Sport in gravidanza nei primi mesi: quali fare? I miei consigli

mani e piedi gonfi in gravidanza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Linda Tosoni

Ostetrica 

Consulenza ostetrica e di estetica in gravidanza

A partire da soli 57€uro

Le donne in gravidanza possono fare sport o no? Ci sono delle attività fisiche consigliate? Quali sono le raccomandazioni che bisognerebbe seguire, soprattutto nei primi mesi di questo magico periodo?

Se ti sei riconosciuta in almeno una delle domande di cui sopra, sappi che sei in ottima compagnia!

È del tutto lecito avere delle preoccupazioni sulle proprie condizioni di salute e su quelle del feto e, anzi, è un ottimo segnale che tu ti stia ponendo degli scrupoli su cosa fare e cosa non fare nei mesi che ti separeranno dal parto.

In questo approfondimento ho voluto fare il punto su cosa devi sapere circa la possibilità di fare sport durante il primo trimestre, e quali sono i consigli che dovresti tenere a mente nel momento in cui ti avvicini alle attività fisiche in gravidanza.

Sono certa che alla fine della lettura di questo approfondimento avrai tutte le conoscenze che ti serviranno per poterti approcciare con maggiore consapevolezza alla ginnastica in gravidanza. In ogni caso, qualora dovessi avere ulteriori dubbi e volessi confrontarti con me, puoi farlo domandandomi un consulto personalizzato.

Primo trimestre e sport: consigli

Iniziamo subito con qualche consiglio di base.

Di norma, tutti gli sport leggeri, intendendo per tali quelli che non implicano il rischio di cadute, urti e altri potenziali traumi al proprio corpo, sono utili durante la prima fase di gravidanza

Salvo il caso in cui il medico non abbia sollevato delle specifiche controindicazioni, la donna che sta attraversando i mesi iniziali della sua attesa potrebbe pertanto preferire lo svolgimento di attività come il nuoto, lo yoga, le passeggiate all’aria aperta. È invece preferibile evitare gli sport di contatto e, più in generale, quelle attività che prevedono corse, salti e altre situazioni che favorirebbero il rischio di cadute e la maggiore contrattilità uterina.

Gravidanza, non è il momento giusto per iniziare un nuovo sport

Ciò premesso, bisogna tuttavia compiere una doverosa distinzione tra quelle donne che già prima della gravidanza svolgevano un’attività fisica e, invece, quelle donne che non hanno mai praticato alcuno sport prima dell’inizio della gravidanza.

È evidente che i consigli che sopra ho avuto modo di riassumere si rivolgano in maniera prevalente alle prime. Qualora non vi siano controindicazioni specifiche da parte del ginecologo, queste donne possono serenamente proseguire la propria attività, con ritmi evidentemente inferiori e senza esporsi ai rischi che abbiamo già affrontato.

Di contro, è sicuramente meno opportuno iniziare per la prima volta un nuovo sport in gravidanza, visto e considerato che non è certamente questo il momento opportuno per poter sottoporre il proprio corpo a nuovi sforzi. 

Anche le più sedentarie, tuttavia, potranno trovare pane per i loro denti. Dallo yoga all’acquagym, sono infatti tante le discipline che potranno essere approcciate dalle future mamme, le quali – in alcune strutture apposite – potranno anche trovare corsi specifici per le gestanti.

Sport in gravidanza nei primi mesi: quali fare? I miei consigli 1

Accompagnamento nascita online

Un vero e proprio corso completo di accompagnamento nascita  

3  Consulenze da 1 ora ciascuna

Riceverai risposte a dubbi, curiosità o incertezze in maniera individuale e personalizzata comodamente da casa tua.


Sport in gravidanza nel primo trimestre: la lista delle attività consigliate

A questo punto possiamo entrare ancora più nel vivo della nostra guida agli sport nei primi mesi di gravidanza, e cercare di comprendere quali siano le discipline più indicate.

Anche se in parte ne ho già parlato nelle righe che precedono, questa è sicuramente l’occasione per poter spendere qualche parola in più, e permetterti di avvicinarti con ancora maggiore serenità e consapevolezza alla fruizione di questi piacevoli sport.

Acquagym e nuoto in gravidanza

Cominciamo proprio dall’acquagym e dal nuoto. Le attività acquatiche in piscina – ne ho parlato diverse volte su questo sito – sono sicuramente quelle più indicate durante la dolce attesa, visto e considerato che l’acqua attenua gli impatti sul proprio corpo, alleviando il peso del pancione e rendendo meno traumatico qualsiasi movimento.

Il mio consiglio è quello di recarti in una piscina che sia specificatamente abilitata ai corsi specifici preparto e, più in generale, a percorsi di salute e benessere per le donne in gravidanza. In caso contrario, cerca comunque di svolgere delle attività fisiche in un ambiente controllato e sereno, non affollato, per evitare accidentali contatti con altre persone che potrebbero occupare le tue corsie e i tuoi spazi.

Yoga in gravidanza

Un’altra attività spesso consigliata alle donne che stanno cercando di trovare la loro attività fisica preferita in gravidanza è certamente lo yoga.

I benefici di questa disciplina sono inoltre estesi non solamente al benessere fisico, quanto anche a quello psicologico, visto e considerato che con lo yoga sarai impegnata a prestare ascolto a te stessa attraverso principi di meditazione e gestione della respirazione che ti allevieranno da stress e ansie.

Sarà anche il momento ideale per poter entrare più in sintonia con il tuo bambino, ricavandone un vantaggio psico-fisico duraturo, che potrai certamente conservare non solamente nei primi mesi di gravidanza quanto anche nelle settimane che sono più vicine al momento della nascita del bebè.

Pilates in gravidanza

Per le sue caratteristiche, anche il pilates può essere uno sport per i primi mesi di gravidanza. Con esercizi dolci, effettuati prevalentemente a corpo libero, permette di mantenere attivi i propri muscoli senza traumi e, soprattutto, permettendo a ogni donna di focalizzare l’attenzione sulle proprie esigenze.

La donna che attraversa la dolce attesa si soffermerà in particolar modo sulla muscolatura posturale e sulle fasce muscolari che sono maggiormente coinvolte nelle trasformazioni che avvengono nei nove mesi. 

Stretching in gravidanza

Concludiamo infine con lo stretching, una serie di esercizi di allungamento muscolari che durante la gravidanza hanno particolare importanza grazie alla possibilità di migliorare, attraverso essi, la flessibilità delle articolazioni. Gli esercizi di stretching possono inoltre favorire la circolazione venosa e conferire un miglior senso di relax e di comfort che, quando si avrà a che fare con il pancione che cresce, saranno certamente graditi.

Mamy Butter

Mamybutter M H1

Burro corpo numero 1 per la donna in gravidanza…e non solo!


Fin qui, alcuni consigli che ti suggerisco di tenere a mente se vuoi migliorare il tuo rapporto con l’attività fisica nei primi mesi della gravidanza. Se vuoi saperne ancora di più, ti consiglio di contattarmi per un consulto personalizzato, o rivolgerti al tuo medico di riferimento: in questo modo avrai tutte le conoscenze e le indicazioni più utili per poterti rapportare con lo sport in modo pienamente sicuro e consapevole.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita