Come scegliere il migliore shampoo e balsamo da usare in gravidanza

Scegliere miglior shampoo e balsamo

Lavare i capelli in gravidanza è una di quelle attività che merita di essere argomentata in modo molto approfondito, al fine di accompagnare le future mamme in un percorso che abbia l’obiettivo di portare loro a scegliere prodotti naturali e che facciano bene alla propria chioma e non pongano il problema di eventuali rischi per la salute del proprio organismo e di quello del bambino che portano in grembo.

Ciò che è certo è che bisognerà optare per il migliore shampoo, totalmente e necessariamente naturale, e per una serie di altri prodotti che possano agire in modo mirato sul cuoio capelluto.

I nove mesi di gravidanza sono un periodo, da un lato certamente bellissimo, che ogni donna ricorderà per tutta la vita.

Dall’altro lato, è bene sottolineare che la vita che cresce in grembo determina dei cambiamenti ormonali e corporei importanti che incidono anche sulle normali attività svolte nella quotidianità.

E anche lavare i capelli diventa un’operazione che merita cura ed attenzione e, come abbiamo fatto presente, necessita di uno “zoom” sui prodotti che vengono utilizzati anche al fine di capire quale tra essi possa essere, per esempio, il migliore shampoo per rinforzare, nutrire ed illuminare i capelli in gravidanza.

Le donne in dolce attesa assistono e subiscono dei cambiamenti notevoli del proprio corpo e delle proprie forme che si modellano per “fare spazio” al piccolo che cresce, giorno dopo giorno. Prima di spiegare come lavare i capelli in gravidanza e dedicare anche un apposito paragrafo ai consigli relativi a “ogni quanto lavare i capelli in gravidanza” sarà opportuno precisare che nel periodo dei 9 mesi – come è già noto a tutti – la futura mamma deve fare i conti con una serie di cambiamenti che si traducono in comportamenti “particolari” degli ormoni che fanno vivere una situazione nuova alle donne in stato interessante. In questo bel periodo, da vivere con serenità e gioia per prepararsi al meglio al momento del parto, queste normali e consuete alterazioni ormonali incidono anche sui capelli.

In gravidanzainfatti, contrariamente a quanto si possa comunemente pensare, la chioma fluente femminile si presta anch’essa a “nuova vita” e lo stato di salute del cuoio capelluto tende a migliorare notevolmente, soprattutto dopo i primi tre mesi, periodo durante il quale aumenta la produzione dell’ormone chiamato “progesterone”.

I capelli in gravidanza, invece, beneficiano dell’azione ormonale in presenza di una maggiore produzione di estrogeni che avviene soprattutto a seguito della formazione della placenta, quindi in particolare dopo il terzo mese.

Fatta tale importante premessa, però è necessario ora focalizzarsi su una serie di situazioni che impongono l’adozione di comportamenti utili ai fini della tutela e della garanzia di un ottimo stato di salute e, quindi, anche sulla scelta del migliore shampoo.

Lavare i capelli in gravidanza: tutto ciò che le future mamme devono sapere

Certamente, durante i nove mesi di dolce attesa, le ansie, lo stress, le paure e le preoccupazioni aumentano (di numero e di intensità) anche perché capita molto spesso che i prodotti che si utilizzavano prima di aspettare un figlio, magari non risultino più adatti per trattare i capelli in gravidanza.

Scegliere il migliore shampoo non è così facile come sembra, anche perché ogni mamma dovrà valutare la tipologia di prodotto considerata più adatta sulla base delle caratteristiche dei propri capelli. In gravidanza, per prima cosa deve essere precisato che è  indispensabile l’utilizzo di rimedi naturali e prodotti delicati e, tra le altre cose, quindi anche possibilmente biologici e realizzati senza alcun ricorso all’uso di sostanze chimiche, OGM, siliconi e parabeni e a tutti gli altri elementi presenti nell’INCI (posto sul retro della confezione) che potrebbero determinare conseguenze rischiose e, nella peggiore delle ipotesi anche seri pericoli,  per la salute sia della mamma e sia per quella del bimbo.

Infatti, le sostanze considerate nocive – se dovessero trovare un contatto con la cute – la penetrerebbero diffondendosi nell’organismo e questo processo potrebbe costituire un potenziale pericolo.

E, quindi, come bisognerà procedere per lavare i capelli in gravidanza? Dunque, sarà opportuno evidenziare le buone abitudini da adottare per contrastare qualsiasi patologia ed, eventualmente lo si rilevasse, arginare in modo totale il rischio di trovarsi costretta a fare i conti con problemi normalmente evitabili.

Accanto alla determinazione ed alla scelta del migliore shampoo per il quale optare, sarà bene capire anche ogni quanto lavare i capelli in gravidanza pure per evitare di sottoporre l’organismo ad uno stress eccessivo.

Ora, ancor più nello specifico, spieghiamo quali potrebbero essere i prodotti naturali, come l’olio di marula, l’olio di cocco, o l’olio di mandorle, che potranno essere usati dalle donne in stato interessante, al fine di garantire a se stesse bellezza, benessere e salute.

Quale è il migliore shampoo per lavare i capelli?

Quando si è in dolce attesa, sarebbe preferibile sostituire i meno usati oli più delicati e rispettosi di qualsiasi cute.

Infatti, i capelli in gravidanza devono essere trattati per lo più con prodotti che, in pratica, evitano di far dilatare i pori della pelle perché considerati aggressivi e responsabili di quell’azione tipica degli shampoo che a contatto con l’acqua producono molta schiuma.

Di conseguenza, queste tipologie di prodotto hanno l’effetto di sfibrare il capello e di rovinarlo alle volte anche in modo irreparabile.

Il migliore shampoo per lavare i capelli in gravidanza è, quindi, quello a base oleosa che – pur pulendo in profondità – non penetra la cute ma rimuove lo sporco in maniera efficace, lavato via poi con un abbondante ed accurato risciacquo a temperature né troppo calde né troppo fredde.

La procedura da seguire per donare luminosità ai capelli in gravidanza è molto semplice e veloce: basterà mettere un po’ di prodotto tra le mani o direttamente sul cuoio capelluto e massaggiare, con movimenti circolari e delicati, tutta la testa per lavare i capelli.  

In gravidanza, va anche precisato che il migliore shampoo è quello che, tra le altre, deve essere inodore, così come appunto l’olio lavante caratterizzato dalla totale assenza di profumazioni.

Solo se è necessario, l’operazione va ripetuta per una seconda volta e si deve concludere con il risciacquo al termine del quale, non serve neanche ricorrere a balsami e creme, in quanto l’olio assolve anche a questo compito e sostituisce in modo perfetto questi prodotti.

Per ottimizzare l’effetto e donare ulteriore brillantezza ai capelli in gravidanza, sarebbe bene che l’ultimo risciacquo avvenga con acqua leggermente fresca.

Ogni quanto lavare i capelli in gravidanza?

Dopo aver appurato che il migliore shampoo per lavare i capelli in gravidanza è uno specifico olio lavante di alta qualità, poco aggressivo ma eccezionale per efficienza, ora è bene concentrarsi sulla frequenza con cui effettuare lo shampoo.

La prima regola è che per lavare i capelli in gravidanza non esistono regole. Nessuno, infatti, stabilisce delle tempistiche precise o si esprime su ogni quanto lavare i capelli in gravidanza,

semplicemente perché ogni donna incinta ha esigenze proprie e diverse da quelle delle altre future mamme, in base alle quali procedere al lavaggio dei capelli.

Infatti, ci sarà bisogno di tenere in considerazione che molte donne potranno avere i capelli grassi, secchi o che si spezzano facilmente e comunque, quindi, diversi.

Considerando le caratteristiche proprie del cuoio capelluto, le donne potranno lavare i capelli in gravidanza ogni volta che lo vorranno e che lo riterranno opportuno.

Più che altro, è consigliato invece concedersi – ogni giorno – un bagno o una doccia, con acqua non eccessivamente calda.

Se il migliore shampoo per lavare i capelli in gravidanza è stato regolarmente individuato ed identificato in un olio lavante da preferire ai prodotti commerciali, il balsamo è da evitare se i suoi ingredienti non sono propriamente benefici, per le donne incinte. Meglio adottare impacchi di oli o burri vegetali da applicare sulle lunghezze venti minuti prima del lavaggio, in grado di ristrutturare e portare luminosità ai capelli.
Invece, completamente vietate sono le tradizionali tinte per capelli. In gravidanza, le donne che intendono cambiare colore dovranno rimandare l’appuntamento dal parrucchiere nel caso si dovessero sottoporre a trattamento caratterizzato dalla presenza di sostanze chimiche, con il ricorso ad ammoniaca e simili.

Per le future mamme attente a lavare i capelli in gravidanza ricorrendo al migliore shampoo, la possibilità di tingere i capelli per coprire magari quelli bianchi è data dall’uso di prodotti a base esclusivamente vegetale, come ad esempio nel caso dell’hennè, chiaramente soluzione ideale solo nei colori scuri.

Lavare i capelli in gravidanza: conclusioni

Le donne incinte, forse ancora più delle altre, non devono mai rinunciare alla propria bellezza ed al proprio benessere.

La gravidanza è un momento indimenticabile che valorizza ulteriormente la figura femminile e simbolo di femminilità, da sempre, sono i capelli fluenti e sani. Per questo motivo, i capelli in gravidanza devono essere lavati ogni qualvolta lo si ritenga opportuno con l’accortezza, però, di utilizzare migliore shampoo e prepararsi al momento del parto nel migliore dei modi.

Infatti, a gravidanza portata a termine, il corpo femminile sarà soggetto ad ulteriori cambiamenti ormonali che determineranno un indebolimento dei capelli e la conseguente caduta, causata dalla notevole diminuzione degli estrogeni. Quindi, sarà necessario fare in modo che la gravidanza, anche da questo punto di vista, garantisca di arrivare al parto belle e… con un’acconciatura al meglio!

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito