Vene varicose in gravidanza: consigli, cura e prevenzione

vene varicose in gravidanza
Linda Tosoni

 

Beauty Specialist

Consulenza Online 

con LINDA TOSONI 

Novità a soli 57€ 

Le vene varicose in gravidanza o varici possono comparire per una conseguenza ormonale della gestazione. Certo può non essere piacevole assistere all’aumento delle vene varicose su alcune zone del corpo e quando succede è possibile provare anche un po’ di timore.

Durante il primo trimestre, infatti, l’aumento degli ormoni e la crescita della pancia possono portare a modificare la postura e di conseguenza a causare dei problemi di circolazione a carico principalmente degli arti inferiori.

In questa guida andiamo a vedere nel dettaglio come si manifestano le vene varicose, quali sono le cause principali e i possibili rimedi.

Cosa sono le vene varicose in gravidanza e come si manifestano?

Le vene varicose o varici sono la conseguenza della dilatazione delle vene superficiali delle gambe e più in generale degli arti inferiori. Queste possono colpire le donne durante il periodo della gravidanza, specie quelle più esposte per fattori di rischio come: vita sedentaria, mantenimento di posizioni scorrette, troppo tempo in piedi o aumento eccessivo del peso corporeo.

Durante la gravidanza si è più soggette alle vene varicose a causa anche di alcune alterazioni dell’equilibrio ormonale che portano a una maggiore distensione dei vasi sanguigni.

Inoltre, se non si fa attenzione, soprattutto nel primo trimestre con una dieta per gravidanza attenta, c’è il rischio che si vada a incidere negativamente sulla circolazione sanguigna proprio a causa di aumento del peso improvviso.

I fattori di rischio che portano a questa problematica sono dovuti anche a un fattore ereditario e genetico. Se si hanno parenti stretti come una mamma, una nonna o un padre che soffre di vene varicose sarà più probabile che queste si presentino durante la gravidanza.

Questo disturbo si può presentare in forma leggera, sotto forma di dilatazione dei capillari, o sotto forma di varici, fino ad arrivare a manifestazioni più gravi, che possono portare anche a un cambiamento del colorito della pelle degli arti inferiori. Naturalmente, in presenza di varici bisogna sempre chiedere aiuto al proprio medico o ginecologo per capire se si debba o meno intervenire e in che modo.

Mamy Butter

Crema corpo Mamybutter

Per la donna nelle diverse fasi della vita, in grado di:

  • proteggere dalla disidratazione cutanea
  • prevenire irritazioni e danni alla pelle
  • lenire il prurito, la secchezza e i fastidi anche intimi     

Adatta a tutte le età, in particolare nel periodo della GRAVIDANZA e menopausa

Sintomi delle vene varicose

I sintomi più comuni nella prima fase della comparsa delle vene varicose possono essere: bruciore, sensazione di pesantezza, formicolio, gonfiore e dolore, il tutto localizzato negli arti inferiori.

In genere queste sono sensazioni che si avvertono nel momento in cui si stanno formando, con l’andare del tempo a parte in qualche condizione particolare, le varici non portano sintomi specifici o dolorosi.

Cura delle varici gravidiche

Quando si parla di cura delle varici, ci sono due approcci principali tra i quali è possibile scegliere: quello conservativo e quello interventistico.

L’approccio conservativo richiede l’uso delle calze elastiche per gravidanza, accompagnando il tutto con una eventuale terapia medica specifica, necessaria a diminuire la progressione della malattia e a ridurre sintomi e l’insorgere di complicanze varie.

Questa terapia è maggiormente indicata nella cura dei casi meno gravi, oltre che consigliata per il trattamento delle varici gravidiche. L’approccio conservativo non serve a far scomparire le varici, ma aiuta a ridurne la progressione e diminuire i sintomi e fastidi che si possono avvertire.

Allo stesso modo anche l’approccio interventistico non guarisce completamente dal disturbo, ma viene utilizzato per eliminare in modo mirato le vene più ingrossate e in genere considerate più pericolose.

In questo caso le tipologie di intervento sono molteplici e sicuramente più invasive rispetto all’approccio conservativo.

Infine, è possibile scegliere tra varie terapie come: quella endovascolare, minimamente invasiva e molto sicura, la scleroterapia che tratta i capillari, la chirurgia, ormai utilizzata solo in condizioni specifiche e più gravi e comunque da destinarsi alla conclusione della gravidanza.

Come prevenire le vene varicose con la compressione

Al fine di prevenire la comparsa di vene varicose, è stato introdotto un semplice e utile strumento che può venire in aiuto: la calzetteria compressiva.

Le calze compressive sono in commercio da molti anni. Ecco perché è possibile trovarne di varie forme e colori. Grazie al design più moderno che le contraddistingue, possono essere indossate comodamente e andare a sostituire i collant che si utilizzavano prima della gravidanza.

Per evitare la comparsa delle vene varicose si possono indossare le calze dal terzo mese di gravidanza. Inoltre, sarebbe consigliabile indossarle fino a due mesi dopo il parto, infatti le vene varicose potrebbero comparire anche dopo la nascita e/o durante l’allattamento.

Per quanto riguarda i modelli esistono molte possibilità di scelta, a seconda delle proprie necessità: dal collant con sezione mutandina per il pancione, agli autoreggenti, fino ai gambaletti. Basterà rivolgersi in farmacia o in un negozio specializzato per la gravidanza, per avere i collant compressivi perfetti in base alle esigenze.

Oltre alle calze compressive sono a disposizione anche capi pensati appositamente per prevenire la trombosi come le specifiche calze preventive antitrombo, che unite alla ginnastica e a trattamenti anticoagulanti, sono ottimi alleati per evitare la loro formazione.

Consulenza dopo parto online

Consulenza dopo parto online

Ideale per chi ha bisogno di informazioni, chiarimenti e indicazioni circa la “remise en forme” e il recupero della forma fisica  precedente alla gravidanza.

Consulenza dedicata a te, alle tue domande, curiosità e dubbi circa come tornare allo stato di forma fisica prima della nascita del bambino.

Per quanto riguarda i vestiti antitrombosi ed eventuali trattamenti il consiglio è di rivolgersi comunque sempre al proprio medico che saprà indicare sia come prevenire le vene varicose sia come agire in caso di comparsa delle varici gravidiche o di vene trombotiche.

Consigli per ridurre i crampi gambe in gravidanza

Per concludere questo articolo voglio darti alcuni consigli per diminuire la comparsa di gonfiori e di crampi alle gambe durante la gestazione al fine di prevenire anche le vene varicose, con alcune alternative all’uso esclusivo delle calze elastiche gravidanza.

Se vuoi prevenire i dolori alle gambe in gravidanza: l’esercizio fisico e lo sport possono essere un valido aiuto per favorire la circolazione sanguigna.

Sono consigliate attività come: passeggiate, esercizi pre natali, nuoto, yoga e bicicletta, ideali sia per migliorare la circolazione del sangue, sia per stimolare il microcircolo del sistema linfatico e contrastare anche altri inestetismi che possono comparire come la cellulite.

Un altro consiglio è quello di fare delle docce alternando l’acqua calda e l’acqua fredda sulle gambe. Questa attività permette di migliorare la circolazione e di stimolare la contrazione e e l’elasticità dei vasi sanguigni. Molto utili anche i pediluvi per diminuire il gonfiore di piedi e gambe.

Ricorda anche di evitare di stare troppe ore nella stessa posizione, sia essa eretta o seduta e al fine di evitare la comparsa di crampi, bisogna sempre bere acqua in abbondanza e tisane durante il giorno al fine di migliorare il livello di idratazione e contrastare anche la ritenzione idrica.  

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per il benessere, dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita