La crema per curare le mani screpolate in gravidanza

La crema per curare le mani

Gravidanza e pelle: due parole che sembrano eternamente intrecciate fra loro in modo indissolubile, un binomio fatidico che porta grandi gioie, ma anche qualche problema. Si sa, la gravidanza è un periodo di grandi cambiamenti e novità, un periodo durante il quale ci si ritrova ad affrontare tante sfide, ma anche tante soddisfazioni. Il nostro corpo cambia, muta e si prepara per accogliere in grembo una nuova vita, ed anche la nostra mente non rimane ferma a guardare. Essa immagina e si diletta pensando a come sarà il nostro futuro figlio, a quali difficoltà potrà incontrare sulla sua strada e a quali giorni felici ci farà ricordare con orgoglio. Insomma, la gravidanza è proprio un periodo magico e surreale, forse proprio perché lo si vive poche volte nella vita, e non ci si abitua mai abbastanza.

Purtroppo, però, non è sempre tutto rose e fiori, e c’è sempre un lato più oscuro fatto di insicurezze, dubbi e lotte. Alcuni di questi momenti sono anche legati al cambiamento del nostro aspetto fisico durante i 9 mesi: nei primi mesi di gestazione abbiamo la tendenza a sembrare più belle, graziose e radiose; siamo energiche, euforiche e tutto ciò che ci circonda sembra più entusiasmante. Sapere di aspettare un figlio ci dà una carica inaspettata, e il corpo ne risente, soprattutto nell’aspetto della pelle, che appare più luminosa e distesa. Questo momento però non dura per sempre, e anche la nostra pelle non rimane perfetta come avremmo voluto. Quando superiamo il primo trimestre, la produzione di ormoni, come ad esempio gli estrogeni, inizia la propria salita verso il picco ormonale, e questo potrebbe portare a delle conseguenze assai diffuse e conosciute.

In questo articolo si parlerà prevalentemente di come il periodo gestazionale possa modificare la pelle, provocando cambiamenti repentini ed inaspettati. Inoltre vedremo come prevenire questi cambiamenti, oppure semplicemente come combatterli. Conoscere ciò che ci aspetta è il modo migliore per passare una gravidanza serena e felice, ma soprattutto per non ricordare con dispiacere alcuni suoi particolari momenti in futuro. Quando il corpo femminile subisce così tanti cambiamenti, non si può di certo pretendere che ne esca completamente illese, ma sicuramente possiamo attivarci per fare in modo che tutto ciò accada nel miglior modo possibile. Per questo motivo di seguito vedremo quali sono gli inestetismi che colpiscono la pelle, e approfondiremo soprattutto quello che colpisce più donne in assoluto: le mani screpolate e la pelle secca.

Quali sono gli inestetismi più comuni della pelle? Secchezza e perdita di elasticità

Prima di parlare della crema per le mani screpolate o mani secche, è necessario capire per quali motivi la pelle soffra così tanto durante questo periodo della nostra vita. Sicuramente ci sono donne maggiormente predisposte, o che magari hanno già sofferto di questi problemi in passato, ma ce ne sono altrettante che invece si ritrovano a fronteggiare queste situazioni per la prima volta.

La condizione più comune lamentata dalle donne incinta è sicuramente la secchezza della pelle, la quale sopraggiunge per un insieme di diverse cause. Questa secchezza inoltra porta ad altre condizioni spiacevoli, come il prurito, l’irritazione e in casi più gravi anche a cicatrici come le smagliature. Ma come mai la pelle è così secca in gravidanza? Il primo e principale motivo è sicuramente la tendenza progressiva alla perdita di liquidi corporei, la quale comporta una cute sicuramente più disidratata. Ma non è solo la nostra componente acquosa della pelle a subire questo processo, perché anche la componente grassa sembra risentirne. Quest’ultima va a comporre quello strato protettivo della nostra epidermide che viene chiamato film idrolipidico, il quale è molto importante per la protezione del nostro organismo dagli agenti e batteri esterni, ma soprattutto per la regolazione degli scambi dall’interno e all’esterno del nostro corpo e viceversa.

Un’altra causa di questa secchezza e fragilità è sicuramente l’intensità dell’attività ormonale, la quale subisce delle variazioni notevoli durante i nove mesi. Infatti è proprio durante il picco ormonale che il nostro organismo inizia ad aumentare la produzione di cortisolo, un ormone che compromette l’elasticità della pelle, andando ad indebolire le fibre di collagene e i mucopolisaccaridi, i quali stanno alla base della struttura del derma, uno degli strati più profondi e rilevanti della pelle. Quando la cute inizia a perdere di elasticità, automaticamente inizia a dare segnali di secchezza e aridità, accentuati soprattutto dall’aumento del volume del ventre dovuto alla rapida crescita del feto.

Se in apertura abbiamo parlato di perdita eccessiva di liquidi, anche il suo opposto crea non pochi disagi. Stiamo parlando della ritenzione idrica, un problema che affligge molte donne gravide prevalentemente negli ultimi 3 mesi di gravidanza, le cui cause sono sia di tipo ormonale che di tipo meccanico (aumento di peso tipico della gestazione). Infatti l’aumento in questo particolare periodo dei livelli di progesterone nel sangue, non fa altro che provocare la dilatazione dei vasi sanguigni, favorendo così il ristagno dei liquidi. Oltre a causare gonfiore negli arti inferiori, la ritenzione aumenta anche le zone interessate dalla pelle secca, causando un’eccessiva distensione della pelle ed aumentando così il rischio di stiramenti. Per questo motivo si suggerisce spesso alle donne in dolce attesa di ridurre l’apporto di sale nella loro dieta, aggiungendo invece ottime tisane drenanti a base di ippocastano e centella asiatica (famose per i loro effetti sull’apparato linfatico e per l’effetto diuretico). Infine si può prendere in considerazione anche l’idea di sottoporsi a dei massaggi linfodrenanti, i quali possono aiutare ad eliminare i liquidi in eccesso negli spazi interstiziali.

 

Il miglior modo per combattere la pelle e le mani secchissime? Il “Metodo Estetica in Gravidanza”

Per cercare di combattere questi inestetismi, dobbiamo sempre partire dal nostro stile di vita e dalle nostre abitudini. La gravidanza è un periodo della nostra vita particolarmente delicato, possiamo dire quasi eccezionale, quindi necessita di cure mirate e studiate, le quali spesso portano ad un cambiamento nel nostro modo di affrontarla. Queste sono le idee fondamentali sulle quali si basa ogni filosofia del benessere che voglia dimostrarsi funzionale e completa.

Sulla base dei propri studi e della sua esperienza ventennale, Linda Tosoni ha elaborato il Metodo Estetica in Gravidanza, il frutto di un duro lavoro e una costante passione e dedizione verso i valori della bellezza femminile, che non deve per forza passare in secondo piano durante la gestazione. Il metodo è poliedrico e completo, affronta tutti gli aspetti della vita di una donna incinta, portando soluzioni concrete e rimedi efficaci. Un’attenzione particolare viene affidata anche alla pelle, una componente assai fragile e sensibile che merita le cure più importanti e complesse. Fondamentale per la salute della cute è l’idratazione costante, una dieta equilibrata ricca di vitamine e antiossidanti, uno stile di vita sano ed attivo, ma soprattutto l’utilizzo di prodotti cosmetici adeguati e mirati per le donne in dolce attesa.

A tal proposito, la domanda sorge spontanea: ma qual è dunque la migliore crema per mani secche e screpolate? In primis è necessario ricordare che solo i cosmetici di alta gamma riescono a garantire gli effetti desiderati, e soprattutto che siano anche duraturi. Per questo motivo Linda Tosoni ha formulato il suo, Mamy Butter detto anche Burro di Mamma, un prodotto cosmetico di alta qualità, completo e particolarmente indicato per le donne che vivono il periodo gestazionale.

 

Pelle e mani screpolate rimedi: il Mamy Butter di Linda Tosoni

Linda Tosoni ha creato questo prodotto spinta dalla passione nella ricerca di un cosmetico che fosse valido e completo, che fosse in grado di contrastare e prevenire la comparsa degli inestetismi  tipici della gravidanza, come ad esempio le smagliature, la pelle secca, il prurito addominale e del seno.

Mamy Butter è la sintesi perfetta di diverse creme corpo, le quali, com’è risaputo, sono il rimedio più classico per la cura della pelle in gravidanza. Questo perché questi prodotti sono in grado di idratare la pelle a fondo, trattandola in modo che essa ritrovi un buon stato di salute.

Tosoni ha creato questa crema, che in effetti è molto più vicina ad un burro, sulla base di una formulazione unica a base di estratti naturali e vegetali, assolutamente biocompatibili e sicuri per la salute della mamma e del futuro bebè. Grazie ai suoi elementi, questo prodotto cosmetico garantisce un’idratazione profonda e un ottimo nutrimento della cute, oltre a svolgere un’azione emolliente ed elasticizzante, ideale per combattere la pelle secca, ma anche le smagliature e gli altri piccoli inestetismi tipici della gravidanza.

Inoltre la sua formulazione prevede al suo interno ingredienti come i burri vegetali di Karitè e di cacao, gli oli di marula, avocado, rosa mosqueta, ricino e oliva, ma soprattutto elementi unici come la vitamina E e lo zafferano. Questo perfetto e bilanciato mix permette a tutte le donne in dolce attesa di poter ritrovare la lucentezza e la morbidezza perduta, ma anche uno stato di benessere psicofisico e di accettazione totale del sé.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, estetista, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per l’estetica dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

Guida Gratuita Linda Tosoni

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito