Capelli in allattamento: 5 cosa da sapere

capelli in allattamento
Linda Tosoni

 

Ostetrica

e Beauty Specialist

 

Consulenza Online 

con LINDA TOSONI 

Novità a soli 47€ 

L’acconciatura, i trattamenti e la colorazioni dei capelli, sono per una donna, un punto cardine per la propria bellezza.
Anche nel periodo della gravidanza e del dopo parto è possibile continuare a curare e occuparsi dei capelli, in allattamento in particolare cambiano alcune dinamiche che vanno conosciute, vediamo quali.

1 Cosa cambia ai capelli in allattamento

Durante la gravidanza si verificano numerose modificazioni degli ormoni del nostro organismo, in particolare si verifica un’aumento degli estrogeni. Una delle motivazioni per cui in questo periodo si assiste ad una fase molto florida per la donna a carico della pelle e anche dei capelli in gravidanza che appaiono belli, folti e in uno stato di particolare splendore.

Perché i capelli in allattamento peggiorano?

Nella fase del dopo parto avvengono ulteriori trasformazioni date dal nuovo assetto ormonale. In particolare i capelli in allattamento appaiono spesso sfibrati, opachi e soggetti anche alla caduta. Che cosa avviene e perché al cuoio capelluto e quindi ai capelli in allattamento?

Iniziamo subito col dire che tutto questo non è nulla di strano o patologico e che la natura prevede delle trasformazioni dell’organismo o del corpo sempre per un motivo, a volte per motivazioni più semplici di quanto si pensi. La risposta sta nell’azione degli estrogeni e in tutto ciò che avviene fisiologicamente nella donna che vive l’esperienza della nascita di un bambino.

2 Il ruolo degli estrogeni per i capelli

Gli estrogeni sono degli ormoni sessuali, delle sostanze prodotte all’interno del nostro corpo e principalmente dalle ovaie nella donna e il loro ruolo è quello di portare delle informazioni necessarie al funzionamento del nostro organismo.

Durante le varie età e fasi della vita di una donna gli estrogeni possono essere differenti a seconda del ruolo che devono svolgere. 

Nell’età fertile l’estrogeno più conosciuto è l’estradiolo, che viene prodotto a partire dal testosterone. Durante la gravidanza si assiste all’aumento di un altro estrogeno e cioè dell’estriolo, che viene prodotto in abbondanza dalla placenta. In menopausa, invece, partendo dall’androstenedione a livello del tessuto adiposo si otterrà l’estrone.

Molti dei processi che avvengono sono quindi dettati dagli ormoni, dalla loro tipologia specifica e dalla durata che deve avere una data informazione. Ma vediamo in che cosa possono essere coinvolti dal punto di vista ormonale i capelli in allattamento.

Nel post parto si assiste ad una rapida riduzione dei quantitativi di estrogeni presenti in gravidanza e solo durante l’allattamento ritorneranno ai livelli pre-gravidici. Durante la gravidanza i capelli vengono coinvolti con un maggior stimolo della loro fase di crescita e diminuisce quindi la fase di caduta che normalmente avviene per una certa percentuale di essi. Nel post parto l’influenza ormonale sulle fasi del ciclo di vita dei capelli agisce proprio perché la gravidanza è finita e il risultato è un’aumento della caduta dei capelli in allattamento.

Non è il fatto che si allatti al seno la causa, ma è proprio che la gravidanza si sia conclusa e con lei la grossa produzione di estrogeni.

3 Caduta dei capelli dopo parto

Quando si allatta si perdono i capelli, questa è uno degli aspetti più temuti da una donna che teme per i propri capelli dopo parto. Si parla spesso del fenomeno della caduta dei capelli in allattamento proprio perché avviene in questo periodo, ma abbiamo visto che l’allattamento al seno non è la causa specifica, ma la drastica riduzione dei livelli di estrogeni che avviene dopo la nascita del bambino. Rimane il fatto che molte donne ne vengano coinvolte e che si chiedano cosa fare e come fermare la caduta dei capelli dopo il parto.

Come rinforzare i capelli in allattamento

Come rinforzare i capelli dopo il parto e in allattamento? Dobbiamo sapere che oltre oltre all’azione degli estrogeni in questa fase si assiste anche a quella di un altro ormone molto importante e cioè della prolattina in allattamento. Questa lo dice il termine pro-lattina favorisce la produzione di latte materno, ma rende i capelli più deboli e tendenti alla caduta. Inoltre la brusca riduzione di estrogeni viene a far prevaricare l’azione di altri ormoni e cioè degli androgeni. Quest’ultimi sono in grado attraverso lo stimolo delle ghiandole che producono sebo a livello della pelle in generale e del cuoio capelluto, con la conseguenza di un’aumento dell’untuosità e della comparsa dei capelli grassi in allattamento. In questa fase possono manifestarsi tutta una serie di problematiche del cuoio capelluto come comparsa di irritazioni, forfora o prurito alla testa. La cute non è in equilibrio e le sue manifestazioni non tardano ad arrivare.

Farmaci e integratori per capelli in allattamento

Come evitare la caduta dei capelli in allattamento? E’ possibile utilizzare dei farmaci per la caduta dei capelli come nel caso dell’alopecia androgenica femminile mediante applicazione locale di estrogeni o di assunzione orale di alcune sostanze.

Anche se esistono diversi farmaci che possono aiutare nel caso di caduta dei capelli, in allattamento risultano assolutamente controindicati come lo sono anche molti integratori per capelli spesso utilizzati.

Quali integratori prendere dopo il parto? Salvo diversa prescrizione medica o di un professionista direi: nessuno.

Gli integratori possono rappresentare un valido aiuto  per molte problematiche ma lo dice la parola, devono: “integrare” qualcosa che non c’è e quindi devono essere assunti solo dopo un’attenta valutazione del caso personale. Quindi sconsiglio assolutamente il fai da te.

Dobbiamo ricordare che il fenomeno della caduta dei capelli in allattamento è del tutto fisiologico, quindi normale. La situazione si sistemerà gradualmente, basterà attendere il tempo in cui i livelli di estrogeni torneranno a come erano prima della gravidanza. Un po’ di pazienza e nell’arco di qualche mese si risolverà tutto.

Quando rivolgersi al medico per la caduta dei capelli dopo parto

Nel caso si dovesse verificare una perdita dei capelli in allattamento molto importante, è possibile confrontarsi con il medico o il dermatologo per una valutazione più approfondita. Ovvio che lo stato dei capelli in allattamento e una loro eventuale caduta può dipendere anche dallo stato di benessere della donna che allatta. Oltre all’azione degli ormoni rispetto alla salute e bellezza dei capelli in allattamento, possono essere associate altre cause come ad esempio lo stato di salute della donna stessa.

Andrebbero verificati e eventualmente corretti alcuni fattori come:

  • che si stia seguendo un’alimentazione bilanciata
  • che non vi sia una carenza di alcuni oligoelementi come rame, zinco o ferro
  • che non si sia verificato un dimagrimento eccessivo o troppo rapido
  • che non ci sia un’anemia o una problematica di salute di tipo metabolico o endocrinologico

Sarà eventualmente lo specialista a stabilire ed approfondire il caso per le cure o le terapie adatte.

Cura dei capelli in allattamento

Per mantenere in uno stato di salute, prevenire il diradamento e cercare di curare la caduta dei capelli, sono disponibili numerose soluzioni, anche se abbiamo visto che i risultati possono arrivare dall’insieme di stato di salute, alimentazione, stile di vita e impiego di prodotti cosmetici per capelli adatti.

Ecco alcuni rimedi per i capelli

Possono essere numerose le strategie e i rimedi disponibili per il trattamento dei capelli in allattamento. Va chiarito che il prodotto miracoloso non esiste, ma che se si tratta il cuoio capelluto nel modo giusto e che possa trovare un suo equilibrio, si ridurranno molto le problematiche descritte.

4 Prodotti per la cura dei capelli in allattamento 

Sono molti i cosmetici utilizzati per la cura dei capelli, ma come per i prodotti per la pelle è consigliabile utilizzare o verificare che vengano utilizzati, con alcune cautele. La pelle ricopre completamente il nostro corpo, sulla testa, il cuoio capelluto, mantiene quasi le stesse caratteristiche in termini di relazione con l’ambiente esterno, o di penetrabilità di una sostanza. Ciò che viene applicato sui capelli e sul cuoio capelluto, può penetrare come avviene nei confronti della pelle di viso e corpo.

crema-viso-idratante-defend

Crema viso idratante lenitiva

Crema viso ideale per la pelle sensibile, secca o arrossata

Dai prodotti detergenti, ai curativi, ai finish, fino ad arrivare alle tinture per capelli, è indispensabile procedere con alcune accortezze. Attenzione a tutto ciò che è spray come lacca, prodotti lucidanti o oli secchi spray, che nebulizzati possono essere inalati.

Come per la pelle, durante l’allattamento i capelli subiscono delle modificazioni, è più facile averli sfibrati o avere produzione di sebo e untuosità, a volte così eccessiva, che si ungono e sporcano molto, fino ad arrivare alle problematiche come abbiamo visto della caduta dei capelli in allattamento.

Per quanto riguarda maschere, balsami, fiale di ogni genere, è bene controllare gli ingredienti presenti nel prodotto che dovrebbero non contenere.

  • derivati del petrolio
  • parabeni (conservanti)
  • oli minerali
  • coloranti
  • profumi sintetici

Detergenti e shampoo per capelli

I detergenti e gli shampoo hanno un’azione lavante, dovrebbero essere impiegati solo nell’area del cuoio capelluto e contenere ingredienti non adatti alla cute come tensioattivi troppo aggressivi. I tensioattivi  sciolgono lo sporco sulla cute che poi verrà eliminato dal risciacquo, ma possono avere effetti che vanno ad alterare la fisiologia del cuoio capelluto e quindi la salute dei capelli, in allattamento in particolare non ne hanno la necessità. Meglio preferire detergenti più delicati con tensioattivi derivanti dal mondo vegetale.

Lozioni o fiale anticaduta

Le lozioni, i sieri anche presentati in fiale, sono prodotti che vengono applicati direttamente sulla cute. Sono dei super concentrati di sostanze curative e si distinguono per funzione a seconda degli ingredienti presenti. Le lozioni anticaduta normalmente contengono attivi in grado di stimolare la ricrescita dei capelli andando a riequilibrare il cuoio capelluto, la microcircolazione del sangue, la produzione di sebo, l’idratazione e l’elasticità.

Tra le sostanze più utilizzate troviamo:

  • miglio, camomilla, ippocastano
  • vitamine come biotina e niacina
  • amminoacidi come la cheratina

Maschera e balsamo per capelli

La maschera e balsamo per capelli rappresenta un prodotto cosmetico che grazie alle sue proprietà è in grado di:

  • idratare, nutrire e proteggere i capelli secchi, sfibrati o stressati
  • districare e rendere facile il passaggio del pettine
  • dare volume e lucentezza ai capelli

Va applicata  su tutta la lunghezza del capello successivamente allo shampoo, lasciata in posa 10-15 minuti e risciacquata con acqua.

novità-crema-per-il-corpo-mamybutter-50ml

Crema corpo Mamybutter Novità a soli 27€

La crema n 1 per la donna, in un nuovo formato!

  • protegge dalla disidratazione cutanea
  • previene irritazioni e danni alla pelle
  • lenisce il prurito, la secchezza e i fastidi anche intimi     
  • previene le smagliature

       Adatta alla donna in GRAVIDANZA

Non contiene Petrolati-Parabeni-PEG-Siliconi-Profumi-100% Naturale–Vegan OK – 50 ml

Se invece si vuole ricorrere a rimedi naturali per i capelli, sono molte le “ricette” con ingredienti casalinghi facilmente reperibili che si possono sperimentare.

Finish, leave-in o spray per capelli

Sono di fatto spray o creme ad azione protettiva o che favoriscono il condizionamento donando bellezza e lucentezza ai capelli. Spesso di aiuto anche per ridurre i capelli crespi.

Come colorare i capelli in allattamento

Quando sei incinta puoi fare la tinta ai capelli con determinate accortezze, ma anche dopo il parto se i capelli devono essere colorati, sono richieste le stesse attenzioni e precauzioni mantenute prima della nascita del bimbo. Per coprire i capelli bianchi, bisogna ricorrere a tinture che garantiscano la presenza di ingredienti assolutamente privi di sostanze tossiche e pericolose.
L’ammoniaca presente in molte tinture è assolutamente da evitare anche in allattamento.

Si consigliano tinture naturali tipo henné o colpi di sole staccati dalla base del capello, per evitare il contatto cutaneo come del resto, si dovrebbe fare in gravidanza.

Permanente e stiratura dei capelli

Per coloro che amano i capelli ricci o le stirature per capelli lisci e setosi, dovranno aspettare di aver terminato di allattare al seno, sono controindicate la permanente e la stiratura dei capelli, per la composizione chimica delle soluzioni impiegate e per la possibile inalazione delle parti volatili, che vengono liberate durante le procedure di applicazione.

5 Come prendersi cura dei capelli in allattamento

Abbiamo visto come le modificazioni che interessano l’organismo di una donna e l’azione degli ormoni anche sui capelli in allattamento possono essere associate a situazioni od abitudini che in qualche modo possono favorire un peggioramento o addirittura un diradamento, una caduta dei capelli o il fatto che si possano spezzare.

Cosa evitare per la caduta dei capelli in allattamento:

  • evitare i lavaggi troppo frequenti
  • evitare di utilizzare prodotti troppo aggressivi per la detersione
  • evitare di applicare tinte per capelli non adatte
  • evitare di impiegare temperature troppo elevate per asciugare i capelli
  • evitare o ridurre l’impiego di piastre per capelli
  • evitare di applicare elastici troppo stretti in acconciature o per raccogliere i capelli
  • evitare di esercitare trazioni meccaniche che potrebbero traumatizzare i capelli
  • evitare di eccedere in esposizioni solari senza le adeguate protezioni
  • evitare di esporre i capelli per molto tempo ad immersione in acqua salta o con cloro
  • evitare di eccedere in stili di vita scorretti come l’abuso di fumo o alcol
  • evitare un’alimentazione sbilanciata (deve prevedere oligoelementi, sali minerali, proteine, grassi essenziali e antiossidanti)

Il massaggio del cuoio capelluto per capelli sani e belli

Il massaggio come è dimostrato essere efficacie per numerosi aspetti, anche per la bellezza e la salute dei capelli in allattamento, può essere impiegato con notevoli vantaggi.

I benefici del massaggio del cuoio capelluto e per i capelli sono:

  • l’azione anti stress che si ottiene anche attraverso il rilassamento della persona
  • l’aumento del microcircolo a livello locale e quindi della cute e delle sue strutture
  • la possibilità di far agire meglio gli eventuali prodotti curativi applicati soprattutto con azione detossinante

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per il benessere, dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito