Doppia detersione: cos’è e come si fa

doppia detersione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

Ostetrica 

Consulenza ostetrica e di estetica in gravidanza

A partire da soli 57€uro

[Aggiornato il 1 aprile 2021] In questo approfondimento dedicato alla  detersione, desidero iniziare con una piccola riflessione su uno dei metodi più in voga in questi anni, e che è realmente in grado di far tornare la tua pelle del viso pulita e luminosa come un tempo: la doppia detersione.

La doppia detersione è un procedimento semplice, che si basa sull’utilizzo di due soli prodotti, e che sono certa potrà riservarti delle gradite sorprese!

Come si fa la doppia detersione

Come intuibile dal suo stesso nome, la doppia detersione è una procedura di detersione del viso caratterizzata da due step consequenziali:

  • nella prima fase si usa un detergente oleoso, un apposito olio per doppia detersione che occorrerà massaggiare sul viso senza utilizzare acqua, al fine di far sciogliere residui di trucco e impurità;
  • nella seconda fase bisognerà invece passare il detergente schiumoso, che potrà essere applicato direttamente su quello oleoso. Bisogna dunque massaggiare con acqua tiepida e, infine, tamponare il viso con panno morbido completando in tal modo il processo di doppia detersione viso.

Il risultato è sorprendente: sia che tu abbia la pelle delicata o mista, sensibile o normale, otterrai una pulizia e un igiene davvero eccezionali, senza tuttavia nuocere o impattare in misura troppo forte sulla cute. Insomma, una detersione profonda ma, nonostante ciò, molto delicata.

La doppia detersione del viso

Ora che sai cos’è la doppia detersione e come si realizza, facciamo un passo indietro e soffermiamoci per un momento a pensare che, in fondo, l’istante più importante della beauty routine riservata alla pelle del viso è proprio la detersione.

Sono infatti numerose le sostanze che si trovano sulla nostra pelle, da ciò che si deposita durante la giornata o semplicemente da ciò che applichiamo, come i prodotti cosmetici, le creme, i profumi, il make-up.

Oltre a queste, sul viso si sovrappongono sostanze che originano e vengono prodotte dal metabolismo della stessa pelle. Ed è evidente come sia necessario rimuovere tutto ciò di cui la pelle non ha bisogno e che potenzialmente potrebbe danneggiarla per permetterle di “respirare” e rigenerarsi.

In questo scenario, la scelta del detergente diventa di fondamentale importanza, come del resto il modo e la costanza nell’utilizzarlo.

Perché è importante la doppia detersione?

La tua pelle è in continua attività. Si modifica, si rigenera e – attraverso il lavoro delle sue strutture di base – è in grado di autoproteggersi. Tuttavia, non tutto può essere demandato alla pelle, considerato che tra cellule morte in superficie, smog e altre impurità, la cute non è in grado di rimuovere tutto il residuo da sola, e mantenersi così nel migliore stato di salute.

Se non adeguatamente pulita, i pori potrebbero occludersi e complicare il lavoro che devono svolgere, vanificando peraltro il lavoro di cosmetici come sieri e creme, che potrebbero non agire correttamente su una pelle non adeguatamente pulita.

Un’adeguata detersione è importantissima per una pelle sana

Premesso quanto sopra, ecco perché ti consiglio fortemente di effettuare una periodica detersione della tua pelle, al mattino e alla sera, con un prodotto cosmetico specifico e seguendo tecniche raffinate come la doppia detersione di cui ho parlato qualche riga fa.

Recentemente ho peraltro avuto modo di sottolineare il ruolo, in termini di aggressione sulla pelle, da parte di alcuni agenti esogeni come

  • luce solare;
  • luce artificiale da monitor smartphone, tablet o pc;
  • elementi inquinanti come smog e particelle presenti nell’ambiente;

e come quindi sia determinante una corretta beauty routine per preservare il nostro viso dinanzi a questi “nemici”. Il che, evidentemente, vale anche in gravidanza.

La detersione in gravidanza è alla base di una buona beauty routine

In gravidanza la pelle assume caratteristiche cutanee diverse a causa dell’azione degli ormoni. In generale è più sensibile e più secca. A volte però va incontro a un notevole incremento nella produzione di sebo e, spesso, presenta macchie riconoscibili, come il cloasma gravidico.

Insomma, in questo particolare momento della propria vita l’uso di un detergente abituale potrebbe non essere adatto.

Vediamo dunque come è possibile conoscere quali detergenti specifici propone il mercato, e come orientarsi nella scelta del prodotto idoneo.

I detergenti viso

I detergenti viso, come intuibile dal loro stesso nome, hanno il compito di rimuovere dalla pelle tutto ciò che è presente sulla sua superficie: trucco, sebo, particelle di impurità, cellule morte, smog.

I detergenti appartenenti a questa categoria sono in grado di assolvere la funzione cioè l’azione lavante, grazie ad alcune componenti al proprio interno, i cosiddetti tensioattivi. Le componenti detergenti sono affini alle sostanze da rimuovere: una volta inglobate, le portano via con sé, attraverso il risciacquo con l’acqua.

Per quanto riguarda le sue modalità d’uso, il detergente può essere distribuito con le mani direttamente sul viso, sul collo e sul décolleté, massaggiato con movimenti rotatori o anche distribuito con dischetti di cotone o manopoline, che aiutano nella rimozione delle impurità soprattutto da make-up. Deve quindi essere mantenuto sulla pelle qualche istante perché possa svolgere la sua azione, e infine rimosso.

Ciò premesso, per la doppia detersione del viso esistono varie formule cosmetologiche distinte per l’area del volto a cui deve essere rivolto come il collo, il décolleté o il contorno occhi, e che presentano delle caratteristiche diverse in termini di grana, spessore, grado di secchezza o disidratazione, impurità, densità di ghiandole sebacee, sensibilità o macchie.

Quali sono i detergenti più utilizzati

Sono molte le tipologie di detergenti proposti dalle società produttrici, sempre più attenti nel fornire soluzioni performanti, dalle texture diverse, con attenzione anche all’aromaterapia per una gradevole esperienza sensoriale.

Vediamo quali sono le tipologie proposte per la doppia detersione.

Il latte detergente

Il latte detergente è il prodotto più conosciuto per la detersione del viso. In grado di rimuovere il make-up ed e di trattare la pelle liberandola dalle impurità, è rimuovibile con acqua, come un normale detergente.

La composizione, l’ efficacia e la sua texture, le rendono a mio avviso uno dei prodotti di detersione migliori per il viso.

L’acqua micellare

L’acqua micellare è una forma di detergente che, attraverso una soluzione acquosa arricchita da molecole chiamate micelle, permette di rimuovere i residui di trucco e le impurità da viso e contorno occhi, rispettando la normale fisiologia della pelle.

Rispetto agli altri detergenti è considerata una forma delicata, quindi indicata anche per la pelle sensibile. Non sempre richiede inoltre di essere rimossa con l’acqua. Personalmente consiglio comunque di applicare comunque un po’ di acqua, considerato che potrebbero rimanere residui sulla pelle, come un leggero strato di prodotto.

Lo struccante bifasico per la doppia detersione

Lo struccante bifasico è composto da una fase acquosa (idrofila) e da una oleosa (lipofila), che vengono attivate miscelandosi tra di loro, agitando il flacone. In situazioni di non utilizzo, il prodotto all’interno appare separato come se fossero realmente presenti due sostanze distinte. Adatto per eliminare il trucco e per la pelle sensibile.

La mousse detergente

Speciale cosmetico che nel contenitore è in uno stato liquido, si trasforma in una schiuma mentre viene erogato. La mousse detergente è in grado di eliminare le impurità e i residui di trucco rispettando la pelle.

I detergenti preparatori esfolianti

I detergenti preparatori esfolianti, grazie alla presenza di sostanze come gli acidi della frutta, riescono a rompere i legami tra le cellule morte presenti sulla superfice cutanee, inducendo il rinnovamento dei tessuti. Questa azione permetterà una pulizia più profonda e faciliterà l’azione di penetrazione di sieri e creme, applicati in seguito.

Tra le proposte commerciali troviamo inoltre detergenti in gel, in crema e addirittura in polvere da miscelare all’acqua, svariate formule con texture, colore, consistenza e fragranze tali, da incontrare più facilmente i gusti dei consumatori.

Per una corretta gestione della pelle, l’ideale sarebbe comunque utilizzare due detergenti: un prodotto struccante che si occupi di rimuovere dalla pelle il trucco e poi un secondo prodotto dedicato alla pelle, più specifico per le caratteristiche di ognuna.

Il tonico

La doppia detersione si completa con l’uso del tonico, una sostanza che ha un vero e proprio ruolo decisivo all’interno della beauty routine.

 Se infatti il detergente può avere un effetto che tende a dilatare i pori della pelle, il tonico viene impiegato per riequilibrare il pH e dare un effetto astringente a queste dilatazioni. A seconda degli ingredienti presenti può donare freschezza, un’azione lenitiva, astringente o decongestionante.

Il tonico si può applicare con un dischetto di cotone, con le mani o anche spruzzandolo sulla pelle qualora sia dotato di un erogatore spray, picchiettando poi con le mani delicatamente sul viso, per farlo assorbire.

doppia detersione

Come scegliere il detergente adatto

Prima di acquistare un detergente sarebbe opportuno rivolgersi ad un professionista che possa, dopo un’attenta valutazione, definire qual è il prodotto più adatto e idoneo alla pelle in quel momento.

Ricorrere ad un detergente qualsiasi, è sicuramente sbagliato, considerato che si corre il rischio di applicare un prodotto non adatto alla propria pelle (che può essere normaleseccasensibile o mista). Inoltre, indipendentemente dal tipo, la pelle può essere caratterizzata da altre determinanti come età, sesso, situazione ormonale, e non solo.

È proprio in questo contesto che occorrerà fare maggiore attenzione nelle ipotesi di gravidanza, un periodo in cui gli ormoni giocano un ruolo determinante, influenzando la natura della propria pelle e rendendola oleosa, impura, ispessita, arrossata, disidratata, screpolata, sottile o macchiata a seconda delle proprie specifiche caratteristiche.

Solamente una volta definite le caratteristiche della propria pelle, potranno essere altresì definite le strategie più adatte per nutrirla e valorizzarla.

Per esempio, nel caso di una pelle grassa l’attività delle ghiandole sebacee è più elevata e, sicuramente, il pH ne deriverà alterato, perché viene prodotto più sebo: in queste condizioni un detergente troppo aggressivo potrebbe peggiorare le condizioni di salute della pelle, con un “effetto rebound”: in pratica, più la pelle è aggredita e più cercherà di difendersi con l’unico mezzo di cui ha a disposizione, ovvero con la produzione di sebo.

Ebbene, in questo scenario il detergente più adatto sarà quello in grado di rispettare il fattore di acidità della pelle, che deve essere delicato e soprattutto non schiumoso.

Anche per gli altri tipi di pelle come la pelle secca, disidratata o sensibile, è necessario scegliere detergenti che permettano l’azione lavante, ma rispettando le strutture della pelle.

Che cosa non devi utilizzare per la doppia detersione del viso

Infine, ti ricordo che alcune procedure o strumenti utilizzati per la detersione possono essere sconsigliati, come:

  • impiego di detergenti, saponi, bagno schiuma formulati per il corpo, che risultano troppo aggressivi e non adatti per la pelle del viso;
  • saponetta classica che produce schiuma, in quanto sicuramente il suo pH sarà alto e diverso da quello della pelle del viso;
  • spugnette riutilizzabili, che possono essere portatrici di germi;
  • salviettine umidificate per struccarsi che non prevedano il risciacquo con acqua, poiché lascerebbero comunque dei residui sulla pelle.


crema viso gravidanza

Crema viso Mamycream M F4

Crema Viso Texture leggera 

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita