Dolore ai capezzoli in gravidanza: cause e rimedi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

Ostetrica 

Consulenza ostetrica e di estetica in gravidanza

A partire da soli 57€uro

Quello del dolore ai capezzoli in gravidanza è una fastidiosa conseguenza della dolce attesa, in grado di generare qualche turbamento nella donna. Tuttavia – giova premetterlo fin da questa fase introduttiva – tranne rari casi non vi è alcun pregiudizio per la salute, trattandosi di una prevedibile evoluzione in tale particolare periodo della propria vita.

In ogni caso, anche la fine di rispondere alle tante domande che mi sono arrivate negli ultimi mesi sul tema del dolore ai capezzoli in gravidanza, ho voluto oggi dedicare un completo approfondimento a questo argomento, nella speranza che possa esserti utile e possa rassicurare un po’ delle tue paure.

Dolore ai capezzoli in gravidanza al tatto

Se hai cercato almeno una volta su Google “dolore ai capezzoli cause”, o “dolore ai capezzoli al tatto“, allora è molto probabile che – come tantissime donne che stanno affrontando questo momento della propria vita in compagnia di una nuova creatura dentro di sé, voglia informarti su ciò che accade ai tuoi capezzoli in gravidanza, e se è vero che si andrà necessariamente incontro a qualche fastidio.

Per prima cosa, voglio chiarire che sei tuoi seni stanno crescendo durante la gravidanza (e lo faranno soprattutto nel secondo trimestre), è molto probabile che diventeranno anche ultrasensibili al tatto.  

Questa evoluzione del seno è uno dei sintomi più comuni e riconoscibili della gravidanza, e di solito si può sperimentare a partire dalla 4° settimana fino alla 7a settimana, per durare fino al trimestre successivo. Il seno continuerà però a cambiare durante tutta la gravidanza, culminando con la produzione di colostro – il precursore del latte materno, nonché il primo alimento del bambino dopo il parto – che inizierà a farsi vivo verso le ultime settimane di gestazione.

Dunque, mettiamo un primo tassello a questo approfondimento: il cambiamento del seno durante la gravidanza è assolutamente normale e, anzi, è uno degli eventi che meglio può contraddistinguere questo particolare periodo evolutivo, perché prepara il tuo corpo al futuro allattamento.

Cosa causa i cambiamenti del seno durante la gravidanza?

Ma cosa determina i cambiamenti del seno durante la gravidanza? Perché il seno appare più grande e dolorante, se toccato?

Se hai già letto gli altri approfondimenti che ho curato sullo stesso tema, dovresti già sapere che è il duo ormonale di estrogeni e progesterone ad attribuirsi la maggior parte delle colpe per i cambiamenti che il tuo seno sta avvertendo.

Tuttavia, contrariamente a quanto pensa la maggior parte delle persone, il cambiamento che avviene sul seno della donna in gravidanza non è legato esclusivamente all’azione ormonale, sebbene a estrogeni e progesterone vada riconosciuto il contributo maggiore.

Altri fattori che possono infatti impattare sul tuo seno in questo periodo includono il grasso (parlo evidentemente di quello “buono” e necessario), che si accumula nel seno in maniera più copiosa, e l’aumento del flusso sanguigno nella zona di riferimento.

Anche questi fattori non devono stupirti: come ho già avuto modo di commentare poche righe fa, questi mesi servono al tuo seno per potersi preparare al futuro allattamento!

Dolore ai capezzoli in gravidanza: cause e rimedi 1

Consulenza ostetrica ONLINE

GRAVIDANZA: un’ora dedicata A TE, alle tue domande, curiosità o dubbi.


Come cambia il seno in gravidanza

Il cambiamento del seno in gravidanza si caratterizza per delle evoluzioni praticamente uniche nel suo genere, che sono diverse – ad esempio – dal dolore ai capezzoli prima del ciclo o ad altre manifestazioni che potrebbero essere indipendenti dalla dolce attesa.

Ho voluto individuare i principali cambiamenti evolutivi, uno per uno, per permetterti di soffermarti meglio su ciascuno di essi, e verificare se anche tu stai sperimentando le stesse variazioni o meno.

I capezzoli

Oltre al dolore e al formicolio, è molto probabile che i tuoi capezzoli possano sporgere più del solito. Questa “emersione” dei capezzoli coincide anche con il protagonista del nostro odierno approfondimento, ovvero la sensazione di dolore che può essere più o meno accentuata a seconda della donna (non esiste una manifestazione omogenea nel suo genere, ma ognuna tenderà a sperimentare questa condizione di fastidio o di disagio in maniera differente).

Le areole

Se sei come la maggior parte delle donne, la tua areola (è la zona scura intorno al capezzolo) sarà diventata più scura, forse di colore meno omogeneo di prima, e semplicemente più grande: è un fenomeno normale, che continuerà con il passare dei mesi. La tua areola sarà anche più irregolare, con la comparsa di piccole ghiandole sudoripare che forniranno maggiore lubrificazione alla zona.

Le vene

In questo periodo noterai anche la comparsa di vene di colore blu appena sotto la superficie della pelle. Anche in questo caso non devi preoccuparti: le vene c’erano anche prima, solo che non le vedevi, e ora servono a trasportare nutrienti e fluidi non solo nel tuo organismo, ma dal tuo organismo al bambino.

Probabilmente, se hai letto i tre sintomi evolutivi di cui sopra, ti sei un po’ preoccupata. O magari stai pensando se questo fenomeno sia davvero transitorio, o se il tuo corpo subirà dei cambiamenti definitivi.

Ebbene, prima di procedere oltre voglio condividere con te una buona notizia, anzi due.

La prima è che i tuoi seni continueranno a crescere, ma probabilmente smetteranno di far male dopo il primo trimestre.

La seconda è che i tuoi seni torneranno al loro antico splendore (o alla loro minuta bellezza, a seconda delle tue caratteristiche fisiche) nei mesi successivi alla nascita.

Dunque, goditi questo momento con il giusto relax, perché tutto passerà e tornerà come prima, ma con l’aggiunta di un bel pargolo a farti compagnia!

Rimedi per il dolore ai capezzoli in gravidanza

Fin qui ho avuto modo di commentare brevemente quali siano le cause del dolore ai capezzoli in gravidanza e quali siano le principali evoluzioni del tuo seno durante la dolce attesa.

È ora giunto il momento di fare un nuovo passo in avanti e cercare di capire come puoi rimediare a questo fastidio nel pieno rispetto della tua salute e della salute del nascituro.

Ebbene, in primo luogo ti consiglio di parlarne con il tuo partner. Assicuratevi che sia consapevole della situazione e chiedigli di usare cautela durante l’intimità e negli abbracci. È probabile che non sappia esattamente che cosa lo attende (soprattutto se è la tua prima gravidanza) e non sappia esattamente che toccare alcune zone del tuo corpo in questo momento ti creerà maggiore sensibilità, e magari fastidio.

In secondo luogo ti consiglio di investire in un buon reggiseno che possa supportare il seno, evitare stiramenti e cedimenti. Si tratta di reggiseni sportivi, in cotone, senza ferretti, e che ti garantiranno un maggiore comfort dentro e fuori casa.

Infine, se ritieni che i fastidi siano davvero elevati, e che stanno pregiudicando il tuo benessere  e il riposo, parlane direttamente con il tuo medico. In questo modo potrete non solamente verificare le condizioni del seno, bensì anche individuare delle soluzioni che potrebbero permetterti, prontamente, di riacquistare il giusto benessere.

Dolore ai capezzoli in gravidanza: cause e rimedi 2

Elast-Oil M H8

Siero-Olio elasticizzante riparatore

Dolore al seno e ai capezzoli in gravidanza: un riassunto finale!

La mia speranza è che questa guida ti sia servita per poter capire da cosa dipende il dolore al seno e ai capezzoli in gravidanza,  e che cosa puoi fare per poter contenere questo fastidio che, comunque, è del tutto momentaneo.

Prima di lasciarti voglio tuttavia condividere con te qualche piccolo spunto finale. Una sorta di riassunto che fisserà i concetti fondamentali che ho scelto di riportare oggi su questa pagina, e che forse potrebbe esserti di aiuto nella preparazione ai cambiamenti che il tuo corpo sopporterà nel corso dei prossimi mesi:

  • i cambiamenti del seno in gravidanza sono una delle evoluzioni più riconoscibili della dolce attesa. Sono del tutto normali e, benché in alcuni casi fastidiosi, non dovrebbero destare preoccupazione;
  • i primi cambiamenti li noterai intorno alla quarta settimana, ma dureranno per tutta la gravidanza, per poter preparare il tuo seno all’allattamento;
  • a causare il dolore dei capezzoli in gravidanza è un mix tra l’azione degli ormoni e l’accumulo di grasso e del flusso sanguigno nella zona;
  • oltre ai capezzoli in senso stretto, a cambiare sarà tutto il tuo seno, dalle areole alle zone immediatamente sottostanti;
  • puoi rimediare o contenere questo fastidio semplicemente prendendoti maggiormente cura di te, informando il tuo partner e acquistando un reggiseno ad hoc, che possa sostenere il seno ed evitare sfregamenti.

Conclusioni

Spero che questo approfondimenti ti sia stato utile! Se vuoi saperne di più ti invito naturalmente a contattarmi. Se ritieni invece che il tuo seno sia eccessivamente dolorante, tanto da pregiudicare il tuo riposo, allora ti suggerisco di contattare il tuo medico, che potrà certamente esaminare le caratteristiche del seno e valutare insieme a te il da farsi.

Prima di lasciarti voglio suggerirti di dare un’occhiata ad alcuni articoli recenti che potresti trovare utili.

In particolare, ti consiglio di consultare questa guida nella quale cerco di spiegare perché senti bruciore al seno in gravidanza, e quali sono cause e rimedi del prurito al seno in gravidanza.

Buon proseguimento!

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita