Cosa può accadere alla pelle in gravidanza e cosa fare per proteggerla

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
pelle in gravidanza

Modificazioni della pelle in gravidanza

Durante la fase dell’attesa le modificazioni del corpo sono numerose e anche la pelle in gravidanza, sia del viso che del corpo, ne viene coinvolta.

Cambiano alcune parti della cute per poter far fronte alla nuova situazione che con l’aumento del peso, la nuova forma e dimensioni del corpo è costretta ad adeguarsi.

Tra le problematiche principali che possono verificarsi nel periodo dell’attesa ci sono: le smagliature, la pelle secca e le macchie.

 

Le smagliature in gravidanza

Le smagliature molto temute, possono rappresentare un vero e proprio incubo per le donne in gravidanza.

Con l’aumento del peso e del volume della pancia, la pelle è sottoposta inevitabilmente ad uno stress e ad una sovradistensione che a volte non riesce ad essere assecondata.

Purtroppo per una serie di fattori personali si possono formare le smagliature.

Queste sono delle striature, che possono presentarsi sulla pelle in particolare di pancia, cosce, seno e fianchi.

Le smagliature anche definite strie, rappresentano una sorta di piccola ferita lineare solitamente lunga 7-15 cm. che si presenta in seguito al fatto che la pelle non riesce a sopportare i nuovi volumi e attraverso la sovradistensione cutanea non riuscendo ad assecondare questa nuova situazione, si ferisce, come se si “strappasse”.

Si creano delle piccole lesioni, delle piccole ferite.

Tra le problematiche estetiche è una delle meno gradite, ma non è patologica e neanche dolorosa.

 

Come prevenire le smagliature in gravidanza

Le smagliature inizialmente di colore rossastro e in seguito di colore bianco perlaceo, possono essere trattate con trattamenti estetici con buoni risultati se si interviene precocemente, nella loro fase iniziale.

Una volta che le smagliature si sono formate o è passato molto tempo, è difficile riuscire a cancellarle e per una donna può rappresentare un serio problema.

È importante per questo, occuparsi della prevenzione applicando costantemente sul corpo prodotti che idratano, nutrono e mantengano elastica la pelle.

La parte del corpo più esposta a questo problematica ovviamente è la pancia e il seno per ragioni di aumento del volume.

La costanza nell’applicazione dei prodotti cosmetici, associata a eventuali trattamenti professionali dall’estetista, contribuiranno a ridurre il rischio della comparsa di smagliature.

Ottima la tecnica della spazzola a secco per il corpo, che si può praticare da sole, in grado di mantenere una situazione cutanea con il giusto grado di vitalità, di idratazione ed elasticità.

Una buona quota di antiossidanti attraverso un’alimentazione equilibrata ed ad un’organismo ben idratato conserverà una pelle sana, senz’altro più resistente alla formazione delle smagliature.

 

La pelle secca in gravidanza

Per la variazione ormonale, in gravidanza è facile che la pelle del corpo possa diventare più secca del solito.

La secchezza della pelle, può tante volte portare a dei disagi quale per esempio:

il prurito che può scatenarsi più volte al giorno e in particolare dopo la doccia.

Questo accade perché con un’alterazione del pH o dell’idratazione, venendo a contatto anche con la semplice acqua si può alterare ulteriormente una situazione cutanea già precaria.

Il fenomeno del prurito della pelle in gravidanza soprattutto alla pancia, grattandosi può dar origine a rossori e irritazioni con fastidi che possono innervosire e agitare.

Si cerca una soluzione che possa essere utile ed immediata.

Il punto di partenza è essenzialmente poter mantenere la pelle in uno stato di salute e di equilibrio, che richiede però tempo e costanza e nella pratica una beauty routine che comprenda cosmetici adatti a questo periodo particolare.

 

Macchie in gravidanza

Altra problematica estetica che si può verificare durante la gravidanza, è la comparsa sulla pelle di macchie e in particolare sul viso, localizzate su fronte, mento, zigomi o labbro superiore.

Il colore tipico di queste macchie è color caffè latte, chiamato cloasma e conosciuta come la “mascherina gravidica”.

Anche il corpo può essere interessati da macchie, il décolleté e la pancia, con una tipica riga scura che congiunge l’ombelico al pube. ( linea nigra).

Durante i nove mesi, il nuovo equilibrio ormonale provoca uno stimolo sulle strutture che quando ci si abbronza si colorano e cioè: i melanociti che a loro volta producono melanina.

Il risultato è di un aumento della pigmentazione cutanea e di conseguenza di possibili macchie.

Le macchie solitamente interessano le donne con un fototipo più scuro, cioè le donne con pelle e capelli più scuri, perché naturalmente producono più melanina.

La situazione ormonale rema contro, è importante prevenire le macchie contenendo la reazione della pelle alla luce solari attraverso alcune strategie.

Vediamo allora quali possono essere i consigli per prevenire o contenere la comparsa di macchie.

Esposizione al sole limitata alle ore meno calde e con protezione solare con filtro a fattore piuttosto alto 30-50 Spf sempre se ci si espone Anche con cielo nuvoloso.

Una pelle non adeguatamente detersa, disidratata o secca può essere più a rischio di manifestare macchie.

Per il quotidiano, si consiglia una protezione solare dopo la crema da giorno o direttamente una crema che contenga direttamente un filtro solare.

Proteggersi con cappello e occhiali durante il periodo estivo può rappresentare una buona regola per proteggere il viso.

Quali creme usare in gravidanza

I cosmetici e le creme per la gravidanza devono possedere caratteristiche particolari, in grado di portare benefici alla pelle senza contenere sostanze potenzialmente pericolose, per la donna ed il bambino.

  • utilizzare detergenti per doccia e bagno privi di sostanze che possano alterare il naturale film idrolipidico, quella parte superficiale della pelle che ci protegge, con le sue componenti di acqua e di grassi, possiede un suo equilibrio che però può facilmente essere alterato da detergenti con componenti aggressive.
  • utilizzare prodotti cosmetici in grado di idratare e nutrire la pelle, rendendola morbida, vellutata ed elastica.
  • più sana e in equilibrio sarà la pelle e meno sarà vulnerabile.
  • la crema viso in gravidanza deve essere scelta con attenzione dopo un’adeguata valutazione della pelle per prevenire eventuali danni cutanei come le macchie.
  • favorire il rinnovamento dei tessuti con un trattamento rigenerante da effettuarsi anche in istituto in cui le mani sapienti delle operatrici sapranno regalare anche un momento di relax e di bellezza, sempre gradito in una fase della vita in cui insieme alle gioie, lo stress non manca.
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito