Candida in gravidanza rimedi principali

candida in gravidanza
Linda Tosoni

 

Beauty Specialist

Consulenza Online 

con LINDA TOSONI 

Novità a soli 57€ 

A partire dal secondo trimestre è possibile che insorgano anche delle problematiche a livello vaginale come ad esempio la candida in gravidanza.

Infatti, questa infezione non solo si può presentare normalmente durante la vita di una donna ma può insorgere anche durante la gestazione, presentandosi raramente con un cattivo odore intimo , più facilmente con un prurito in gravidanza nella zona vaginale.

La candida gravidanza è un’infezione che viene provocata dai funghi che appartengono alla famiglia della Candida Albicans.

In genere questi sono funghi buoni che vivono all’interno dell’organismo e dell’ambiente vaginale. Quando il corpo sta bene e non ci sono fattori scatenanti, in realtà non si avverte nulla in quanto viene tenuto sotto controllo dall’azione positiva della flora batterica.

Durante la gravidanza però gli equilibri della flora batterica possono essere modificati anche da alcune cattive abitudini che portano il fungo a crescere eccessivamente dando così vita a un’infezione vaginale che prende semplicemente il nome di Candida o Candidosi vaginale.

Se si sospetta un’infezione da candida il consiglio è quello di rivolgersi sempre al proprio medico curante o ginecologo al fine di ottenere una consulenza personalizzata e capire in che modo agire in totale rispetto del proprio corpo e benessere fisico.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa comporta un’infezione di questo tipo, quali sono le cause e come curare la candida in gravidanza.

Le cause principali della candida in gravidanza

Nel corso della vita di una donna è possibile che almeno una volta si manifesti un’infezione da candida. Questa è comune in gravidanza soprattutto in presenza di alcuni fattori scatenanti che portano a un’alterazione del proprio equilibrio microbico e quindi della flora batterica che in genere protegge l’ambiente vaginale.

Quando però sussiste un aumento degli organismi patogeni con una riduzione dei lattobacilli si facilita una colonizzazione da parte del fungo e in tutta risposta si va a presentare l’infiammazione che crea diversi fastidi, soprattutto in gravidanza quando si hanno già vari cambiamenti alla quale si va incontro durante i mesi di gestazione.

Le cause principali della candida durante il periodo della gravidanza sono caratterizzate dall’aumento dei livelli degli estrogeni; da un abbassamento delle difese immunitarie dovute allo stato gravidico, alterazione della flora vaginale.

Inoltre, ci sono anche altre problematiche che portano a far insorgere l’infezione come ad esempio: il diabete gestazionale o mellito, gli antibiotici, alcune patologie del sistema immunitario, problemi quali stress, l’uso scorretto dei detergenti (per questo motivo in gravidanza è sempre consigliabile scegliere il detergente intimo migliore per il proprio PH e la propria pelle), ma anche un eccessivo consumo di zuccheri.

Candida in gravidanza rimedi principali 1

Detergente intimo delicato

Delis: la soluzione quotidiana ai piccoli fastidi intimi

Quali sono i sintomi principali?

I sintomi della candida in gravidanza sono del tutto simili a quelli che si avvertono anche quando non si è nel periodo di gestazione. Il problema è che spesso questi sintomi sono similari a quelle di altre patologie e infezioni batteriche e sono fisiologici alla stessa gravidanza.

I sintomi della candida possono includere alcune problematiche comuni tra queste ci sono sicuramente le perdite bianche consistenti e inodore. Ma anche il bruciore e l’irritazione che si va a manifestare principalmente nella zona della vagina e della vulva.

Il dolore e il bruciore durante i rapporti sessuali, dolore e bruciore durante la minzione, arrossamento della vulva.

Se si avvertono questi sintomi, anche in parte, bisogna fare attenzione e rivolgersi subito al proprio ginecologo. Il motivo è che anche se non è pericolosa per il feto, comunque nel corso della gravidanza potrebbe continuare a ripresentarsi soprattutto se non la si cura correttamente.

In gravidanza, inoltre, bisogna seguire un trattamento farmacologico non troppo invasivo, che dev’essere sempre consigliato dal medico. Infine, se si presenta una vulvovaginite da candida resistente è possibile che venga richiesto anche un tampone vaginale.

Candida in gravidanza rimedi

Per riuscire a curare questo problema durante il periodo della gravidanza è possibile agire innanzi tutto con dei farmaci antimicotici sicuri per il bambino, in quanto vengono utilizzati localmente, infatti si tratta spesso di creme vaginali o di ovuli che devono essere usati per almeno sette giorni al fine di combattere adeguatamente l’infezione.

Ci sono anche delle soluzioni naturali che si possono utilizzare come rimedio alla candida in gravidanza come ad esempio:

  • L’assunzione di fermenti lattici in gravidanza
  • L’uso delle creme a base di tea tree o di altri oli essenziali che sono antimicotici
  • Aloe vera
  • Arnica
  • Calendula

Questi prodotti naturali possono essere utilizzati o sottoforma di creme oppure si possono creare degli infusi per poi lavare la vagina. O se si avverte molto bruciore e fastidio si possono fare degli impacchi a livello locale che permettono di andare a togliere l’infiammazione.

Mamy Butter

Crema corpo Mamybutter

Per la donna nelle diverse fasi della vita, in grado di:

  • proteggere dalla disidratazione cutanea
  • prevenire irritazioni e danni alla pelle
  • lenire il prurito, la secchezza e i fastidi anche intimi     

Adatta a tutte le età, in particolare nel periodo della GRAVIDANZA e menopausa

In ogni caso, anche se si vogliono usare dei rimedi naturali, prima di adoperarli è meglio chiedere consiglio al proprio medico curante oppure al ginecologo per evitare eventuali controindicazioni.

Si può prevenire l’insorgere della candida?

Ci sono alcuni comportamenti positivi che se adottati permettono di prevenire la candida in gravidanza. In genere, bisogna fare molto attenzione al proprio stile di vita e anche all’alimentazione.

Infatti, non è insolito che la candida si manifesti nel momento in cui si ha una dieta molto squilibrata ricca di zuccheri e di grassi. Meglio assumere sempre le vitamine e i Sali minerali che sono necessari al proprio benessere fisico.

Per prevenire la candida inoltre, bisogna avere un’accurata igiene intima. Bisogna lavarsi bene ogni volta che si va in bagno al fine di evitare la proliferazione di batteri che possono portare a un disequilibrio della flora batterica vaginale.

Inoltre, bisognerebbe anche indossare un intimo possibilmente realizzato con fibre naturali come il cotone. Evitando tutti quei tessuti sintetici come il poliestere che invece vanno a causare più facilmente irritazione.

Infine, si deve cercare di limitare lo stress, che è causa scatenante di diverse patologie compresa anche la candida.

Ci sono rischi per il feto?

La candida in gravidanza non è un’infezione che desta particolari preoccupazioni. Naturalmente bisogna curarla in modo adeguato e seguire le giuste regole e stile di vita per evitare che compaia ciclicamente durante il periodo della gestazione.

Anche perché in caso di recidiva è possibile che si inizi a soffrire di vulvovaginite che comporta un fastidio più importante. Quindi, non ci sono rischi per il bambino, ma per il proprio benessere psicofisico è bene curare la candida in modo attento.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per il benessere, dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita