Cellulite, la strategia adatta in gravidanza

Donna incinta con la cellulite

La cellulite cos’è?

La cellulite è un inestetismo, che affligge molte donne.
E’ un’alterazione dei tessuti, in particolare del tessuto adiposo, che colpisce gli arti inferiori e in gravidanza non arretra, anzi può peggiorare.

Ma che tipo di cellulite hai? In quale stadio si trova? Prima di tutto andrebbe fatta un pò di chiarezza.

Ho sentito definire in tutti i modi questo inestetismo con nomi tra i più fantasiosi:

  • buccia d’arancia,
  • pelle a materasso,
  • pelle con i buchi,
  • pelle con il grasso,

ma vi dirò che anche il termine “cellulite” è improprio.

Il nome corretto è PEFS (panniculopatia-edemato-fibro-sclerotica) sembra una definizione complicatissima, ma in realtà descrivere e riassume ciò che avviene nelle parti interessate.

I fattori principali predisponenti sono: la problematica circolatoria e la ritenzione idrica, che danno inizialmente una fase edematosa.
Il ristagno di liquidi che si crea, induce un’ulteriore trasformazione dei tessuti, trasformandoli in fibrosi con comparsa di noduli sottocutanei.

Il trattamento ideale per la cellulite è stabilito in base a parametri e caratteristiche personali.

Per rispondere ad ogni quesito ti devo spiegare una cosa.

Quando si deve affrontare un viaggio, prima di partire si devono valutare molti aspetti:

quanti chilometri si dovranno percorrere, che mezzo di trasporto utilizzare, quando fare le soste, quanto tempo fermarsi, quanto tempo si impiegherà ecc.

Bisogna studiare e avere ben chiaro il percorso da intraprendere.

Con il corpo e gli inestetismi è la stessa cosa, prima di qualsiasi cosa dobbiamo tracciare un tragitto e lo si può fare se sappiamo dove vogliamo arrivare, ma soprattutto bisogna conoscere da dove si parte.

Ogni tipo di cellulite va trattata in modo diverso, a seconda della sua tipologia e cioè dal suo stadio e dalle sue caratteristiche.

Se così non fosse, si rischierebbe di complicare o addirittura peggiorare la situazione.
Gli stadi delle cellulite principali sono tre, ma questo dato non e’ sufficiente, non basta.

Bisogna progettare il “viaggio” in base a tanti altri aspetti come:

  • la nuova situazione ormonale dovuta alla gravidanza,
  • lo stile di vita,
  • la familiarità,
  • l’età,
  • il peso,
  • l’alimentazione,
  • la postura,
  • l’attività fisica,
  • i cosmetici utilizzati.

E’ fondamentale eseguire una valutazione generale della persona e del suo stato in quel momento, prima di iniziare qualsiasi programma o strategia.

Durante questo periodo particolare ci sono cosmetici e tecniche estetiche permesse, alcune non consigliate e ed altre potenzialmente dannose e quindi da evitare.

Se vuoi conoscere quale trattamento è più adatto a te, è indispensabile effettuare una attenta valutazione attraverso un’apposita consulenza, sarà possibile tracciare la rotta, sulla mappa del tuo rimodellamento.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito