Linee guida sulle cose da non fare in gravidanza

cose da non fare in gravidanza
Linda Tosoni

 

Ostetrica

e Beauty Specialist

 

Consulenza Online 

con LINDA TOSONI 

Novità a soli 57€ 

Tutte le donne si chiedono quali sono le cose da non fare in gravidanza. Ciò è del tutto normale, soprattutto quando si è incinta per la prima volta. Viene spontaneo chiederselo, per conoscere tutti i comportamenti a rischio sia per la propria salute sia per quella del nascituro.

Ecco perché in gravidanza bisogna comunque fare attenzione a tanti aspetti della vita: dall’alimentazione all’esercizio fisico, dall’assunzione di farmaci ai rapporti sessuali.

Cose da non fare in gravidanza

Dal momento in cui si scopre di essere in dolce attesa, tutta la vita ruota intorno alla formazione, crescita, travaglio, parto e alla nascita del bambino. Tutto quello che si fa, si fa considerando come possa incidere sull’andamento globale della gravidanza.

Lo stato di salute della futura mamma e del nascituro diventano un’assoluta priorità. Resta però vera una cosa: la gravidanza va vissuta in serenità. Ma fare attenzione a ciò che può pregiudicarla non vuol dire che tu debba fare troppe rinunce. Questo vale soprattutto se la gravidanza procede regolarmente.

Ora come ora, sappiamo quali cibi sono più indicati e quali da evitare; come e quale attività fisica svolgere; quali sono le sostanze da evitare in assoluto. La gravidanza non è più sentita come un momento della vita in cui la donna non può concedersi nulla, se non stare sul divano. Per contro, esistono delle linee guida da seguire.

In primo luogo, c’è l’attenzione all’alimentazione, sia per il controllo del peso in gravidanza sia per tenere a bada il diabete gestazionale. Il secondo aspetto importante riguarda l’attività fisica, quindi la possibilità di fare sport e condurre una vita piuttosto dinamica fino al momento del parto. Infine, le ultime attenzioni riguardano l’assunzione di sostanze pericolose per il bambino.

Mamy Butter

Crema corpo Mamybutter

Per la donna nelle diverse fasi della vita, in grado di:

  • proteggere dalla disidratazione cutanea
  • prevenire irritazioni e danni alla pelle
  • lenire il prurito, la secchezza e i fastidi anche intimi     

Adatta a tutte le età, in particolare nel periodo della GRAVIDANZA e menopausa

Cosa non mangiare in gravidanza primi mesi e successivi trimestri

A partire dai primi mesi di gravidanza, quindi dal primo trimestre, gli alimenti da evitare o eliminare sono i medesimi delle settimane successive. Ecco le indicazioni:

  • sale e sodio vanno ridotti fin da subito, limitando anche il consumo di formaggio e dadi;
  • la caffeina e la teina vanno limitate;
  • alcol, salumi, pesci e insaccati non cotti devono invece essere evitati
  • frutta, verdura e ortaggi possono essere assunti, ma se lavati molto bene.

Il divieto di mangiare carni e pesci non cotti proviene principalmente dal rischio di contrarre malattie provenienti da virus, batteri e parassiti, in particolare la toxoplasmosi. Ma un altro problema legato alla gravidanza è anche il diabete gestazionale.

Diabete gestazionale cause e prevenzione

Tutte le donne in gravidanza potrebbero andare incontro al diabete gestazionale. Una forma di insulino resistenza è del tutto fisiologica durante i 9 mesi, assieme al conseguente innalzamento della glicemia. Ciò avviene per permettere il corretto flusso di nutrienti dalla mamma al feto che deve crescere.

Questo processo può portarti al diabete gestazionale sia se c’è una predisposizione genetica, sia nel caso in cui la tua dieta è troppo ricca di zuccheri, carboidrati e grassi.

Per prevenire il diabete:

  • evita i grassi di origine animale;
  • limita il consumo di cibi pre-confezionati e i dolci troppo elaborati;
  • preferisci carni e pesci magri;
  • dai spazio ai legumi;
  • mangia soprattutto cereali integrali.

Sostanze nocive

Per quel che riguarda fumo e alcol non si discute: sono proibiti. Chiaramente, non se ne parla nemmeno di sostanze stupefacenti di vario ordine.

In gravidanza, sono potenzialmente nocivi anche i medicinali. Per questa ragione, prima di assumere qualsiasi farmaco è bene consultare prima il proprio medico.

Bisogna fare anche molta attenzione all’esposizione ad altre sostanze eventualmente pericolose, contenute soprattutto nei prodotti cosmetici, come le tinture per capelli. Si consiglia di:

  • evitare di tingere i capelli durante il primo trimestre;
  • preferire trattamenti che non coinvolgano la radice del capelli;
  • usare tinture già sperimentate in precedenza, proteggersi sempre con i guanti;
  • lasciare la tintura in posa per il tempo strettamente necessario;
  • svolgere il procedimento in un ambiente ben areato.

Inoltre, si sconsiglia l’applicazione dello smalto semipermanente, di smalti contenenti toluene, dibutilftalato, formaldeide, canfora, resina di formaldeide.

NOVITA'

Linee guida sulle cose da non fare in gravidanza 1

Consulenza Gravidanza online

Risolvi le tue principali problematiche, chiedendo ciò di cui hai bisogno e su tutti gli argomenti che desideri 

Movimento in gravidanza

Fare esercizio fisico in gravidanza fa solo bene. Le ragioni sono due: aiuta a combattere il gonfiore in gravidanza, tiene in allenamento la muscolatura addominale e del perineo, migliora la postura. Le attività moderate consentite sono: il pilates e lo yoga, nuoto, camminata, corsa e cyclette. Ricorda che vanno evitati i salti e gli esercizi in posizione prona se a gravidanza inoltrata, sforzi eccessivi di qualsiasi genere.

La corretta postura durante la gravidanza

Sforzarsi di tenere una postura corretta sia da sedute che in stazione eretta è fondamentale. Ecco perché: peggiora il gonfiore alle gambe, soprattutto nel terzo trimestre, e si va a sollecitare troppo la colonna vertebrale, esponendosi al rischio di contratture, protrusioni ed ernie.

Meglio evitare i tacchi molto alti e trascorrere ore sul divano a gambe incrociate. Quando stai seduta, un supporto alla zona lombare ti aiuta a supportare la colonna, mentre dormi meglio sul fianco sinistro.

Il sesso in gravidanza

Il sesso in gravidanza non è proibito. Si può dire, anzi, che sia addirittura consigliato. Esistono comunque dei casi particolari in cui va evitato o è comunque sconsigliato:

  • quando si sono presentate minacce di aborto;
  • quando esiste la minaccia di parto prematuro;
  • quando è avvenuta la rottura prematura del sacco amniotico;
  • nel caso di placenta previa.

Quando la gravidanza procede in assoluta regolarità, i rapporti sessuali portano addirittura effetti benefici, sia da un punto di vista fisiologico sia psicologico.

Infatti, l’attività sessuale regolare è associata a una minor incidenza di parti prematuri. In aggiunta, prepara la muscolatura pelvica in previsione del parto. Per quel che riguarda l’aspetto più psicologico del sesso, l’intimità della coppia può aiutare a creare un clima sereno e più disteso, di grande aiuto per affrontare travaglio, parto e post-parto.

Invece, per tutta la durata della gravidanza e per alcuni mesi dopo il parto, dovrai rinunciare alle terme e alla spa. Le alte temperature delle vasche, della sauna e dei bagni turchi non fanno bene né alla mamma né al feto. Ma nemmeno il divano fa così bene: senza fare troppi sforzi e quando non esistono ragioni gravi per restare in immobilità, è sempre meglio essere attiva sulla base dei tuoi ritmi.

Su di me

Linda Tosoni

Dopo un’esperienza professionale ventennale come ostetrica ospedaliera, insegnante, consulente e titolare di un istituto di bellezza, ho deciso di creare un vero e proprio metodo per il benessere, dedicata alla donna in gravidanza.

Contattami per una prima consulenza gratuita!

 Firma Linda Tosoni

Scarica la mia guida gratuita

copertina guida gratuita

Ultimi articoli

CONSULTA IL BLOG

cerca nel sito

SCARICA ORA LA TUA GUIDA GRATUITA
COME PREVENIRE LA PELLE SECCA E LE SMAGLIATURE IN GRAVIDANZA
Linda Tosoni primo piano
Firmata
Linda Tosoni
copertina guida gratuita