Ecco perchè in inverno la pelle richiede un nutrimento extra

In inverno la pelle richiede un nutrimento
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

Ostetrica ed Estetista

Consulenze fisiologiche e di estetica in gravidanza
Al prezzo di 80€ 47€

Cosa fare per prevenire la secchezza della pelle di viso e mani e il formarsi di screpolature, taglietti o ragadi

Durante le gelide giornate invernali la pelle perde acqua -soprattutto quella del viso- e tende ad alterarsi. Questo determina un bisogno di cure che diano comfort e sollievo.

Lo so le hai già provate tutte:

  • continui mettere la crema, anche in modo abbondante, prima di andare a letto,
  • applichi maschere di ogni tipo con ricette della nonna, che però, non si sa perché, su di lei funzionavano, ma su di te no,
  • segui anche consigli alimentari per una pelle bella e sana.

Niente da fare perché, nonostante i tuoi sforzi, i risultati tardano ad arrivare -a volte fin troppo-, e la pelle è poco luminosa, disidratata, un po’ arrossata e in alcune zone anche dolente. La pelle in inverno è più delicata e sensibile ed in gravidanza la cosa si accentua.

Nessuno ti ha mai detto che la pelle con il freddo invecchia prima?

Con le basse temperature la pelle tende ad alterarsi, fino ad arrivare anche a screpolarsi.

Oltre all’abbassamento delle temperature è da ricordare che sì è vero che la nostra pelle ha in sé meccanismi naturali di difesa, ma a volte gli sbalzi termici, i cosmetici inadeguati, il contatto con sostanze aggressive, in particolare i detergenti o, ancor peggio, i detersivi per le mani, possono danneggiarla.

Tutti questi fattori tendono ad indebolire la barriera idrolipidica che riveste l’epidermide. Di conseguenza il nostro viso e le nostre mani tendono a perdere elasticità, diventando sempre più secche e bersagli facili di irritazioni.

Queste ultime se trascurate possono trasformarsi in screpolature, in rossore e, per le mani si arriva ad avere la formazione di piccoli taglietti o ragadi.

Durante la stagione fredda di fatto la pelle ha bisogno di attenzioni e di cure maggiori.

Screpolature delle mani

Il manifestarsi delle screpolatura alle mani (in certo casi anche ai piedi) è un fenomeno maggiormente diffuso nel periodo invernale, quando le mani sono più esposte alle temperature basse e al vento gelido.

Se non si usano creme adatte al nostro tipo di pelle e i guanti, le nostre mani a contatto con il freddo mettono in atto un sorta di processo che tenta l’autodifesa nei confronti del freddo: la vasocostrizione.

Quando le temperature si abbassano i nostri vasi sanguigni cominciano a restringersi per risparmiare il calore, ma di fatto si riduce l’apporto di nutrimento ed ossigeno ai tessuti, rendendoli più vulnerabili.

Prevenire ed evitare le screpolatura delle mani

Per prevenire ed evitare screpolatura ci sono piccoli accorgimenti da seguire ogni giorno

  • Asciugarsi bene le mani dopo averle lavate
  • Evitare il contatto diretto con detersivi aggressivi, solventi, o indossare guanti se si dovesse entrare in contatto con queste sostanze.
  • Ideale sarebbe utilizzare saponi e detergenti delicati aventi un pH compatibile con la nostra pelle.
  • Indossare guanti protettivi quando si esce per proteggerle dal freddo e dal vento dell’inverno.
  • Usare creme idratanti e emollienti che riequilibrino la giusta quantità di acqua nell’epidermide delle mani e che le diano morbidezza.
  • Idratarsi bevendo acqua e alimentarsi in modo adeguato, per avere un giusto apporto di vitamine e sali minerali

Taglietti e ragadi delle mani

Quando le screpolature non vengono adeguatamente curate possono degenerare in piccoli taglietti che si manifestano in particolare sulle punte delle dita. Queste piccole ferite, note anche come ragadi, sono parecchio fastidiose e dolorose e presenti soprattutto in inverno.

Esse si formano nei punti in cui la pelle, proprio a causa della secchezza o dello stress è meno elastica e quindi si taglia.

Le ragadi sono fastidiose, perché provocano dolore e in certi casi possono anche sanguinare.

In quanto ferite aperte, le ragadi sono vere e proprie lacerazioni che rischiano di “accogliere” batteri con conseguente manifestazione di infezioni e infiammazioni.

In tutti i casi si deve comunque procedere ad un’adeguata cura e prevenzione.

Cosa è veramente efficace?

Ecco alcuni suggerimenti pratici che possono esserti utili per affrontare la stagione invernale, grazie ai quali la tua pelle ti ringrazierà.

Sì, lo so, sembra noioso dirlo ma è così: la prima regola per tutto ciò che riguarda il nostro corpo è la prevenzione.

Dobbiamo ricorrere ad un’adeguata beauty routine, cioè la cura quotidiana, da adottare mattina e sera per proteggere in maniera adeguata il viso e le mani.

Cosa fare ogni giorno

La detersione della pelle va eseguita con un prodotto che non dovrebbe contenere sostanze troppo aggressive. Anzi dovrebbe essere in grado di pulire la pelle ma, allo stesso tempo, non alterare il film idro-lipidico , cioè quella parte presente sul derma che fa da mantello protettivo e in inverno rappresenta proprio una sorta di cappottino.

I cosmetici devono essere in grado di NUTRIRE, IDRATARE, lasciando la pelle VELLUTATA, e soprattutto sana.

Se la pelle è in uno stato di salute ottimale, sarà più resistente ai possibili danni procurati dagli agenti atmosferici come freddo, vento o sole.

Utilizzare cosmetici non adatti significa non proteggerla, con il rischio di alterare alcune strutture di difesa che la pelle possiede naturalmente e quindi di fatto non aiutarla.

Quando si esce al freddo, oltre alle creme da applicare al viso, sarebbe sempre buona abitudine proteggersi con indumenti come berretto, sciarpa, paraorecchie e guanti.

Sieri e creme contro il freddo

Contro il freddo esistono alcuni prodotti cosmetici – i sieri e le creme– che possono aiutare molto. Essi proteggono, idratano e nutrono la nostra pelle permettendole di affrontare al meglio il gelido inverno.

I sieri

Esistono forme cosmetologiche molto valide per esempio racchiuse in sieri. Questi sono di solito dei super concentrati di sostanze che penetrano nella pelle più efficacemente di una crema, proprio per la loro struttura.

Riescono ad arrivare più in profondità e quindi a raggiungere molte strutture dei nostri tessuti.

Sono di solito più concentrati di qualsiasi altro prodotto cosmetico ed infatti si utilizzano a gocce.

Per l’inverno dovrebbero contenere sostanze lenitive, idratanti e nutrienti, essere in grado di portare acqua e di riuscire a farla trattenere come succede per acido jaluronico o per i ceramidi.

Acido jaluronico e ceramidi sono sostanze normalmente presenti nella pelle, che possono anche essere inserite nei prodotti cosmetici.

Le creme

Le creme, sono prodotti cosmetici, hanno una corposità maggiore di un siero per la presenza di grassi, per esempio da olii vegetali o burri e contribuiscono a proteggere le strutture cutanee e ad evitare che l’acqua presente nella pelle possa evaporare.

Hanno la capacità di nutriente e idratante e per la pelle in inverno, sono quasi indispensabili.

Vanno applicate da sole o in seguito ai sieri 1-2 volte al giorno.

La texture cioè quanto e come la crema si stende o come si assorbe, è una caratteristica del prodotto che  di solito ne definisce  la tipologia e le funzioni.

È possibile trovare numerose proposte di creme, meglio sceglierne una con le seguenti caratteristiche:

  • essere in grado di proteggere e ripristinare la barriera idro-lipidica,
  • contenere ingredienti naturali
  • non contenere conservanti i come i parabeni
  • non contenere allergeni, coloranti e profumazioni
  • non contenere derivati minerali come i petrolati.

Petrolati, paraffine o derivati minerali, sono in grado di dare una buona corposità alla crema, una buona sensazione di morbidezza sulla pelle, ma che in realtà non sarà in grado di idratarla anzi la seccherà ancor di più.

Essendo componenti non affini alla nostra pelle, queste sostanze non sono in grado di penetrare, e mi sento di dire, per fortuna.

Utili sono invece le creme a base di di burro di cacao, burro di karité, olio di mandorle, olio di marula, argan e vitamine come la E.

La bellezza e la salute delle donne è da sempre punto di partenza per ogni trattamento. Per questo, come sempre, è possibile contattarmi per qualsiasi richiesta o consulenza.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

Richiedi consulenza

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
copertina guida gratuita