Il meraviglioso organo pelle

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Meraviglioso organo pelle

­

La pelle un organo meraviglioso

La pelle è un organo  ed è il  più grande del corpo, riveste la superficie esterna per 1,5-2 metri quadrati e serve principalmente a difendere gli organi interni da ciò che può derivare dall’esterno.

La pelle organo! Perché non tessuto o struttura come molti pensano?

È corretto definire la pelle organo, come lo è lo stomaco, un polmone o un rene.

Non totalmente conosciuta e purtroppo poco considerata, ha funzioni invece particolari e importantissime per la salute ed il benessere dell’individuo.

Le dimensioni, il peso e il suo spessore variano da soggetto a soggetto in base all’età, al sesso e alla statura.

Quali sono gli strati della pelle?

Gli strati della cute sono fondamentalmente tre e sono:

  • l’epidermide
  • Il derma
  • l’ipoderma

che a loro volta sono formati da numerose cellule e strutture molto particolari.

L’ epidermide

È lo strato più esterno della cute, costituito da 5 strati di cellule ognuna delle quali possiede caratteristiche e funzioni diverse.

Gli strati di cellule si dividono e si modificano sostituendo quelle negli strati superiori.

Nella parte più superficiale si trova lo strato corneo, dove le cellule si staccano e si perdono nell’ambiente, sono ridotte in lamelle dure, tipo scagliette, si seccano e si staccano.

Lo strato corneo è formato dalla cheratina, una particolare proteina che costituisce anche unghie, peli, capelli e che è in grado di fornire un’azione barriera.

Man mano che avviene la trasformazione delle cellule dello strato corneo, vi è l’aumento della componente di cheratina.

Quello dell’epidermide è l’unico caso in cui le cellule muoiono e la loro morte è utile ed indispensabile alla pelle stessa, perché possa difendersi dalle aggressioni esterne.

Alla base dell’epidermide si trova lo strato germinativo che è costituito da un’unica fila di cellule in continua riproduzione.

A questo livello ogni circa 10-12 cellule si trovano cellule particolari dette melanociti, che hanno la funzione di produrre melanina, quel particolare pigmento che ci contraddistingue dando il colore alla nostra pelle.

La melanina aumenta con l’esposizione solare ed è un meccanismo che la pelle mette in atto per proteggere proprio le cellule di questo strato, che daranno origine a tutte le altre.

Il derma

Il derma è lo strato sottostante all’epidermide, lo strato intermedio che appoggia sull’ipoderma.

Se la pelle fosse paragonata ad un “panino”, questa parte ne rappresenterebbe l’imbottitura.

Qui troviamo alcune strutture proteiche, le fibre di collagene, di elastina e sostanza reticolare immersa in una sorta di panna montata.

La sostanza fondamentale è costituita dai GAGs ( glicosaminoglicani), catene di proteine e zuccheri, che permettono di trattenere l’acqua, ne è un esempio l’acido Jaluronico.

-Il collagene da struttura, robustezza alla pelle

-l’elasticità fornisce elasticità

-la sostanza fondamentale fa da cementante a tutto il resto.

Nel derma si trovano: i capillari sanguigni, le ghiandole che producono sebo, quelle che producono sudore, i follicoli piliferi e i peli.

Questo strato ha uno spessore più alto nel neonato e poi con il passare degli anni si assottiglia fino a diventare molto ridotto nell’anziano, in cui la compattezza, il tono e l’elasticità si riducono notevolmente.

L’ ipoderma

L’ipoderma è lo strato più profondo, collega il derma agli strati più profondi, è costituito principalmente da cellule di grasso (adipociti).

Rappresenta un po’ il magazzino di energia del nostro corpo e fa da cuscinetto di protezione.

La distribuzione del grasso è legata a diversi fattori tra cui il sesso.

Nella donna infatti è maggiore in aree come le coscie, i fianchi o il seno.

Le funzioni della pelle

L’organo pelle è molto interessante, possiede numerose funzioni che ci aiutano quotidianamente, ma magari non ci facciamo caso e quindi è un po’ sottovalutato.

È in grado di fornire informazioni sensoriali legate al tatto, alla temperatura, al dolore.

Le funzioni della cute di tipo  protettivo:

  • meccanicamente, con le sue strutture protegge gli organi interni,
  • con il suo effetto barriera impedisce l’ingresso di sostanze dall’esterno,
  • fornisce protezione dai raggi ultravioletti e dagli agenti termici per esempio dal freddo
  • possiede barriere contro eventuali aggressioni microbiche
  • non ultima la funzione termoregolatrice della pelle, che come se ci fosse un vero impianto di riscaldamento o di condizionamento, mantiene la giusta temperatura.

Inoltre le  funzioni della cute possono essere  quelle di eliminare sostanze come le tossine, attraverso le ghiandole con la produzione di  sudore.

È in grado di autoripararsi e di rigenerarsi continuamente attraverso il suo rinnovo cellulare.

I peli e i follicoli piliferi

I peli sono annessi cutanei come lo sono le unghie, sono infissi per una parte nella pelle e una parte esterna, libera.

Sono costruiti e prodotti all’interno di particolari strutture: i follicoli piliferi, che accolgono la radice e il bulbo del pelo stesso.

Il ciclo di crescita dei peli che prevede una fase di crescita, una di maturazione ed una di caduta, avviene in maniera continua e dipende dall’età, dal sesso e dalla zona.

I peli possono essere distinti in base al loro calibro e grandezza in peluria o vello (viso) o peli terminali (sopracciglia, barba, peli ascellari, pubici).

Le ghiandole sebacee

Queste ghiandole sono presenti nella pelle, sono a forma di grappolo, producono una sostanza detta sebo che poi viene condotto verso l’esterno.

Il sebo è una miscela di grasso, ha funzione di protezione e di equilibrio della cute, contribuisce a tenere il film idrolipidico in uno stato di normalità.

Le ghiandole sudoripare

Queste ghiandole, responsabili della produzione del sudore, sono presenti su tutto il corpo in particolar modo abbondanti sui palmi delle mani, dei piedi, area ascellare, inguinale e viso.

Il sudore, ci aiuta nei processi di termoregolazione, di eliminazione di sostanze non utili al nostro organismo, ci difende da alcuni batteri cattivi e ha anche a che fare con i nostri odori e le nostre comunicazioni sessuali.

Gli animali comunicano molte informazioni, attraverso i proprio odori, i feromoni prodotti dalla pelle ne sono proprio un esempio.

Il nostro essere sociali ci ha fatto perdere molti di questi aspetti, che vengono via via ostacolati anche dall’uso costante di cosmetici come i detergenti e i deodoranti.

Sebo e sudore vengono drenati verso l’esterno e per questo svolgono un importante ruolo come veri spazzini di microbi.

Come si è visto, la nostra pelle possiede numerose e affascinanti funzioni, non ultimo il suo ruolo di difesa immunitaria.

Impedisce il passaggio di molte sostanze esterne, quindi fa da barriera.

A livello dell’epidermide sono presenti delle cellule di forma un po’ tentacolata, che si chiamano cellule di Langerhans che, con le proprie ramificazioni, intercettano agenti aggressivi e stimolano le nostre difese immunitarie, attraverso l’attivazione di alcune cellule in grado di difenderci.

Da alcuni anni si parla di psico-neuro-endocrino-immunologia riferendosi proprio a come la pelle, possa essere coinvolta in numerosi processi conosciuti e probabilmente ancora da conoscere.

L’antropologo inglese Ashley Montagu nel suo libro “Il linguaggio della pelle” evidenzia la relazione tra psiche e pelle, riportando che:

“Il sistema nervoso è una parte sepolta della pelle, mentre la pelle è la parte più esposta del sistema nervoso”.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito