Bagno in gravidanza: consigli, benefici e quando si può fare

bagno in gravidanza
Linda Tosoni

 

Ostetrica

e Beauty Specialist

 

Consulenza Online 

con LINDA TOSONI 

Novità a soli 57€ 

Durante la gestazione porsi un milione di domande e cercare una risposta a tutte è un vero e proprio lavoro, purtroppo durante questo periodo sono tante le cose che ci si chiede se facciano bene o meno, tra queste c’è sicuramente il bagno in gravidanza.

Il bagno in acqua o piscine calde o termali, come ad esempio quello che si può fare durante una SPA in gravidanza, in realtà può essere fatto, naturalmente con le giuste attenzioni che permettono di godersi al meglio il momento. Infatti, fare il bagno in gravidanza prevede attenzione alla giusta temperatura, e anche al tempo che si passa in acqua.

Consigli per fare un bagno in gravidanza molto rilassante

Prima di fare un bel bagno caldo in gravidanza ti consiglio di seguire alcuni consigli che ti permetteranno di godere appieno del momento.

Fai un bagno dopo una buona digestione

Per ottenere il giusto stato di relax in gravidanza bisogna fare un bel bagno caldo dopo la digestione. Per questo motivo è consigliabile assicurarsi di aver digerito da qualche ora prima di fare il bagno. Infatti, fare un bagno caldo subito dopo aver mangiato potrebbe far avvertire un reflusso gastrico fastidioso.

Crea un’atmosfera accogliente

Il secondo passo è la creazione di una bella atmosfera per rilassarti al meglio, come ad esempio l’uso degli incensi o degli aromi per l’aromaterapia. Oppure puoi accendere delle candele profumate. Insomma, scegli di creare l’atmosfera che più ti rilassa.

La temperatura della vasca da bagno

Il terzo passo è scegliere la giusta temperatura dell’acqua per la vasca da bagno. La temperatura soprattutto durante la gravidanza è veramente molto importante. Infatti, il caldo eccessivo potrebbe essere dannoso. Ecco perché l’acqua non deve mai essere bollente. La temperatura ideale è tra i 32 e i 37 gradi per un bagno che sia realmente rilassante, rigenerante e in grado di eliminare lo stress.

Durata del bagno in acqua calda

Un altro aspetto importante è la durata del bagno in gravidanza che non dev’essere troppo prolungata. Anche se è piacevole e rilassante stare in una vasca con la giusta atmosfera è meglio non stare in vasca oltre i 20 minuti. Solo in questo modo non c’è il rischio di indebolirsi.

Chiedi sempre consiglio al medico

Se scegli di fare un bagno caldo in una piscina riscaldata oppure in un centro termale è meglio chiedere sempre consiglio al proprio medico o al ginecologo. Infatti, l’acqua calda per alcune donne potrebbe essere sconsigliata a un certo punto della gravidanza.

I benefici principali del bagno in gravidanza

Un bagno in gravidanza non solo fa bene al corpo ma anche alla mente. Vediamo però insieme quali sono i benefici principali offerti da un bagno rilassante in acqua calda.

Crema protezione solare Sun L

Crema solare gravidanza L

Hai la pelle chiara, delicata, soggetta ad eritemi o vuoi proteggere il tuo viso e corpo dalle macchie solari o dalle scottature?

La massima protezione della pelle nei confronti dei raggi solari:

  • UVA, UVB e anche dai Raggi infrarossi con un spf 50
  • NOVITA’ protegge dalla LUCE BLU dei monitor (digital device)

Produzione delle endorfine

La produzione delle endorfine permette di stimolare al meglio la mente. Lo stato di relax supporta infatti la produzione di questo ormone che regala al corpo e anche alla mente una sensazione di forte benessere.

La produzione delle endorfine è davvero benefica per una donna in gravidanza, in quanto permette di fare una terapia dopo una giornata di lavoro pesante o comunque dopo uno stress eccessivo a causa delle problematiche della gravidanza.

L’aumento delle endorfine nel corpo offerta da 20 minuti all’interno della vasca da bagno, dunque, permette di far crescere le sensazioni di benessere e ottenere le energie positive che renderanno il periodo più stimolante e meno complessa.

Migliorare la circolazione sanguigna

Migliorare la circolazione sanguigna è un’altra prerogativa delle donne che durante la gravidanza avvertono la pesantezza nelle gambe e nei piedi.

Con un bagno prima in acqua calda e poi con dei getti successivi di acqua fredda sulle gambe è possibile ottenere un effetto benefico sulla circolazione.

Infatti, i getti di acqua fredda alternati alla sensazione di calore di quella calda possono attivare più facilmente la circolazione sanguigna, fa sgonfiare le gambe, attiva una maggiore sensazione di leggerezza e aiuta a sentirsi meglio.

Combattere lo stress

Un altro motivo per fare l’idromassaggio è dato dalla sua azione che permette di combattere nel migliore dei modi lo stress. Unendo il momento del bagno alla cromoterapia o aromaterapia si può creare un momento di pace e di relax che aiuta sia la mamma sia il bambino a stare meglio e sentirsi anche più felici.

I benefici del bagno freddo in gravidanza

Più che fare un bagno freddo in gravidanza è meglio fare una doccia con acqua fresca. La doccia con l’acqua fredda ha un effetto rigenerante e permette di alleviare il senso di stanchezza.

Inoltre, la doccia con getti alternati di acqua fredda e calda permette di tonificare i tessuti, riattivare la circolazione e combattere il gonfiore alle gambe.

L’acqua fresca aiuta anche a favorire la vasocostrizione e i gonfiori alle gambe. Bisogna evitare di dirigere il getto d’acqua però sulla pancia, cercando di direzionarla solo in zone specifiche come la gambe o le braccia.

Bagno al mare in gravidanza si può fare?

Durante i mesi caldi è davvero complesso essere incinte. Il caldo fa avvertire di più la stanchezza e le vene varicose possono aumentare, in quanto il caldo incide sulla circolazione. Ma si può fare il bagno al mare in gravidanza?

In realtà, andare al mare in gravidanza fa bene in quanto si respira lo iodio che agisce positivamente sul corpo e su chi soffre di ipotiroidismo.

Passeggiare nell’acqua di mare permette di combattere le vene varicose e di combattere il gonfiore delle gambe e dei piedi.

Al mare, dunque, si può andare bisogna però cercare di evitare le ore più calde del giorno, soprattutto per fare il bagno, in quanto il sole si rifrange sulla superficie dell’acqua e c’è il rischio di scottarsi più facilmente. Meglio andare al mattino presto per fare un bel bagno in acqua fresca oppure in acqua più tiepida nel pomeriggio.

Bagno in gravidanza: consigli, benefici e quando si può fare 1

Crema corpo in gravidanza lenitiva H12

Emulsione fluida ideata per idratare e nutrire la pelle più sensibile e delicata come quella del neonato. Mantiene la pelle elastica prima e dopo la gravidanza. 

Come rendere più rilassante l’esperienza

Se si fa l’idromassaggio in vasca è possibile rendere l’esperienza più bella e rilassante attraverso alcune soluzioni aggiuntive.

Ad esempio: le candele, la musica rilassante da accendere in sottofondo, il bere un tè o una tisana calda. Inoltre, dopo la fine del bagno è possibile fare un massaggio rilassante su tutto il corpo con un’olio naturale o con una crema specificai, che permettono di rendere la pelle ancora più bella, morbida e aiutando la prevenzione le smagliature. In questo modo l’esperienza sarà ancora più rilassante e piacevole.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per il benessere, dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita