressivamente permanente i peli superflui.

Quello dell’epilazione laser o con luce pulsata è un trattamento del tutto sicuro: non ci sono controindicazioni specifiche, salvo che la donna che sceglie di sottoporsi a questa procedura non abbia condizioni patologiche o altre specificità che sconsigliano espressamente di sottoporsi a questa pratica.

Non solo. Si tratta anche di un trattamento straordinariamente efficace, considerato che risolve il problema dei peli superflui anche se altri trattamenti si sono rivelati inefficaci.

È anche per questo motivo che il ricorso all’epilazione a luce pulsata o laser  è sempre più ben visto da parte di tutte quelle donne che ambiscono ad avere una pelle liscia e senza imperfezioni.

La domanda alla quale oggi voglio cercare di dare una risposta puntuale e precisa è però un’altra: la luce pulsata in gravidanza è sicura? Ci sono dei rischi per la prosecuzione della gravidanza o ci si può sottoporre con serenità a questo tipo di trattamento?

Ora, per poter riscontrare correttamente tale questione bisogna tornare almeno per un attimo alle considerazioni che ho espresso in apertura. Ovvero, la luce pulsata non ha alcun effetto collaterale sul feto e, per questo, può essere ritenuta sicura. Tuttavia, non è consigliabile nei confronti della donna in gravidanza perché potrebbe avere qualche controindicazioni proprio nei confronti della mamma.

Luce pulsata in gravidanza rischi

A questo punto possiamo fare un altro passo in avanti e cercare di capire perché la luce pulsata in gravidanza non è allora indicata per la donna in dolce attesa.

Per poter arrivare a tale valutazione bisogna innanzitutto rammentare come in gravidanza la produzione di ormoni è sicuramente maggiore ed è ben poco equilibrata. Questo potrebbe a sua volta alterare il modo in cui la pelle della donna reagisce ai fasci luminosi del laser o della luce pulsata.

Ma che cosa potrebbe accadere alla donna che decidesse di sottoporsi all’epilazione a luce pulsata pur essendo in gravidanza?

Ebbene, partendo da quanto abbiamo appena ricordato, si può ben ipotizzare come la donna in gravidanza che si sottopone alla luce pulsata possa incrementare il rischio di andare incontro a inestetismi come le macchie sulla pelle. Inoltre, proprio per le caratteristiche della cute, che in gravidanza subisce dei cambiamenti notevoli, anche il dispositivo della luce pulsata potrebbe andare in maggiore affanno, non riuscendo a eliminare i peli come potrebbe invece fare nei confronti di una donna che non sta attraversando questo periodo magico della vita.

Ecco perché tutti gli esperti consigliano alle donne in gravidanza di non sottoporsi a questo genere di procedura, rinviando a dopo il parto ogni trattamento che potrebbe non essere necessario per il proprio benessere.

Ricordiamo infatti che in gravidanza la donna non dovrebbe prendere dei farmaci a meno che non siano fortemente consigliati e raccomandati dal medico, e che dunque in seguito a possibili infiammazioni e irritazioni che potrebbero sorgere dopo l’uso delle apparecchiature per fotoepilazione come la luce pulsata, potrebbero nascere dei fastidi piuttosto prolungati.

Quali sono le alternative alla luce pulsata in gravidanza

A questo punto potresti domandarti quali potrebbero essere le alternative alla luce pulsata in gravidanza, visto e considerato che – se hai letto con attenzione le righe che precedono – dovresti altresì aver compreso che dovresti evitare questo genere di epilazione durante tutta la tua lunga e piacevole attesa.

Peraltro, per tua fortuna, le buona alternative alla luce pulsata in gravidanza non mancano di certo!

Proprio per questo motivo, e sensibilizzare ulteriormente tutte le lettrici alla necessità di ricorrere a metodi naturali di depilazione e epilazione in gravidanza, ho voluto di seguito riassumere alcune valide alternative che potresti scegliere di perseguire per poter ottenere ottimi risultati naturali senza pericoli per te e per il nascituro.

Ceretta con zucchero, miele e limone

Un metodo piuttosto semplice ma pur sempre molto efficace per poter effettuare la ceretta in gravidanza (attenzione, non in zone intime e delicate, che potrebbero subire degli arrossamenti e delle irritazioni che dovresti evidentemente evitare in questo momento della tua vita) è quella determinata dalla possibilità di poter preparare un composto in parti uguali di zucchero, miele e succo di limone.

Prendi pertanto questi semplici ingredienti e scaldali lentamente a bagnomaria, per poter evitare che si brucino. Quindi, mescola con un cucchiaio per poter amalgamare bene il tutto. Se noti che il composto è troppo denso, puoi pur sempre aggiungere dell’acqua, mentre se lo vuoi addensare – di contro – usare dell’amido di mais.

Ricorda che la consistenza ideale di questa ceretta è… esattamente quella di ogni ceretta in stato liquido: dovrebbe dunque risultare piuttosto densa da formare una sorta di nastro se tirata su con il cucchiaio.

È probabile che le prime volte tu possa essere messa in difficoltà dinanzi alla necessità di trovare delle giuste vie di mezzo tra gli ingredienti oggetto di questo tipo di composto, ma sono certa che dopo qualche tentativo sarai in grado di ponderare a perfezione questa tua ricetta!

Ora, prima di versare questa particolare cera sulla pelle, cerca di isolarla, attraverso l’applicazione di uno strato di amido di mais, in maniera tale che il composto finisca con l’aderire solamente ai peli che devi eliminare. Applica con una spatola il composto, seguendo il senso della crescita, e lascia solidificare e raffreddare. Quindi, una volta sufficientemente solida, strappa contropelo, esattamente come faresti con una ceretta normale..

Il filo di seta

C’è poi un altro metodo per poter eliminare i peli in eccesso e, forse, è anche il più semplice che tu abbia mai letto: usare un filo di seta. Questa tecnica, conosciuta fin dai tempi più antichi, ti permetterà di ottenere un ottimo risultato senza alcun tipo di prodotto da applicare direttamente sulla pelle, e di eliminare i peli in maniera rapida e indolore.

Certo, anche in questo caso bisogna pur sempre precisare che ti servirà un po’ di abilità e di destrezza per poter arrivare a disporre di un risultato soddisfacente, ma dopo qualche tentativo sono certa che diventerai una vera e propria “maestra” di questa tecnica o, per lo meno, riuscirai a conseguire dei risultati che saranno considerabili piuttosto bonari.

Per ricorrere a questo metodo procurati un filo di seta (se non trovi un filo di seta in casa, puoi anche cercare di utilizzare un filo di cotone) e usalo con se fosse un laccio: taglia dunque il filo e lega gli estremi per poter formare un cerchio.

Fatto ciò, dovresti  cercare di creare una sorta di “spirale” con il filo, in maniera tale da riuscire a incastrare i peli all’interno della parte più stretta della stessa. Posizionati davanti a uno specchio in maniera tale da tenere sotto controllo la parte da depilare i tuoi movimenti.

Quindi, prendi con le dita un’estremità del filo, e procedi con la depilazione tenendo il filo con medio, mignolo e anulare, in maniera tale da poterlo  ruotare alcune volte per creare la spirale che potrai aprire e chiudere usando pollice e indice, catturando i peli.

Ogni volta che aprirai e chiuderai le dite potrai permettere al filo di scorrere sulla pelle ed eliminare i peli superflui,  che saranno strappati dalla radice. L’operazione potrà farti ottenere risultati ancora migliori se effettuata contropelo!

Naturalmente, anche se questa operazione è completamente naturale e, se effettuata regolarmente, non creerà irritazioni alla tua pelle, è evidente che non è particolarmente adatta a depilare ampie zone del  corpo, perché con questo metodo non si riesce ad “estirpare”  in una volta sola  grandi porzioni di peli. È inoltre un metodo di depilazione difficile  da fare da sole, considerato che richiede manualità e pratica che, soprattutto le prime volte, dovrebbe essere arduo conseguire con sicurezza.

Conclusioni

A margine di quanto sopra, non possiamo che cercare di riassumere qualche valutazione finale.

In primo luogo,  ricorda che l’impiego del laser  della luce pulsata in gravidanza è assolutamente sconsigliato!

Sebbene non ci siano dei pericoli per il feto, ci sono comunque dei pericoli per la mamma, che potrebbe andare incontro  a diverse conseguenze negativa proprio a causa della sua peculiare condizione.

Meglio allora ricorrere ad alcuni sistemi di depilazione naturale che, come abbiamo visto, possono garantire ottimi risultati senza alcun tipo  di pregiudizio per la salute della donna.

Dall’utilizzo di una ceretta con ingredienti naturali  alla tecnica del filo, avrai a disposizione tantissime opportunità per poter rendere la tua pelle liscia e omogenea, ma senza correre alcun tipo di rischio per la tua salute e per quella del tuo piccolo!

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

Richiedi consulenza

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
copertina guida gratuita