Linfodrenaggio in gravidanza: benefici e rischi

linfodrenaggio in gravidanza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

 

Beauty Specialist ed Ostetrica

Consulenza personalizzata con LINDA TOSONI

Novità a partire da soli 37€

Il linfodrenaggio in gravidanza è una pratica che può apportare importanti benefici per la donna in dolce attesa. Prima di comprendere quali sono, però, cerchiamo di procedere con maggiore ordine ricordando che cos’è il linfodrenaggio in gravidanza e come si fa

In questo modo miglioreremo la nostra conoscenza di una pratica piuttosto diffusa tra le future mamme, e cercheremo di avvicinarci con ancora maggiore chiarezza nel comprendere quali siano i vantaggi del linfodrenaggio in gravidanza.

Linfodrenaggio in gravidanza, un massaggio tutto da scoprire

Nelle scorse righe abbiamo già condiviso quanto possano essere numerosi i benefici apportati dal linfodrenaggio in gravidanza, a cui dedicheremo presto alcuni paragrafi. 

Per il momento, sia sufficiente ricordare come attraverso i messaggi drenanti gravidanza sia possibile migliorare l’aspetto della pelle, con attenuazione dei gonfiori e degli inestetismi (come quelli legati alla cellulite).

massaggi alle gambe in gravidanza, o quelli che vengono effettuati in altre parti del corpo, sono inoltre particolarmente utili perché ci permettono di fruire di un gradevole senso di leggerezza, risultando utile per favorire il relax e migliorare il sistema immunitario.

Insomma, non ti sembrano sufficienti ragioni per volerne spere di più?

Linfodrenaggio in gravidanza: benefici e rischi 1

Consulenza gravidanza online 60'

SCOPRI TUTTO QUELLO CHE DOVRESTI CONOSCERE SULLA GRAVIDANZA 

Un’ora dedicata A TE, alle tue domande, curiosità o dubbi.

Come si fa il linfodrenaggio alle gambe in gravidanza?

Il linfodrenaggio in gravidanza è generalmente consigliato una volta che si è superato il primo trimestre di gestazione, perché questo periodo viene considerato come il più delicato per lo sviluppo del feto e, dunque, quello che richiederebbe le maggiori attenzioni da parte della futura mamma.

Superato invece il primo trimestre, non sembrano esserci particolari rischi per l’effettuazione di questo tipo di trattamento. Ne deriva che se il medico non ha controindicazioni in materia, nulla dovrebbe vietare alla donna di valutare di sottoporsi piacevolmente a questo tipo di attività manuale.

Per quanto intuibile, è fondamentale che il massaggio linfodrenante sia effettuato da personale specializzato, il quale procederà movimenti lenti, delicati e superficiali. Così procedendo sarà possibile stimolare la circolazione linfatica. 

Linfodrenaggio in gravidanza: benefici più importanti

Nelle scorse righe abbiamo avuto modo di condividere che il linfodrenaggio manuale, o massaggio linfodrenante, è una tecnica che può apportare importanti benefici alla donna in gravidanza. 

Proprio per questo motivo quando parliamo di linfodrenaggio in gravidanza parliamo di un massaggio sempre più diffuso e sempre più apprezzato, che in questo articolo ho cercato di riassumere nei suoi termini di principale riferimento.

Ma quali sono i benefici più importanti del linfodrenaggio in gravidanza? Scopriamo insieme i principali!

Gambe più leggere

Il massaggio linfodrenante alle gambe in gravidanza consente di avere gambe più leggere e sgonfie. D’altronde, durante la gravidanza i ricchi cambiamenti ormonali che avvengono nella donna finiscono con l’agire sui tessuti degli arti inferiori in modo spesso molto significativo, determinando una condizione di pesantezza e di gonfiore, e un’accentuata ritenzione idrica.

Ebbene, in queste condizioni il linfodrenaggio può smuovere il ristagno dei liquidi, riconducendoli verso i punti naturali di smaltimento. Già dopo i primi trattamenti del linfodrenaggio in gravidanza sarà possibile acquisire dei vantaggi particolarmente rilevanti. Il tutto, peraltro, senza rischi: le pressioni avvengono in modo molto delicato e, proprio per questo, non si presentano particolari controindicazioni.

Peraltro, ricordiamo anche tutto ciò conduce importanti benefici anche sul fronte della cellulite, poiché il linfodrenaggio convoglierà i liquidi verso gli stati più profondi del derma.

Mamy Butter

Crema gravidanza Mamybutter

Burro corpo numero 1 per la donna in gravidanza…e non solo!

Qualità ed innovazione in un solo prodotto.

Migliora la salute della pelle e previene le smagliature

Il linfodrenaggio in gravidanza, oltre ai gonfiore e alla cellulite, è inoltre un toccasana per contrastare quello che è un altro nemico piuttosto frequente delle donne incinta, come le smagliature.

Di fatti, il linfodrenaggio permette di stimolare la circolazione sanguigna e, così facendo, assicurare un notevole effetto ossigenante sulle cellule dell’organismo e sulla pelle. Ne deriva che la pelle apparirà più tonica e in salute, luminosa ed elastica. 

Calma e rilassa

Infine, il massaggio linfodrenante in gravidanza è consigliato anche per le sue capacità di rilassare corpo e mente. Tutte sappiamo molto bene quanto i mesi della gravidanza possano essere difficili da fronteggiare, e quanto l’azione degli ormoni sia in grado di impattare fortemente sulla psicologia femminile. Il risultato è che spesso durante i mesi della gravidanza ci si sente più irritabili e meno a proprio agio.

Ebbene, il massaggio linfodrenante in gravidanza può invece contribuire a rilassare e distendere i muscoli, allontanando sintomi di ansia e di preoccupazione. I vantaggi di questo tipo sono sperimentabili favorevolmente già dalla primissima applicazione e sono in grado di estendersi anche al bebè, considerato una mamma più rilassata non potrà che trasmettere questa piacevole sensazione anche al bimbo che vive con lei.

Linfodrenaggio in gravidanza: rischi

Ma il linfodrenaggio in gravidanza ha rischi? Se effettuato da personale specializzato, dopo il primo trimestre, il linfodrenaggio in gravidanza può essere effettuato senza andare incontro a nessun tipo di controindicazione.

Naturalmente, il mio consiglio non può che essere quello di parlarne preventivamente con il tuo medico di riferimento, considerato che ogni donna è unica e, dunque, la valutazione della convenienza a effettuare questo tipo di trattamento non potrà che essere assunta dietro specifica analisi.

Massaggio linfodrenante dopo parto

Anche se in questo approfondimento mi sono volutamente concentrata sul massaggio linfodrenante in gravidanza, questo non vuol certamente dire che questo tipo di trattamento non possa apportare importanti benefici anche prima e dopo la dolce attesa.

In particolar modo, il massaggio linfodrenante dopo il parto ti permetterà di avere una valida e sicura mano d’aiuto per rassodare il tuo corpo, migliorando la circolazione linfatica e andando a smuovere quei ristagni che provocano – come abbiamo già visto – la cellulite.

Conclusioni

Siamo così giunti alla conclusione di questo approfondimento, nel quale ho cercato di riassumere tutto quello che dovresti sapere sul linfodrenaggio in gravidanza. Spero che questi spunti ti siano stati utili per migliorare la conoscenza su questo trattamento così diffuso. Se vuoi saperne di più puoi ovviamente domandare un parere al tuo medico di fiducia o, se preferisci, contattarmi per scoprire come migliorare il tuo stato di salute in gravidanza e dopo il parto.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita