Tricotomia pre-parto, quando farla e perché

Tricotomia pre-parto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

Ostetrica 

Consulenza ostetrica e di estetica in gravidanza

A partire da soli 57€uro

Nell’approfondimento odierno voglio affrontare un tema piuttosto delicato, che per molte persone costituisce ancora una sorta di immotivato tabù: la tricotomia pre-parto.

Appare infatti evidente che non tutte le donne si depilano in prossimità del parto, e che alcune di queste non si preoccupano minimamente di ciò, perché magari sono interessate da una peluria non folta, non scura e non particolarmente evidente.

Quando si frequenta un corso pre-parto, però, emerge spesso che il look intimo non particolarmente curato in alcune circostanze non è tollerato. Ma come comportarsi in questo ambito?

Tricotomia pre-parto, come prepararsi

Se il parto è spontaneo, le depilazioni parziali ed integrali rappresentano un optional. La partoriente che gode di una buona elasticità vaginale, infatti, non necessita di nessun aiuto esterno, e la rimozione della peluria non rappresenta un elemento vantaggioso.

A volte, però, accade che superata la 35º settimana le ostetriche possano incoraggiare una piccola depilazione perineale. Non si tratta di una pretesa insensata, né di un obbligo per la futura mamma, ma di una raccomandazione igienica, che riduce notevolmente il rischio di infezioni in caso di episiotomia.

Chi non riesce a liberarsi dai peli superflui dell’area intima viene comunque assistita dal personale medico, che procede alla depilazione poco prima di praticare il taglio, rendendo rapida e sicura la successiva sutura.

Parto cesareo e tricotomia inguinale

L’episiotomia è un taglietto che viene eseguito in anestesia locale in quelle occasioni in cui vi sia difficoltà oggettiva nel portare a temine un parto naturale senza incappare in lacerazioni.

Si tratta, insomma, di un piccolo intervento, che passa quasi inosservato durante la fase di espulsione, e che viene oggi giorno eseguito in modo sicuro e routinario.

Quando però si viene sottoposti al cesareo, il corpo affronta un intervento chirurgico di tutt’altro spessore, e ogni fase di preparazione deve essere stabilita in modo certosino.

L’obbligo di depilazione intima totale, in particolare per quanto riguarda il pube e il basso ventre, non è in questo caso trascurabile. Il fine non è certo quello di arrecare disagio alla partoriente, che nell’ultimo mese vede ridotta la sua capacità di movimento, bensì di contrastare qualsiasi rischio di infezione attraverso una tricotomia del pube accorta e puntuale.

Imbarazzo e travaglio a sorpresa

Le donne che hanno necessità di depilare l’area genitale in gravidanza, non sempre riescono a effettuarla da sole: è ben intuibile che nell’ultima parte della gestazione le dimensioni del pancione sono talmente ampie da rendere molto arduo il compimento di un movimento come quello che potrebbe permettere la depilazione. La stessa visuale della stessa area risulterà essere piuttosto complessa. In aggiunta a ciò, bisogna pur ammettere che è possibile che la gestante non si trovi a proprio agio con un’estetista.

Se tuttavia le indicazioni fornite dagli operatori del proprio reparto maternità esigono questo tipo di intervento estetico, bisognerà mettere da parte l’imbarazzo e chiedere un aiuto professionale.

Il travaglio, infatti, può cogliere chiunque all’improvviso ed in caso di emergenza è preferibile trovarsi pronte!

In ogni caso, ti consiglio di non preoccuparti eccessivamente. Bisogna infatti pur sempre precisare che lo staff sanitario è abituato a risolvere anche casi difficili ed urgenti, per i quali non è possibile andare incontro ad alcuna preparazione.

La percentuale di rischi, però, oscilla in base alle condizioni cliniche delle pazienti. Se la gravidanza procede in modo lineare, la depilazione dell’inguine e la depilazione perineale totale va programmata un paio di settimane prima del termine.

Tricotomia pre-parto, quando farla e perché 1

Consulenza ostetrica ONLINE

TRAVAGLIO-PARTO: un’ora dedicata A TE, alle tue domande, curiosità o dubbi.

Schiuma da barba e rasoio

Molte future mamme, in vista del parto si affidano a tecniche di depilazione pre intervento ibride, che comprendono l’uso di cerette per la zona bikini ed il rasoio per le aree più delicate. Chi però non riesce proprio a sopportare il fastidio di strisce adesive et similia, può risolvere con della semplice schiuma da barba ed un rasoio a lame multiple.

Questo trattamento può essere eseguito ponendosi davanti uno specchio, oppure facendosi aiutare dal proprio partner. A depilazione ultimata, l’area genitale va quindi detersa con un prodotto specifico per l’igiene intima, che è formulato proprio per lenire le irritazioni.

Depilazione prima del parto, serve o no?

Giunte a questo punto conclusivo del nostro approfondimento, non possiamo che spendere ancora qualche parola nel cercare di comprendere se la depilazione prima del parto serva o meno, e per quali ragioni potrebbe convenire depilarsi prima del parto, o ricorrere poi alla ceretta dopo parto naturale.

Per poter formulare un’opinione sintetica su questo aspetto è sicuramente utile ricordare che la depilazione è semplice consigliata per questioni igieniche, e per poter ridurre ulteriormente il rischio di infezione.

Proprio i motivi di cui sopra spiegano per quali motivi la depilazione sia diventata oggi una procedura standard sia per il parto naturale che per quello cesareo, anche se non in tutte le strutture. In ogni caso, ti consiglio di non sentirti imbarazzata nel farsi fare la depilazione dalle infermiere o dalle ostetriche, nella considerazione che queste professioniste saranno sicuramente abituate ad effettuare questa operazione.

Dunque, ricorda che:

  • la depilazione prima del parto ti permetterà di rendere la tua zona intima pulita e ordinata sia durante il momento del parto che durante le fasi successive;
  • la depilazione può ridurre l’incidenza delle infezioni che potrebbero verificarsi se i peli del perineo non sono stati eliminati prima del parto.

Spero che queste brevi considerazioni ti siano state utili per poter chiarire alcuni dei principali dubbi sulla depilazione post-parto. Naturalmente, se vuoi saperne di più puoi contattarmi ai recapiti che trovi in questa pagina!

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita