Insonnia in gravidanza: cause e rimedi consigliati

insonnia in gravidanza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

 

Beauty Specialist ed Ostetrica

Consulenza personalizzata con LINDA TOSONI

Novità a partire da soli 37€

Da quando sei incinta ti capita di soffrire spesso di insonnia: ti giri e ti rigiri nel letto in attesa che il sonno arrivi.

Non ti preoccupare, non sei sola. Infatti l’insonnia in gravidanza è un fenomeno molto comune, i cambiamenti che il corpo subisce durante la gravidanza possono influenzare negativamente il tuo riposo.

Non commettiamo l’errore, però, di sottovalutare questa situazione, alla lunga può diventare un disturbo molto fastidioso, con al contrario un altro sintomo frequente ossia quello della sonnolenza in gravidanza.

In questo articolo potrai imparare quali sono le cause dell’insonnia in gravidanza, potrai quindi capire da dove deriva il tuo disagio.

Poi, una volta individuati i sintomi, ti daremo qualche ottimo consiglio per combattere l’insonnia, così da ottenere il tanto meritato riposo.

Le cause dell’insonnia gravidica

Prima di tutto, vediamo insieme dove si origina l’insonnia in gravidanza. Questo disturbo può avere diverse cause: da quelle fisiche, a quelle emotive, ormonali e patologiche.

Queste sono cause possono generare l’insonnia in ogni momento, ma bisogna anche considerare che ogni fase della gestazione presenta le sue specifiche criticità.

Durante il primo trimestre di gravidanza una delle cause principali che può portare all’insonnia riguarda gli evidenti cambiamenti ormonali che si vanno a verificare in questo periodo: nausea, vomito, stanchezza diurna e aumento della minzione possono causare il risveglio durante la notte.

Inoltre, essendo il primo periodo di gravidanza, a tenerti sveglia può esserci sicuramente anche l’eccitazione e la preoccupazione che deriva dal fatto di diventare una futura mamma.

Nel secondo trimestre, man mano che la gravidanza procede e i cambiamenti nel tuo corpo aumentano, iniziano i movimenti fetali e la dimensione della pancia continua ad aumentare.

Tutti questi fattori possono influenzare in maniera negativa il tuo riposo: il bambino che scalcia durante la notte potrebbe essere un elemento che ti impedisce di dormire, come anche la difficoltà a trovare una posizione comoda a causa del pancione.

Allo stesso modo, la maggiore pressione del feto sulla vescica può aumentare la frequenza nella minzione e quindi creare problemi nella gestione del sonno.

Verso il termine della gravidanza il livello di ormoni nel tuo corpo inizia a subire ulteriori variazioni, come l’aumento della produzione di ossitocina, che avviene in preparazione al travaglio.

Questo ormone, sicuramente utile per il parto e la fase di allattamento successiva, può però influire in maniera negativa sul riposo notturno, causando l’insonnia.

Come si manifesta l’insonnia e quali sono i sintomi

In genere l’ insonnia in gravidanza si manifesta con difficoltà ad addormentarsi subito.

In particolare ci si riferisce a una difficoltà che avviene entro i 10-20 minuti dal momento in cui si va a letto e che si manifesta attraverso l’incapacità di prendere sonno quando ci si sveglia nelle ore notturne.

Ti è mai capitato di svegliarti prima del solito ma di sentirti stanca come se non avessi mai dormito?

Questa è un’altra manifestazione dell’insonnia, come lo è avere un sonno disturbato, che non ti permette di riposare in maniera soddisfacente.

Ovviamente l’ insonnia in gravidanza è una condizione che può portare a sentirsi maggiormente irritabili e a una situazione in cui irrequietezza e stress sono maggiori.

Questi sintomi purtroppo, possono andare a peggiorare disturbi del sonno già esistenti.

Nei casi, invece, in cui l’insonnia derivi da malattie maggiormente legate alla sfera emotiva, come ansia e depressione, potresti percepire anche altri sintomi correlati a queste patologie. In questo caso è sempre meglio rivolgersi a uno specialista, evitare rimedi “fai da te“.

Rimedi per curare l’insonnia in gravidanza

A questo punto sai cos’è l’insonnia gravidica, abbiamo visto insieme da cos’ è causata, come si manifesta e quali sono i sintomi che l’accompagnano. Finalmente è arrivata la parte dell’ articolo che aspettavi: quella in cui ti diamo qualche consiglio per poterla curare.

Una buona idea può essere quella di, un’ora prima di andare a dormire, rilassarti con un buon bagno caldo, magari accompagnato da bagno schiuma con aloe, avena o la minima presenza di essenze profumate: rosa, lavanda e sandalo, per garantire un sonno profondo.

Insonnia in gravidanza: cause e rimedi consigliati 1

Detergente gravidanza Bath A9

Detergente corpo delicato

Un’altro consiglio che ti possiamo dare è quello di evitare di consumare bevande eccitanti fin dal pomeriggio.

Ma non basta dire no al caffè, perché la caffeina è contenuta in tanti alimenti, come cacao, tè, cioccolata, bevande energetiche, integratori e persino gomme da masticare.

Parlando sempre di eccitanti, se durante la notte ti viene fame, nulla vieta di prepararti uno spuntino, ma sarebbe meglio che questo non contenesse zuccheri: ti darebbero un’energia e una carica non necessaria e anche deleteria.

Quindi sì a proteine e carboidrati complessi, perfetti per prevenire i crampi notturni.

Lo sapevi che la regola che dice di bere tanta acqua vale soltanto per il giorno? Farlo di notte, o anche a tarda sera, aumenta la possibilità di svegliarti spesso per andare in bagno.

Un’altro aspetto da tenere in conto riguarda le conseguenze dell’attività fisica.

Abbiamo sempre detto che fare sport in gravidanza fa molto bene, ma sarebbe meglio evitare di farlo di sera: la ginnastica, infatti, è un tipo di attività che produce adrenalina e cortisolo, in grado di stimolarci sia mentalmente che fisicamente.

Durante l’ultimo trimestre, la pancia arriva a raggiungere delle dimensioni abbastanza voluminose e questo può causare disturbi del sonno.

Potresti trarre beneficio dall’auto massaggio utilizzando un buon prodotto idratante e nutriente dopo la doccia, te ne sarà grata anche la tua pelle.

Mamy Butter

Crema gravidanza Mamybutter

Burro corpo numero 1 per la donna in gravidanza…e non solo!

Qualità ed innovazione in un solo prodotto.

Un ottimo rimedio può essere quello di scegliere un buon materasso, che non deve essere troppo rigido o troppo morbido, così da permettere una buona circolazione del sangue. Il miglior materasso è costituito in lattice, con le molle o le doghe in legno.

Attenzione anche alla posizione in cui dormi: meglio stare sdraiata sulla schiena, ponendo la testa su di un cuscino di media altezza, questo permetterà la massima espansione della cassa toracica.

Un’alternativa può essere quella di dormire su un fianco e con le gambe rannicchiate, questa posizione è perfetta per garantire una buona circolazione, senza far gravare il peso del bimbo su di te.

Infine, l’ultimo consiglio per te: cerca di distribuire al meglio i pasti durante il giorno, consumando una cena leggera.

In questo modo potrai andare a dormire senza un grande peso sullo stomaco, cosa che non aiuta affatto a combattere la tua insonnia, anzi, tende ad aumentarla.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita