Benefici dei massaggi in gravidanza

Massaggi in gravidanza
Linda Tosoni

 

Ostetrica

e Beauty Specialist

 

Consulenza Online 

con LINDA TOSONI 

Novità a soli 57€ 

I massaggi sono una pratica che normalmente viene utilizzata per ridurre lo stress, la tensione muscolare e migliorare lo stato di salute in generale. Tuttavia, quando si tratta di praticare massaggi in gravidanza, molte donne possono avere delle perplessità e non sentirsi sicure nel volersi sottoporre a tale pratica. Grazie alla ricerca moderna è risaputo che le terapie che prevedono i massaggi in gravidanza possono rivelarsi estremamente utili nella cura non solo della donna ma anche del nascituro e che tutte le mamme dovrebbero considerare l’idea di sottoporsi a qualche seduta.

Massaggi in gravidanza: perché?

I massaggi in gravidanza non rappresentano solo una buona pratica da prendere in considerazione, ma dovrebbe essere una parte essenziale delle cure pre e post natali di una donna. Durante la gravidanza, i massaggi non rappresentano solo un efficace antidolorifico naturale in un momento in cui la quasi totalità delle opzioni medicinali sono limitate, ma un valido metodo per alleviare sofferenza da disturbi che colpiscono in gran parte dei casi le donne incinta, come dolori alla schiena e alle spalle, gonfiore alle caviglie e alle articolazioni, sindrome del tunnel carpale, mal di testa, respiro corto, smagliature e costipazioni.

Il vantaggio sicuramente più gradito dalle donne in gravidanza è la riduzione dello stress, non solo a livello fisico ma anche mentale. L’attenuarsi dello stress si può tramutare in diminuzione della nausea e dei problemi intestinali. Nel post parto, i massaggi possono essere praticati per ridurre l’accumulo di tessuto cicatriziale dopo l’eventuale intervento chirurgico, oltre a fornire un supporto molto importante per contrastare lo stress della maternità.

Massaggi in gravidanza: chi può praticarli e quali tecniche esistono

Se stai pensando di sottoporti a dei massaggi in gravidanza, sappi che non tutti i massaggiatori o terapisti sono indicati per praticarli e non tutte le tecniche sono valide e soprattutto sicure.

Esiste una figura specializzata in questo tipo di massaggio prenatale che conosce le tecniche perfette per mettere il tuo corpo a proprio agio, impostando gambe e pancia in un determinato modo per alleviare la pressione sull’addome. Esistono diverse tecniche, uno dei più efficaci oltre al massaggio ayurvedico e alle altre pratiche orientali è il cosiddetto massaggio svedese. Questo fornisce un sostanziale sollievo dal dolore e garantisce il rilassamento di cui si ha bisogno durante la gravidanza.

Massaggi in gravidanza: quali sono i benefici

Esistono diversi benefici per la salute che derivano dai massaggi in gravidanza prenatali, alcuni dei quali molto importanti proprio per la donna in dolce attesa, vediamo in seguito quali.

Riduzione del gonfiore

Un’esperienza molto comune tra le donne in gravidanza è quella del gonfiore alle articolazioni. Questo è causato dall’eccessiva pressione sui vasi sanguigni che causa quindi una diminuzione della circolazione nelle zone più periferiche. La pratica dei massaggi in gravidanza prenatali aiuta a ridurre il gonfiore, favorendo la circolazione sanguigna. I massaggi in gravidanza inoltre, prevengono la raccolta dei fluidi in corrispondenza dei giunti articolari e stimola i tessuti molli.

Regolazione ormonale

Gli squilibri ormonali sono un altro effetto ricorrente nelle donne in gravidanza. Praticare massaggi prenatali aiuta a contrastare questo fenomeno giacché rilassano e riducono gli sbalzi d’umore che notoriamente colpiscono durante il periodo di gestazione. Se quindi riscontri sbalzi d’umore, ansia, nervosismo frequente e le tue emozioni sono spesso scombussolate, grazie ai massaggi in gravidanza puoi tenere sotto controllo queste spiacevoli situazioni, poiché il cervello rilascia ormoni buoni, come la serotonina e la dopamina, i cosiddetti ormoni della felicità.

Regolare gli ormoni non è importante solo per te, ma soprattutto per il bambino, poiché molte complicazioni che si verificano in fase di nascita o si presentano nel periodo neonatale, sono direttamente legate al loro comportamento.

Sollievo da dolori ai nervi

Molte donne in stato di gravidanza riscontrano dolori muscolari e nervosi, come il dolore al nervo sciatico che è quello che maggiormente colpisce le donne in stato interessante. Il dolore è causato dalla pressione e dalla tensione che si accumula. I massaggi in gravidanza aiutano a rilasciare questa tensione dai muscoli, alleviando il dolore al nervo sciatico.

Emicranie e mal di testa

Questo è un problema che generalmente affligge le donne in gravidanza. Fortunatamente, il massaggio prenatale ha un effetto pressoché immediato su questo tipo di disturbo, infatti, bastano pochi secondi da quando il terapista comincia a praticare il massaggio per cominciare a sentirne i benefici. Il massaggio non viene fatto solo su testa e collo, ma anche in altre parti del corpo collegate alle fasce muscolari delle zone interessate, facendo sì che la tensione presente in esse venga rilasciata, eliminano il mal di testa e prevenendone il ritorno.

Riduzione delle tensioni muscolari

Questo è un beneficio che accomuna tutti i massaggi in gravidanza. La tensione muscolare è un fenomeno diffuso nelle donne in gravidanza ed è causata dal peso del bambino all’interno del grembo materno. Concentrandosi sui tessuti molli, il terapista riesce a ridurre la tensione ai muscoli, rilassandoli.

Prevenzione delle smagliature

Con la crescita del bambino all’interno della pancia, la pelle si sovra distende, si stira e questo può favorire la comparsa delle smagliature. Tuttavia, con un massaggio prenatale specifico che prevede l’utilizzo di oli idratanti con proprietà nutritive ed elasticizzanti per la pelle, è possibile ridurre la comparsa delle smagliature o addirittura impedirla del tutto. Il risultato però è molto legato al tipo di pelle della persona che si sottopone al massaggio.

Benefici dei massaggi in gravidanza 1

Crema corpo in gravidanza lenitiva H12

Emulsione fluida ideata per idratare e nutrire la pelle più sensibile e delicata come quella del neonato. Mantiene la pelle elastica prima e dopo la gravidanza. 

Massaggi in gravidanza: il massaggio svedese

Questo tipo di massaggio è uno tra i più indicati per le donne in gravidanza poiché durante la sua pratica vengono effettuate diverse tecniche atte a migliorare la circolazione e rilassare i muscoli tesi. Tra le tante tipologie di massaggio, quello svedese è progettato nello specifico a tale scopo e richiede l’applicazione di una pressione sui tessuti molli e sulle ossa, seguendo la stessa direzione del flusso sanguigno, favorendo la circolazione. Tale massaggio viene fatto eseguendo diverse tecniche e movimenti, quali:

sfregamento, accarezzamento, percussione e vibrazione e aiuta ad alleviare il fastidio da rigidità, intorpidimento, dolore, costipazione e altri problemi di salute.

Lo scopo principale dei massaggi in gravidanza svedesi è quello di aumentare l’afflusso di ossigeno nel sangue ed eliminare le tossine in esso presenti, migliorando l’ossigenazione dei muscoli. Altri benefici derivanti da tale massaggi includono, oltre alla stimolazione della circolazione, un aumento del tono muscolare e un miglioramento dell’equilibrio muscolo-scheletrico, accelera i tempi di recupero dagli sforzi muscolari eccessivi eliminando l’acido lattico che ricopre i muscoli indolenziti e rimuove altri rifiuti metabolici, come l’acido urico.

Un effetto molto importante per le donne in gravidanza che ricevono il massaggio svedese è che la circolazione viene migliorata senza però aumentare il ritmo cardiaco. Durante una sessione di massaggio svedese vengono eseguiti in modo alternato movimenti di frizione, scorrimento, manipolazione, vibrazione, tocchi ritmici, flessione e stiramento.

Massaggi in gravidanza: il massaggio prenatale

Visto che la gravidanza può causare stress fisico ed emotivo nella vita di una donna, il massaggio prenatale è una pratica specifica per portare benefici sia al corpo che alla mente. Il massaggio prenatale migliora la circolazione sanguigna e linfatica e aiuta a diminuire la sensazione di pressione che si avverte su tutto il corpo. Migliora la qualità del sonno giacché favorisce il rilassamento dei muscoli, accelerando il processo di recupero delle energie durante le ore notturne. Molte donne che praticano questo tipo di massaggi in gravidanza dichiarano di avvertire meno stress mentale, ansia e paure relative all’arrivo del nascituro. Il massaggio prenatale previene anche i sintomi più comuni dello stato di gravidanza, quali crampi muscolari, spasmi e dolori miofasciali, i quali vengono avvertiti generalmente nella parte bassa della schiena, sul collo, alle spalle, ai fianchi e alle gambe. Il massaggio prenatale è in grado anche di diminuire il gonfiore all’estremità di braccia, mani, gambe e piedi.

olio-gravidanza-elasticizzante

Olio gravidanza Elast-oil

Olio elasticizzante per la prevenzione di smagliature, pelle secca o che prude

Massaggi in gravidanza: sono sicuri?

Diversi terapisti si rifiutano di massaggiare durante il primo trimestre. Tuttavia, questo è il momento in cui il supporto fisico ed emotivo del massaggio sarebbe più utile. Il motivo del rifiuto da parte di tanti professionisti non ha nulla a che vedere con la pericolosità dei massaggi in gravidanza o di qualche rischio in particolare che questi potrebbero implicare, ma è un motivo puramente di responsabilità, dovuto a un dato statistico secondo il quale l’85% degli aborti si verifica proprio in quel periodo. Tuttavia, non c’è nessuna prova che il massaggio prenatale sia dannoso per la donna in gravidanza e per il bambino, purché nel primo trimestre non si pratichi il massaggio addominale profondo. Il massaggio è sicuro anche nelle fasi finali della gravidanza e perfino in fase di travaglio. Molte donne infatti, richiedono il massaggio anche come distrazione dai dolori di quei momenti. In casi particolari per i quali la donna è costretta a letto durante la gravidanza, è possibile praticare un massaggio delicato e modificato appositamente in base alla situazione, per alleviare i dolori e preparare alla fase del parto.

È bene ribadire che il terapista deve essere qualificato specificatamente per la pratica dei massaggi in gravidanza, pre-nascita e dopo parto.

Massaggi in gravidanza: ci sono precauzioni da prendere?

La differenza sostanziale tra i massaggi normali e i massaggi in gravidanza aldilà di alcuni precisi principi di esecuzione, è la posizione che la donna deve assumere. Soprattutto negli ultimi mesi, può risultare difficile trovare una posizione comoda per sentirsi a proprio agio. I massaggi in gravidanza vengono eseguiti solitamente posizionandosi sul fianco o seduti, col supporto di numerosi cuscini. Stare sdraiati sulla parte posteriore o anteriore non è consigliato nell’ultimo trimestre di gravidanza a causa della pressione esercitata dall’addome su alcune strutture circolatorie.

Dopo molti test e ricerche, diversi terapisti affermano che premendo determinati punti a livello delle caviglie, si possono stimolare alcune strutture intorno alla zona pelvica col rischio di causare contrazioni precoci, anche se questa idea non è supportata in maniera chiara a livello scientifico. Non esiste un solo elemento di prova a favore della digito-pressione come causa di contrazioni pelviche, non è pertanto rischiosa la manipolazione di piedi e caviglie durante la gravidanza.

Tuttavia, se vuoi evitare questa pratica, basta farlo presente al terapista, il quale si occuperà di praticare soltanto un delicato e rilassante massaggio generale. Giacché le donne in gravidanza sviluppano una maggiore sensibilità dell’olfatto, è probabile che molti dei prodotti utilizzati, come quelli per l’aromaterapia, causino nausea, pertanto, non è consigliabile l’uso di tali prodotti.

In caso di patologie preesistenti, come ipertensione, vene varicose o altre cause che potrebbero mettere a rischio la gravidanza, è bene consultare il proprio medico prima di effettuare massaggi in gravidanza.

Massaggi prenatali: ogni quanto bisogna farli

Ogni gravidanza è diversa, così come ogni donna, ragione per la quale non esiste una tempistica prestabilita per calcolare gli intervalli tra un massaggio e l’altro. I tempi standard potrebbero essere una volta al mese o una volta a settimana, ma non essendoci particolari controindicazioni, si possono praticare ogni qualvolta se ne senta il bisogno, per alleviare dolori alla schiena, mal di testa e altri disturbi già indicati.

Massaggi dopo parto: sono utili?

L’accumulo di tessuto cicatriziale, le smagliature, ma anche lo stress e la tensione della maternità, possono essere alleviati con regolari massaggi che, oltre a risolvere questi problemi, rappresentano un valido aiuto per ritrovare l’elasticità della pelle. In ogni caso, il massaggio post partum è un fedele alleato per tutte le donne che vogliono prendersi cura di sé stesse dopo la nascita del proprio bambino. A patto di non aver subito un parto cesareo, il massaggio dopo parto può essere eseguito anche nei primi tempi e sembra addirittura avere degli enormi benefici sul benessere e sui tempi di guarigione.

Massaggi in gravidanza: cosa dice la scienza

Sotto il punto di vista medico, sono molti gli esperti che si sono espressi al riguardo dei massaggi in gravidanza prenatali e diversi studi hanno dimostrato in modo chiaro che gli effetti benefici derivanti dalla terapia con massaggio non migliorano soltanto la salute della donna, ma anche del bambino che cresce all’interno dell’utero. La pratica del massaggio prenatale, inoltre, favorisce e predispone ad un travaglio fisiologico, aumentando le possibilità di un parto meno doloroso.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per il benessere, dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita